Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 13 marzo 2018 - Strasburgo Edizione rivista

4. Preparazione della riunione del Consiglio europeo del 22-23 marzo 2018 (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Patrizia Toia (S&D ). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, non vorrei essere pessimista, ma certamente una lettura di come stanno le cose, delle relazioni che oggi sono state presentate, ci porta a dire che il Consiglio europeo del prossimo 22-23 marzo si profila come l'ennesima riunione delle decisioni rimandate, l'ennesima riunione delle occasioni mancate.

Penso che l'Unione europea non possa ulteriormente mancare le occasioni che si presentano, pena davvero la sua difficoltà profonda. Le elezioni in Italia sono anche state un segnale chiaro da questo punto di vista: l'Unione europea deve iniziare a dare risposte concrete ai cittadini, deve essere un'istituzione percepita come amica, come vicina, e non come un'istituzione lontana e indifferente alle più gravi sfide che i cittadini europei stanno vivendo. Io penso al mio paese, penso al tema dell'immigrazione, penso al tema di una politica economica che non è riuscita a incentivare lo sviluppo, a dare risposte al lavoro in maniera sufficiente.

E così oggi la riforma dell'eurozona, il pilastro sociale dell'UE e le tante, troppe mancanze dell'Unione europea, a partire dalla mancanza di un sussidio sulla disoccupazione europea, che pure era stato posto nel programma, non possono più attendere ritmi lenti e contraddizioni delle politiche nazionali, e così i temi dell'equità fiscale, e mi rifaccio all'intervento di Maria João Rodrigues.

 
Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2018Avviso legale