Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 24 ottobre 2018 - Strasburgo Edizione rivista

21. Tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Rosa D'Amato (EFDD ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, il tema dei pedaggi stradali è particolarmente delicato per le ripercussioni sia in materia ambientale che di sicurezza delle infrastrutture.

Abbiamo sostenuto nel testo i principi per cui "chi usa paga" e "chi inquina paga", in quanto è giusto che i costi sostenuti dagli utenti dipendano dall'effettivo utilizzo di una determinata tratta stradale e che vi siano condizioni uniformi nei diversi paesi europei.

Allo stesso tempo, tuttavia, è importante che i pedaggi riscossi vengano reinvestiti nella manutenzione delle strade, delle gallerie, dei ponti e dei viadotti, soprattutto alla luce dei recenti tristi accadimenti occorsi in Italia.

Non dimentichiamo che l'obiettivo del pedaggio è quello di recuperare i costi degli investimenti effettuati e di sostenere quelli per la manutenzione, l'ammodernamento, l'innovazione, la sostenibilità e la gestione delle infrastrutture.

Noi sosterremo l'obiettivo di maggiore tutela dell'ambiente e di riduzione della congestione stradale durante i futuri negoziati con il Consiglio. Ci batteremo per evitare che i pedaggi siano una fonte di arricchimento per i privati, e quindi per i concessionari, che perseguono la sola logica del profitto, dimenticando l'importanza della sicurezza degli utenti della strada e dell'ambiente, portando al paradosso di incrementare i costi in assenza di benefici concreti per i cittadini.

 
Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2019Avviso legale