Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
5 febbraio 2018
P-000682-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Patrizia Toia (S&D)

 Oggetto:  Secretazione della documentazione relativa all'Agenzia europea dei medicinali
 Risposta(e) 

È sorprendente che il dossier sulla candidatura di Amsterdam sia stato secretato su richiesta dei Paesi Bassi.

La Commissione doveva fornire agli Stati le informazioni necessarie per adottare una decisione consapevole e ha ritenuto affidabili le dichiarazioni dei Paesi Bassi, riguardanti la consegna dei locali definitivi entro aprile 2019, senza effettuare le adeguate verifiche, pregiudicando una valutazione tecnica pienamente informata per la scelta operata dal Consiglio.

La decisione del Consiglio è avvenuta a porte chiuse con lo strumento del sorteggio, senza garanzie e trasparenza. Inoltre, la secretazione di parti dei dossier di candidatura contraddice i principi di garanzia delle procedure e di trasparenza dei contenuti delle attività istituzionali, dando luogo a una disparità oggettiva tra le candidature.

Il Parlamento, in codecisione, ha il diritto e il dovere di accedere alla documentazione.

Alla luce di quanto precede, chiede alla Commissione:
su quale base giuridica abbia deciso, con il suo segretario generale, di accettare la richiesta di secretare parte dei dossier;
se ritiene che il Parlamento debba accedere alla documentazione per poter assumere una decisione consapevole e se ritiene ancora valida la valutazione tecnica fornita prima dell'assegnazione;
se dispone di una stima dei costi a carico del bilancio europeo per le spese aggiuntive legate all'indisponibilità di una sede adeguata.
Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2018Avviso legale