Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 26 marzo 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria

8.4. Il diritto d'autore nel mercato unico digitale (A8-0245/2018 - Axel Voss)
Video degli interventi
MPphoto
 

  Isabella Adinolfi (EFDD ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, eravamo partiti con il giusto obiettivo di riformare la direttiva sul diritto d'autore, aggiornandola, visto che ormai ha quasi vent'anni e invece abbiamo finito per approvare un testo che mette a repentaglio la libertà di Internet e i diritti fondamentali.

Non un grande risultato, quindi, per chi, soprattutto come me, ha a cuore la libertà della rete e la libertà di espressione, capisaldi di un qualsiasi sistema che voglia dirsi democratico.

L'accordo raggiunto in trilogo non è soddisfacente perché, se da un lato vi sono degli articoli condivisibili che introducono dei giusti cambiamenti alla luce dei progressi tecnologici e dell'avvento del digitale, dall'altro pesa la presenza dei due articoli ex undici e tredici che viziano tutta quanta la direttiva, perché rischiano di mettere a repentaglio la rete e imbrigliare la libertà di espressione su Internet.

Ciò è inaccettabile e quindi non abbiamo potuto che votare contro. La rete deve rimanere libera e il Movimento 5 Stelle si batterà sempre per questo.

 
Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2019Avviso legale