Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 24 ottobre 2018 - Strasburgo Edizione provvisoria

8. Conclusioni del Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre 2018 (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Patrizia Toia (S&D ). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, devo dire che è un po' triste, per chi crede alle istituzioni europee e all'Europa, dover commentare il Consiglio europeo di ottobre, soprattutto se penso alla discussione che abbiamo fatto in quest'Aula in preparazione del Consiglio stesso.

Siamo andati molto indietro rispetto alle pur evanescenti e pallide decisioni di giugno e devo dire che è sparito ogni riferimento alla solidarietà, a una politica comune sull'immigrazione. Se si toglie la decisione sulla Brexit, credo che potremmo dire che è stato un Consiglio europeo del niente, della rinuncia a esercitare la propria responsabilità.

E mi chiedo veramente perché. Insomma, siamo alla fine di una legislatura, siamo alla fine anche di una "consigliatura", perché arrenderci così? Perché arrivare alla fine del nostro lavoro con una specie di rinuncia, di resa? Ci rendiamo conto che questo spalanca le porte ai nemici dell'Europa, che sono numerosi e crescenti?

Se penso a questa rinuncia a fare una politica seria, che è stata progressivamente distrutta e sbiadita da Consiglio a Consiglio, se penso che a questo ha contribuito anche il governo del mio paese in maniera determinante, sono veramente sconsolata!

E se abbino questo, voi dovete saperlo, a decisioni che all'interno della legislazione nazionale stanno distruggendo tutto quello che si è fatto per l'integrazione, io vi chiedo davvero di aprire gli occhi e di stare dalla parte di chi vuole ancora una politica europea sull'immigrazione.

 
Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2018Avviso legale