Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 17 aprile 2018 - Strasburgo Edizione provvisoria

4. Dibattito con il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, sul futuro dell'Europa (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Patrizia Toia (S&D ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, Presidente Macron, lei ha sicuramente il merito di avere riacceso il sogno europeo andando controcorrente, nel momento in cui soffia forte e soffia ancora il vento antieuropeo, abbiamo sentito dei cenni incredibili.

Questo è un grande merito ma è soprattutto una grande responsabilità e ora ogni sua scelta, ogni suo atto è misurato in termini di coerenza e di efficacia. È vero che le divisioni sono prima di tutto tra europeisti e antieuropeisti e sovranisti: però questa non è la sola divisione, Presidente Macron, mi piacerebbe sapere se lei è d'accordo.

Per realizzare quell'Europa che protegge, di cui ha parlato lei ad Amiens, agli operai, ma che serve a tutti noi, non basta essere europeisti, occorrono anche altre scelte: sul sussidio per una garanzia europea per la disoccupazione, sulla lotta all'austerità cieca, contro la delocalizzazione, per l'immigrazione – e tralascio gli eventi di Bardonecchia – per la difesa dello Stato di diritto, noi del gruppo S&D siamo in prima fila, da anni, in quest'Aula e continueremo ad esserlo.

Però qui ci sono ancora molte differenze tra conservatori, progressisti e molte altre scelte. Ecco allora, Presidente Macron, come sceglierà lei con chi realizzare concretamente, nei fatti, quel sogno che ci accomuna?

 
Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2018Avviso legale