Procedura : 2018/2752(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B8-0360/2018

Testi presentati :

B8-0360/2018

Discussioni :

PV 11/09/2018 - 15
CRE 11/09/2018 - 15

Votazioni :

PV 12/09/2018 - 6.8

Testi approvati :

P8_TA(2018)0341

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 167kWORD 47k
Vedasi anche la proposta di risoluzione comune RC-B8-0308/2018
5.9.2018
PE624.069v01-00
 
B8-0360/2018

presentata a seguito di una dichiarazione del vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

a norma dell'articolo 123, paragrafo 2, del regolamento


sui sistemi d'arma autonomi (2018/2752(RSP))


Fabio Massimo Castaldo, Dario Tamburrano, Isabella Adinolfi, Rolandas Paksas a nome del gruppo EFDD

Risoluzione del Parlamento europeo sui sistemi d'arma autonomi (2018/2752(RSP))  
B8-0360/2018

Il Parlamento europeo,

–  visto il suo studio del 3 maggio 2013 dal titolo "Human rights implications of the usage of drones and unmanned robots in warfare" (Conseguenze sui diritti umani dell'utilizzo di droni e robot automatizzati nei conflitti bellici),

–  viste le sue numerose posizioni, raccomandazioni e risoluzioni, che sollecitano il divieto dei sistemi d'arma autonomi, come il mandato ad avviare negoziati approvato in Aula il 13 marzo 2018 in vista dell'adozione di un regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa, la sua risoluzione del 13 dicembre 2017 sulla relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo nel 2016 e sulla politica dell'Unione europea in materia(1), la sua raccomandazione al Consiglio del 7 luglio 2016 sulla 71ª sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite(2) e la sua risoluzione del 27 febbraio 2014 sull'utilizzo di droni armati(3),

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo, del 31 maggio 2017(4), che sollecita un approccio sull'intelligenza artificiale sotto il controllo dell'uomo e il divieto di armi autonome,

–  visto l'appello della Santa Sede a vietare le armi autonome(5),

–  viste le pertinenti dichiarazioni del Comitato internazionale della Croce Rossa(6),(7) e le iniziative della società civile, come la Campagna per fermare i robot killer(8), che rappresenta 70 organizzazioni in 30 paesi, tra cui Human Rights Watch, Article 36 e Amnesty International,

–  visto l'articolo 123, paragrafo 2, del suo regolamento,

A.  considerando che gli sviluppi in materia di intelligenza artificiale (IA) influiscono sulla difesa e aprono la strada a nuovi ambiti di ricerca che potrebbero sfociare nella creazione di sistemi di difesa completamente automatizzati, inclusi sistemi dotati di capacità letali;

B.  considerando questi nuovi sistemi d'arma solleveranno un'ampia serie di interrogativi di ordine morale ed etico, oltre ad avere ripercussioni sotto il profilo industriale, della ricerca e dello sviluppo (R&S) nonché militare; che tali sistemi tecnologici saranno in grado di prendere di mira e ingaggiare qualsiasi oggetto senza alcun tipo di controllo umano, vale a dire in modo del tutto autonomo;

C.  considerando che lo sviluppo di tali sistemi darà vita a un nuovo ambito di R&S per il settore della difesa, conducendo a un'automatizzazione graduale dei sistemi d'arma, quali carri armati, aeromobili, droni e imbarcazioni marittime, con ripercussioni per tutti gli aspetti della guerra moderna;

D.  considerando che un sistema di difesa completamente automatizzato comporta un serio problema in termini di rendicontabilità delle sue azioni in ragione della possibile mancanza di controllo umano;

E.  considerando che lo sviluppo di tali sistemi porterà a un indebolimento o a una rivalutazione delle norme internazionali relative alla guerra e ai diritti umani;

F.  considerando che diversi attori della società civile (negli Stati membri dell'UE e non solo) sono già impegnati nel contrastare lo sviluppo dei "robot killer"; che tali preoccupazioni sono condivise anche da scienziati e ricercatori attivi in questo settore;

G.  considerando che un'ulteriore evoluzione del ciberdominio potrebbe altresì pregiudicare la sicurezza dei sistemi d'arma basati sull'IA;

1.  ricorda la necessità di avviare urgentemente un dibattito globale sulla proliferazione dei sistemi d'arma autonomi letali e sottolinea che eventuali ritardi in tal senso potrebbero accrescere il loro impatto sulla sicurezza internazionale;

2.  invita il vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza (VP/AR), gli Stati membri e il Consiglio a elaborare e adottare con urgenza una posizione comune in materia di sistemi d'arma autonomi, garantendo nel contempo che gli aspetti etici e morali siano tenuti in considerazione; rammenta il rischio associato allo sviluppo di sistemi d'arma del tutto indipendenti da qualsiasi tipo di controllo umano, segnatamente con riguardo all'ingaggio di obiettivi;

3.  esorta il VP/AR, gli Stati membri e il Consiglio, in coordinamento anche con i partner esteri e le organizzazioni internazionali, a istituire un divieto internazionale dei sistemi d'arma privi di un opportuno controllo umano nella funzione critica della selezione e dell'ingaggio di obiettivi, come richiesto dal Parlamento in varie occasioni; evidenzia altresì l'importanza fondamentale di monitorare e regolamentare in modo rigoroso la ricerca, lo sviluppo e la produzione dei sistemi d'arma privi di controllo umano, in particolare per quanto riguarda funzioni critiche quali la selezione e l'ingaggio di obiettivi;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione, al Servizio europeo per l'azione esterna, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri nonché alle Nazioni Unite.

 

(1)

Testi approvati, P8_TA(2017)0494.

(2)

GU C 101 del 16.3.2018, pag. 166.

(3)

GU C 285 del 29.8.2017, pag. 110.

(4)

https://www.eesc.europa.eu/en/news-media/press-releases/artificial-intelligence-europe-needs-take-human-command-approach-says-eesc

(5)

https://zenit.org/articles/holy-see-to-un-lethal-autonomous-weapon-systems-should-be-prohibited/

(6)

https://www.icrc.org/en/publication/4283-autonomous-weapons-systems#

(7)

 https://www.unog.ch/80256EDD006B8954/(httpAssets)/42010361723DC854C1258264005C3A7D/$file/CCW_GGE.1_2018_WP.5+ICRC+final.pdf

(8)

https://www.stopkillerrobots.org/wp-content/uploads/2018/03/KRC_Briefing_CCWApr2018.pdf

Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2018Avviso legale