Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
28 giugno 2017
P-004306-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Aldo Patriciello (PPE)

 Oggetto:  African Fashion Gate
 Risposta(e) 

In un articolo apparso sul New York Times, Vanessa Friedman scriveva che dei 470 stilisti iscritti al Council of Fashion Designers of America solo 12 sono gli afroamericani che partecipano alle 260 sfilate in programma durante la settimana della moda di New York.

Secondo la società di consulenza americana Bain & Company, negli ultimi otto anni il mercato del lusso è cresciuto di circa il 10 %, soprattutto, nei paesi dell'Asia e del Pacifico.

Secondo i dati sulle pubblicità di prodotti del lusso, raccolti da un articolo di The Fashion Spot, su 460 pubblicità prese in considerazione, quasi l'85 % aveva come protagoniste modelle bianche.

L'African Fashion Gate è un'associazione non profit che organizza annualmente il Congresso Mondiale delle donne, della moda e del design, il cui obiettivo è discutere, insieme ad ambasciatori degli Stati membri e giornalisti provenienti da tutto il mondo, delle problematiche inerenti le discriminazioni all'interno del «fashion system».

Alla luce di quanto precede, si chiede alla Commissione se non ritenga necessario monitorare e approfondire questo fenomeno (anche grazie all'aiuto di associazioni ed esperti) al fine di debellare ogni forma di discriminazione.

Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2017Avviso legale