Procedura : 2014/2600(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B7-0217/2014

Testi presentati :

B7-0217/2014

Discussioni :

Votazioni :

PV 27/02/2014 - 10.13

Testi approvati :

P7_TA(2014)0176

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 105kWORD 51k
Vedasi anche la proposta di risoluzione comune RC-B7-0207/2014
25.2.2014
PE529.576v01-00
 
B7-0217/2014

presentata a seguito di una dichiarazione del vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

a norma dell'articolo 110, paragrafo 2, del regolamento


sulla situazione in Venezuela (2014/2600(RSP))


Véronique De Keyser, María Muñiz De Urquiza, Luis Yáñez-Barnuevo García a nome del gruppo S&D

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione in Venezuela (2014/2600(RSP))  
B7‑0217/2014

Il Parlamento europeo,

–       viste le sue precedenti risoluzioni sulla situazione in Venezuela,

–       vista la dichiarazione del vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza del 14 febbraio 2014,

–       visto l'articolo 110, paragrafo 2, del suo regolamento,

A.     considerando la gravità dell'attuale situazione in Venezuela, in particolare gli incidenti del 12 febbraio in cui le manifestazioni di contestazione sociale sono degenerate e almeno 10 persone sono state uccise e tra 500 e 600 ferite e arrestate;

B.     considerando la tensione politica e l'escalation della violenza in tutto il paese, i cui responsabili sono gruppi armati clandestini che sparano impunemente sui manifestanti per le vie di Caracas e nel resto del paese;

C.     considerando la repressione esercitata soprattutto nei confronti degli studenti, dei giornalisti e dei dirigenti dell'opposizione che sono stati perseguitati e hanno visto vilipesa la loro libertà;

D.     considerando che la libertà di espressione e il diritto di partecipare a manifestazioni pacifiche sono elementi fondamentali della democrazia, che la parità e la giustizia per tutti sono impossibili senza l'esistenza di libertà fondamentali e il rispetto dei diritti di tutti i cittadini;

E.     considerando che nonostante le sue grandi riserve di petrolio, il Venezuela patisce una difficilissima situazione economica contraddistinta, tra l'altro, da un elevatissimo tasso di inflazione e una carenza di approvvigionamenti di beni di base, il che alimenta gravi disparità sociali e è fonte di conflitti e di malcontento della popolazione;

F.     considerando che solo il rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, un dialogo costruttivo e rispettoso e la tolleranza possono aiutare il paese a uscire da questa grave crisi e a superare quindi le future difficoltà;

1.      condanna gli atti di violenza, in particolare la perdita di vite umane in occasione delle manifestazioni pacifiche del 12 febbraio 2014; esprime il suo sincero cordoglio alle famiglie delle vittime;

2.      esige la cessazione della violenza e invita al dialogo tra tutte le forze politiche per garantire la protezione e la sicurezza dei cittadini e il ritorno alla calma e alla normalità;

3.      chiede alle autorità venezuelane di disarmare immediatamente i gruppi armati e di scioglierli ponendo fine alla loro impunità e esigendo chiarimenti sui crimini commessi;

4.      incoraggia il governo venezuelano a istituire un dialogo democratico, costruttivo e rispettoso dei diritti civici e delle libertà fondamentali onde ritrovare la solidità istituzionale e giuridica e aiutare il paese a superare le difficoltà che inquietano il popolo venezuelano;

5.      chiede alle autorità governative la liberazione dei 600 manifestanti detenuti, in particolare giovani, dirigenti dell'opposizione, giornalisti e pacifici manifestanti;

6.      ricorda l'importanza del rispetto della libertà d'espressione e della libertà di manifestare pacificamente che costituiscono i fondamenti del corretto funzionamento di uno Stato democratico;

7.      sottolinea che il rispetto della libertà di stampa, d'informazione e di opinione e il pluralismo politico costituiscono una base fondamentale della democrazia;

8.      incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio dell'Unione europea, alla Commissione, al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, all'Assemblea parlamentare EuroLat, al segretariato generale dell'OEA nonché al governo e all'Assemblea nazionale della Repubblica bolivariana del Venezuela.

 

Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2014Avviso legale