Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Procedura : 2018/2968(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo dei documenti :

Testi presentati :

RC-B8-0568/2018

Discussioni :

PV 13/12/2018 - 7.2
CRE 13/12/2018 - 7.2

Votazioni :

PV 13/12/2018 - 9.9

Testi approvati :

P8_TA(2018)0526

Discussioni
Giovedì 13 dicembre 2018 - Strasburgo Edizione rivista

7.2. Egitto, in particolare la situazione dei difensori dei diritti umani
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Elly Schlein (S&D ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, sono quasi 35 mesi che dobbiamo chiedere e continuare a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni.

È un bene che il Parlamento oggi, con questa risoluzione, torni a chiedere con forza la piena collaborazione delle autorità egiziane con quelle italiane nelle indagini e negli interrogatori e anche di garantire la sicurezza dei legali italiani ed egiziani che stanno indagando per trovare la verità.

Bisogna anche porre fine alle violenze, alle torture, alle sparizioni forzate in Egitto. È positivo che nella risoluzione si chieda di liberare Amal Fathy, subito e incondizionatamente, e anche i vari difensori dei diritti umani che sono illegittimamente detenuti.

Un'altra cosa che vorrei aggiungere è che non possiamo considerare – nessun paese europeo deve considerare – l'Egitto un paese sicuro, non ci sono le condizioni. Inoltre smettere di vendere armi al regime di Al Sisi sarebbe un buon inizio, e lo dico ad alcuni governi che stanno continuando a farlo.

Se mettete davanti gli interessi commerciali e l'ossessione di bloccare i migranti, voi state tradendo i diritti fondamentali che abbiamo posto alla base di questa Unione. Quindi, davvero, cerchiamo coerenza e cerchiamo verità e giustizia per quello che è successo a Giulio Regeni.

 
Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2019Avviso legale