Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 4 luglio 2018 - Strasburgo Edizione provvisoria

17. Recente dichiarazione del ministro dell'Interno italiano sui sinti e i rom e diritti delle minoranze nell'UE (discussione di attualità)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Elly Schlein (S&D ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, il ministro Salvini in un solo mese ha mostrato la vera natura della Lega, dando subito un'impronta chiara al nuovo governo: vigliacca e profondamente discriminatoria.

Anziché risolvere i problemi, utilizza il ruolo istituzionale per continuare a fare propaganda, scegliendo ogni giorno un nemico diverso, riecheggiando in modo sempre meno sfumato il periodo più buio della nostra storia comune: minaccia scontri, promette esclusioni, annuncia ritorsioni. Ovviamente al di fuori di ogni cornice del diritto, come nel caso della sparata sul censimento dei rom, in aperta violazione della Costituzione, del principio di uguaglianza, della Carta europea dei diritti dell'uomo e della normativa sulla privacy.

Lui preferisce chiamarla "anagrafe per espellere gli irregolari" ma mentre cito testualmente, dice "i rom italiani te li devi tenere a casa", salvo poi alle prime proteste – e ce ne sono state tante – rimangiarsi tutto e giustificarsi con la stucchevole retorica del buon padre di famiglia, dicendo che la schedatura serve solo a tutelare i bambini.

Ma cosa ci dice dei bambini che state lasciando morire in mare, chiudendo i porti e impedendo i soccorsi, con la complicità degli altri governi europei? Se ne occuperà la Guardia costiera libica, dite; abbiamo visto come.

È molto facile veicolare le paure e le insicurezze delle persone verso i più deboli, gli ultimi arrivati. Ma perché non puntate mai il dito in alto, ad esempio a quelle multinazionali che eludono il fisco ogni anno per mille miliardi, rubando risorse fondamentali ai cittadini?

E non se la prende solo coi rom o coi migranti ma anche con la comunità LGBT, ultimamente pure con Saviano, da anni sotto scorta per le minacce della mafia, minacciando di togliergli la scorta per le sue critiche.

Non solo in Italia, ma in Ungheria, in Polonia e in molti paesi dell'UE i diritti fondamentali che abbiamo messo a fondamento dell'Unione sono a rischio: le istituzioni europee devono reagire prima che sia troppo tardi.

Non possiamo permettere che gruppi di persone vengano discriminate o la storia non ci ha insegnato niente? La società più sicura, cari colleghi, è quella che riesce a essere più inclusiva e mi dispiace che non ci sia nessun collega dei 5 Stelle a questo dibattito perché ora siete responsabili anche voi che governate insieme a loro.

 
Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2018Avviso legale