Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
23 marzo 2016
E-002440-16
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Eleonora Evi (EFDD) , Dario Tamburrano (EFDD)

 Oggetto:  Follow-up dell'interrogazione E-012413/2015 — Qualità dell'aria in Italia
 Risposta(e) 

In risposta all'interrogazione E-012413/2015 la Commissione ha interpretato gli obblighi di mezzi e risultato di cui all'articolo 23 della direttiva 2008/50/CE, chiarendo che per valutare i piani deve disporre dei dati aggiornati sulla qualità dell'aria trasmessi dagli Stati membri ai sensi dell'articolo 27 della direttiva.

La Commissione ha anche specificato che l'Italia ha violato tale obbligo di comunicazione per il 2013 e che ciò è stato sollevato nella procedura d'infrazione 2015/2043 relativa ai superamenti dei valori limite per l'NO2.

Come ampiamente riportato dai media in base ai dati pubblicati dalle ARPA, i superamenti per il PM10 sono continuati nel 2015 in violazione dell'articolo 13 della direttiva.

Ciò dimostra che di fatto l'Italia è venuta meno anche all'obbligo di risultato di cui all'articolo 23 («garantire che il periodo di superamento sia il più breve possibile») in diversi agglomerati, tra cui quelli della Pianura Padana, attualmente esclusi dalla procedura di infrazione 2014/2147 in virtù dell'adozione di piani «a prima vista» conformi.

Ciò premesso, può la Commissione far sapere se dispone almeno dei dati sulla qualità dell'aria per il 2014, attesi entro il 30 settembre 2015, se li ha valutati e quali azioni ha deciso di intraprendere?

Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2016Avviso legale