PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 95kDOC 48k
11.11.2011
PE472.824v01-00
 
B7-0612/2011

presentata a norma dell'articolo 120 del regolamento


sulla vigilanza sull'azione delle aziende farmaceutiche


Sergio Paolo Francesco Silvestris

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla vigilanza sull'azione delle aziende farmaceutiche  
B7‑0612/2011

Il Parlamento europeo,

–   vista la direttiva 2001/83/CE del Parlamento europeo e del Consiglio recante un codice comunitario relativo ai medicinali per uso umano,

–   visto l'articolo 120 del suo regolamento,

A. considerando che l'industria farmaceutica, settore strategico per l'Europa, reca un contributo insostituibile al benessere dei cittadini europei fornendo medicinali e favorendo la crescita economica e l'occupazione;

B.  considerando tuttavia le ripetute truffe ai danni della salute umana, come i numerosi casi di medicinali contraffatti, o i raggiri agli Stati membri da parte dei grandi gruppi farmaceutici, come i casi di aumenti ingiustificati dei prezzi dei principi attivi;

C. considerando l'ultima inchiesta della procura di Firenze, che sta indagando sul gruppo Menarini, reo di aver girato 860 milioni di euro ottenuti illecitamente su conti correnti esteri di oltre 900 società fittizie, compiacenti fornitrici di principi attivi a prezzi gonfiati;

D. tenendo presente che i farmaci dovrebbero avere un prezzo equo per la popolazione europea, soprattutto per le fasce di reddito più basso;

1.  chiede al Consiglio e alla Commissione che si predispongano adeguati controlli sulle case farmaceutiche con rapporti di collaborazione fra i vari Stati membri;

2.  invita Consiglio e Commissione a istituire una commissione d'inchiesta che, partendo dalla vicenda summenzionata, proceda ad investigazioni sui casi di truffe nei prezzi di vendita dei prodotti farmaceutici in tutta Europa;

3.  chiede alla Commissione di definire con gli Stati membri provvedimenti di cancellazione dal prontuario farmaceutico di tutte quelle aziende farmaceutiche che, a seguito d'inchieste, risultino complici di truffe.

Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2011Avviso legale