Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 97kWORD 40k
21 febbraio 2003
PE 328.137
 
B5-0154/2003
presentata a norma dell'articolo 48 del regolamento
da Mauro Nobilia, Generoso Andria, Giuseppe Di Lello, Giuseppe Pisicchio, Luciana Sbarbati, Maurizio Turco, Sylviane Ainardi, Niall Andrews, Roberta Angelilli, Mary Banotti, Paolo Bartolozzi, Sergio Berlato, Roberto Bigliardo, Guido Bodrato, Alima Boumediene-Thiery, André Brie, Renato Brunetta, Kathalijne Buitenweg, Marco Cappato, Marie-Arlette Carlotti, Paulo Casaca, Luigi Cesaro, Luigi Cocilovo, Gerard Collins, Thierry Cornillet, Thierry de La Perriere, Gianfranco Dell'Alba, Benedetto Della Vedova, Marie-Hélène Descamps, Antonio Di Pietro, Harald Ettl, Concepció Ferrer, Enrico Ferri, James Fitzsimons, Giuseppe Gargani, Jas Gawronski, Fiorella Ghilardotti, Koldo Gorostiaga, Liam Hyland, Giorgio Lisi, Raffaele Lombardo, Mario Mantovani, Pietro-Paolo Mennea, Domenico Mennitti, Cristiana Muscardini, Francesco Musotto, Antonio Mussa, Sebastiano Musumeci, Giuseppe Nisticó, Sean O'Neachtain, Pasqualina Napoletano, Marco Pannella, Paolo Pastorelli, Béatrice Patrie, Giovanni Pittella, Guido Podestà, Adriana Poli Bortone, Giovanni Procacci, Frédérique Ries, Giacomo Santini, Amalia Sartori, Mariotto Segni, Antonio Tajani, Francesco Turchi, Joaquim Vairinhos, Joan Vallve, Demetrio Volcic, Eurig Wyn
su istituzione del mediatore europeo per la tutela dei minori

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo su istituzione del mediatore europeo per la tutela dei minori 
B5-0154/2003

Il Parlamento europeo

-  vista la propria risoluzione del 8 luglio 1992 su una Carta europea dei diritti del fanciullo;

-  vista la Convenzione europea dei diritti dell'uomo;

-  vista la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo;

-  vista la raccomandazione n. 1286 del 24 gennaio 1996 adottata dall'Assemblea dei parlamentari del Consiglio d'Europa;

A.  considerando che l'infanzia di un individuo e le caratteristiche particolari dell'ambiente familiare e sociale determinano in buona parte la successiva vita da adulto;

B.  considerando che i minori sono una delle categorie più sensibili della popolazione, con esigenze specifiche che occorre soddisfare e proteggere;

C.  considerando che la prevenzione della criminalità minorile é diventata una priorità nelle politiche di intervento dei Paesi membri dell'Unione;

1.  invita il Parlamento europeo a procedere alla designazione di un Mediatore europeo per la tutela dei minori, allo scopo di tutelarne i diritti e gli interessi, di riceverne le richieste e le lamentele e di vigilare sull'applicazione delle leggi che li proteggono, nonché di informare ed orientare l'azione dei pubblici poteri a favore dei diritti dei minori;

2.  chiede ai membri della Convenzione europea di procedere, nell'ambito dell'opera di semplificazione e modernizzazione dei Trattati, alle dovute modifiche.

Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2004Avviso legale