Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
07 aprile 2004
E-1197/04
INTERROGAZIONE SCRITTA di Paolo Bartolozzi (PPE-DE) alla Commissione

Questione decaduta in applicazione dell'articolo 185 del regolamento del Parlamento europeo.

 Oggetto: Problema tessile italiano

1. È a conoscenza la Commissione della drammatica situazione in cui versa il settore tessile italiano a motivo della incontrollata e incontrollabile importazione dei prodotti provenienti dalla Cina che non rispetta le norme di qualità - soprattutto per quanto riguarda l'utilizzo di tinture ritenute cancerogene e vietate da diversi anni in Italia - e che sta mettendo in ginocchio soprattutto le piccole e medie imprese?

2. Perché le piccole e medie imprese italiane, prive di aiuti sia nazionali che comunitari, devono ottemperare all'obbligo di rigidi controlli sia interni che esterni, con costi divenuti ormai insostenibili e fuori concorrenza, a fronte di blande o inesistenti regolamentazioni vigenti in Cina che tuttavia riescono a far penetrare in Italia i prodotti in questione?

3. Esiste una normativa sulla base della quale la Commissione vigila affinché le importazioni di quel Paese siano respinte dalle Dogane comunitarie a difesa dei prodotti tessili dell'UE?

4. Perché la Commissione non promuove l'iniziativa di farsi finalmente carico del problema e di bandire le importazioni di prodotti tessili che non rispondono alle norme UE sulla qualità e che danneggiano irreversibilmente le nostre imprese?

Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2004Avviso legale