Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 10 luglio 2008 - StrasburgoEdizione GU
ALLEGATO (Risposte scritte) - INTERROGAZIONI AL CONSIGLIO (La Presidenza in carica del Consiglio dell’Unione europea è la sola responsabile di queste risposte)

Interrogazione n. 21 dell’on. Sarah Ludford (H-0467/08 )  
 Oggetto: Impronte digitali dei bambini per combattere la tratta dei minori
H-0467/08
 

Sembra che la rilevazione delle impronte digitali dei bambini a partire dall’età di sei anni (o meno) si riveli utile nella lotta contro il traffico di bambini. Il medesimo argomento è stato utilizzato per sostenere la proposta secondo cui i bambini di età inferiore a 12 anni dovrebbero avere un proprio passaporto.

Tuttavia mancano dati obiettivi che consentano di verificare queste affermazioni. E’ a conoscenza il Consiglio di studi che confermino il nesso tra la rilevazione di impronte digitali in tenera età e una minore incidenza del traffico di bambini?

 
  
 

Questa risposta, elaborata dalla Presidenza, e di per sé non vincolante per il Consiglio né per i suoi membri, non è stata fornita oralmente durante il Tempo delle interrogazioni al Consiglio della tornata tenuta dal Parlamento europeo a Strasburgo nel luglio 2007.

Il Consiglio non è al momento al corrente riguardo ad alcuni studio che confermi il nesso tra la rilevazione delle impronte digitali in tenera età e un minore rischio della tratta di minori.

 
Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2008Avviso legale