Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2007/2146(INI)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A6-0518/2007

Testi presentati :

A6-0518/2007

Discussioni :

PV 15/01/2008 - 5
CRE 15/01/2008 - 5

Votazioni :

PV 15/01/2008 - 10.2
CRE 15/01/2008 - 10.2
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P6_TA(2008)0009

Discussioni
Martedì 15 gennaio 2008 - Strasburgo Edizione GU

10.2. (A6-0518/2007, Glenis Willmott) Strategia comunitaria 2007-2012 per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro(votazione)
PV
  

***

 
  
MPphoto
 
 

  Christopher Beazley (PPE-DE). – (EN) Signor Presidente, mi riferisco agli articoli 152 e 160 del Regolamento, riguardanti la procedura di voto e le votazioni per appello nominale. È ovvio che il Regolamento è stato utilizzato male e in modo totalmente opposto alle intenzioni. Potrei chiedere, tramite lei, che esperti come l’onorevole Corbett e altri esaminino molto attentamente ciò che è accaduto oggi? A mio modo di intendere, il Presidente ha facoltà di decidere che qualsiasi richiesta di votazione per appello nominale sia dichiarata non valida. Ciò può diventare una necessità nel momento in cui, in futuro, ci troveremo di fronte a sessioni di voto più impegnative.

 
  
MPphoto
 
 

  Reinhard Rack (PPE-DE) . (DE) Signor Presidente, in quest’Aula disponiamo di un Regolamento molto liberale e, soprattutto, favorevole alla minoranza, e giustamente è così. È nostra volontà e nostro dovere preservarlo. Tuttavia, questa situazione presuppone che i diversi gruppi esercitino adeguatamente i loro diritti di minoranza e non ne approfittino. Qualora ciò accadesse, come oggi, dovremmo ripensare a questa pratica.

 
  
MPphoto
 
 

  Daniel Hannan (PPE-DE). (EN) Signor Presidente, devo contestare le due mozioni di procedura appena sollevate. In merito a ciò le norme sono assolutamente chiare. Ogni gruppo ha il diritto di chiedere votazioni per appello nominale. La Presidenza non è dotata di potere discrezionale. In definitiva abbiamo sempre accettato che, in qualsiasi sede democratica, la maggioranza seguisse il suo corso, ma ciò che abbiamo appena sentito è la posizione più intollerante che non consente alcuna opposizione, alcun parere discordante, e, se i miei colleghi desiderano capire perché l’Unione europea è così impopolare presso gli elettori fuori da qui, dovete soltanto considerare il vostro atteggiamento intollerante nei confronti di chiunque esprima un parere diverso dal vostro.

(Applausi)

 
  
MPphoto
 
 

  Presidente . - Onorevole Hannan, che io sappia, tutte le votazioni avvenute questa mattina, si sono svolte per appello nominale. Pertanto, il Regolamento è stato seguito meticolosamente.

 
  
MPphoto
 
 

  Nigel Farage (IND/DEM). – (EN) Signor Presidente, vorrei richiamare l’attenzione sugli onorevoli Beazley e Rack, e forse su di lei, Presidente, poiché oggi è la prima volta da quando siedo al Parlamento europeo che possiamo effettivamente essere sicuri che i risultati siano corretti, poiché normalmente si tratta di una farsa! Perciò non lamentatevi di noi, vi stiamo aiutando nel riordinare questo luogo in modo che in futuro la maggior parte di tale lavoro sia fatta in commissione e non dobbiamo avere a che fare con centinaia e, in alcuni casi, migliaia di emendamenti. Ciò che abbiamo portato a termine rientra pienamente nel Regolamento e tutti voi, in particolare coloro che credono in questa sede, dovrebbero trarne una lezione.

 
  
MPphoto
 
 

  Martin Schulz, a nome del gruppo PSE. – (DE) Signor Presidente, in base all’articolo 171 del Regolamento, presento la seguente mozione a nome del gruppo socialista al Parlamento europeo: considerata l’urgente necessità di discutere il Regolamento e la sua interpretazione, chiedo che la seduta sia sospesa da questo momento e che tutte le altre discussioni, incluse le dichiarazioni di voto, siano posticipate alle dieci di questa sera.

(Applausi)

 
  
MPphoto
 
 

  Presidente . - Quattordici deputati hanno chiesto dichiarazioni di voto per ciascuna delle sette discussioni tenutesi ieri e questa mattina. Quattordici deputati, ognuno dei quali ha chiesto una dichiarazione su ciascuno dei sette dibattiti: dieci sono membri del gruppo IND/DEM, due del gruppo PPE/DE e due sono Non Iscritti.

Se tali dichiarazioni di voto si svolgessero ora, probabilmente occorrerebbero circa due ore del nostro tempo.

Pertanto, propongo all’Assemblea la seguente mozione di procedura: svolgiamo le dichiarazioni di voto e rimaniamo in Aula ancora per due ore oppure sospendiamo adesso la seduta come proposto dall’onorevole Schulz e procediamo stasera con le dichiarazioni di voto.

(Il Parlamento manifesta il suo assenso)

Onorevoli deputati, la notifica delle dichiarazioni di voto sarà fornita alle 15.00.

 
Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2008Avviso legale