Articolo
 

Le auto "verdi" sono il futuro del trasporto europeo?

Trasporti - 14-02-2013 - 13:12
Condividi
A bit of bio-fuel E10 drops from a petrol nozzle at a petrol station in Bamberg, Germany, 04 March 2011. © BELGA_DPA_David Ebener

A bit of bio-fuel E10 drops from a petrol nozzle at a petrol station in Bamberg, Germany, 04 March 2011. © BELGA_DPA_David Ebener

Il trasporto in Europa dipende al 94% dal petrolio, il cui 84,3% viene importato secondo i dati della Commissione europea. In futuro i carburanti alternativi, il gas naturale o l'elettricità potrebbero sostituire il petrolio. Questo cambiamento ha bisogno di sostegno e la Commissione ha proposto una strategia per "Energie pulita per il trasporto", presentata in commissione ai Trasporti martedì 19 febbraio. Abbiamo incontrato il presidente della commissione Brian Simpson.

"Accolgo la proposta di una strategia sul lungo termine perché non è più possibile contare sui combustibili fossili. La maggior parte della proposta si concentra sulle auto, ma ricordiamoci che bisogna risolvere i problemi, come la durata delle batterie. Credo che altri tipi di carburanti, come quelli basati sull'acqua e biocarburanti, possano avere un ruolo importante" ha indicato Brian Simpson.


I carburanti alternativi potrebbero essere la soluzione per ridurre l'emissione di CO2 nel trasporto, ma i prezzi troppo elevati e la mancanza di stazioni di ricarica e rifornimento scoraggiano i consumatori dall'acquisto delle auto verdi.


Come rompere il circolo vizioso?


Per eliminare questi ostacoli, la Commissione intende fissare obiettivi vincolanti e standard comuni:


  • l'elettricità – un numero minimo di stazioni di ricarica in ogni paese e un connettore universale per ricaricare l'auto in tutta l'UE
  • l'idrogeno – standard comuni per i tubi di rifornimento e gli altri componenti nelle stazioni di servizio di 14 paesi UE
  • il gas naturale liquefatto – stazioni di servizio per i mezzi pesanti ogni 400 km lungo la prevista rete centrale transeuropea di trasporto ; saranno necessarie anche stazioni di rifornimento per le navi in tutti i 139 porti marittimi e interni presenti lungo la rete
  • il gas naturale compresso – entro il 2020 stazioni di rifornimento con standard comuni accessibili al pubblico in tutta Europa, almeno ogni 150 km.


Queste misure possono risolvere il problema? "Il dilemma è sempre lo stesso: è nato prima il l'uovo o la gallina? Credo che le infrastrutture siano necessarie per convincere i consumatori a investire nelle auto verdi". E bisognerebbe che "i produttori di carburanti non fossili finanziassero le proprie infrastrutture, come i produttori di petrolio hanno fatto per le stazioni di benzina".


Nel mondo ci sono 1,3 miliardi di macchine. Quanti di queste funzionano ad energia rinnovabile?


Macchine elettriche (2011)

Veicoli a gas naturale (2011)

Numbero di macchine

Stazioni

di rifornimento

Number of cars


Refuelling stations

USA

19,860

USA

7,500

Iran

2,859,386

Pakistan

3,285

Giappone

7,671

Regno Unito

1,600

Pakistan

2,850,500

Argentina

1,878

Germania

1,858

Cina

1,500

Argentina

1,900,000

Brasile

1,725

Francia

1,796

Francia

1,270

Brasile

1,694,278

Iran

1,574

Cina

1,560

Giappone

1,100

Italia

746,000

Germania

903

Regno Unito

1,170

Germania

960

Germania

100,000

Italia

858


Veicoli a idrogeno (2012)

Biocarburanti (2009)


Numero di vetture

Percentuale di (%)

Mondo

650

America Latina

11.2


USA

300

USA

4


Corea del Sud

130

UE

3


Germania

65

Brasile

3


Giappone

50

Cina

1



Fonti: Commissione europea, Agenzia internazionale per l'energia, International Association for Natural Gas Vehicles


 
RIF.: 20130211STO05806