Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2008/2693(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B6-0106/2009

Testi presentati :

B6-0106/2009

Discussioni :

PV 11/03/2009 - 12
CRE 11/03/2009 - 12

Votazioni :

PV 12/03/2009 - 7.11
CRE 12/03/2009 - 7.11
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P6_TA(2009)0135

Discussioni
Giovedì 12 marzo 2009 - Strasburgo Edizione GU

7.11. Relazione sui progressi compiuti dall’ex Repubblica iugoslava di Macedonia nel 2008 (votazione)
PV
  

- Prima della votazione:

 
  
MPphoto
 

  Erik Meijer, autore. (EN) Signor Presidente, prima di votare sulla risoluzione che ho presentato sul processo di adesione dell’ex Repubblica iugoslava di Macedonia, vorrei fare tre osservazioni di carattere tecnico in modo che gli onorevoli colleghi possano decidere in merito al testo corretto.

La prima osservazione è la seguente: laddove il testo fa riferimento al negoziatore macedone al paragrafo 12, dovrebbe recitare “il negoziatore dell’ex Repubblica iugoslava di Macedonia”. Questa redazione è in linea con le decisioni assunte in occasione della votazione sulle mie relazioni del 2007 e del 2008.

In secondo luogo, al paragrafo 18, Chiesa ortodossa macedone è la denominazione ufficiale della più numerosa comunità religiosa del paese. Tale denominazione consente di operare una distinzione rispetto alla Chiesa serbo-ortodossa. L’uso dell’aggettivo “macedone” non può essere sostituito da un qualsiasi altro riferimento al nome di uno Stato. Dal momento che questa è la denominazione ufficiale di un’istituzione, ne propongo l’utilizzo fra virgolette.

In terzo luogo, per quanto concerne la traduzione del termine “pending” al paragrafo 10 nella frase “pending the full implementation of the key priorities of the Accession Partnership” ho notato che almeno le versioni francese e italiana differiscono dal testo in inglese, tedesco e olandese. Per la traduzione definitiva propongo di prendere come riferimento la versione originale inglese.

 
  
 

- Sul paragrafo 12:

 
  
MPphoto
 

  Giorgos Dimitrakopoulos, a nome del gruppo PPE-DE. – (EL) Signor Presidente, al paragrafo 12 avevamo l’emendamento n. 1 dell’onorevole Swoboda rispetto al quale è stata chiesta una votazione per appello nominale. Come sapete, oggi l’onorevole Swoboda ha ritirato l’emendamento n. 1. Vorrei pertanto chiedere una votazione per appello nominale sulla seconda parte del paragrafo 12.

 
  
 

- Prima della votazione sull’emendamento n. 2:

 
  
MPphoto
 

  Anna Ibrisagic, a nome del gruppo PPE-DE. (EN) Signor Presidente, vorrei proporre l’eliminazione di una parte del testo. Il nuovo testo della seconda parte del paragrafo 13 diverrebbe quindi: “auspica che, in vista del nuovo ciclo di negoziati previsto dal “processo di Nimetz”, tutti i governi dei paesi vicini appoggino l’integrazione di tale paese nell’Unione europea, contribuendo in tal modo alla stabilità e alla prosperità della regione,”.

 
  
 

(L’Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell’emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Hannes Swoboda, a nome del gruppo PSE. – (DE) Signor Presidente, desidero innanzi tutto premettere che ritengo ingiusto sia stata respinta parte del mio testo originario quando ho ritirato l’emendamento. Non ritengo sia una procedura equa.

Tuttavia, per quanto concerne l’intervento dell’onorevole Ibrisagic poc’anzi, vorrei confermare che possiamo accettare la redazione proposta. Desidero altresì ritirare il mio emendamento n. 3 e spero l’altra parte voglia riservarmi un trattamento equo.

 
Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2009Avviso legale