Procedura : 2007/0292(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A6-0298/2008

Testi presentati :

A6-0298/2008

Discussioni :

Votazioni :

PV 23/09/2008 - 5.17
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P6_TA(2008)0430

RELAZIONE     ***I
PDF 162kDOC 99k
8 luglio 2008
PE 407.754v02-00 A6-0298/2008

sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali (rifusione)

(COM(2007)0858 – C6-0005/2008 – 2007/0292(COD))

Commissione giuridica

Relatore: József Szájer

(Rifusione – articolo 80 bis del regolamento)

PR_COD_1Recastingam

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PARERE della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare
 ALLEGATO: PARERE DEL GRUPPO CONSULTIVO DEI SERVIZI GIURIDICI DEL PARLAMENTO EUROPEO, DEL CONSIGLIO E DELLA COMMISSIONE
 PROCEDURA

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali (rifusione)

(COM(2007)0858 – C6-0005/2008 – 2007/0292(COD))

(Procedura di codecisione: rifusione)

Il Parlamento europeo,

–   vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2007)0858),

–   visti l'articolo 251, paragrafo 2, e l'articolo 95, del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0005/2008),

–   visto l'accordo interistituzionale del 28 novembre 2001 ai fini di un ricorso più strutturato alla tecnica della rifusione degli atti normativi(1),

–   visti gli articoli 80 bis e 51 del suo regolamento,

–   visti la relazione della commissione giuridica e il parere della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (A6-0298/2008),

A. considerando che, secondo il gruppo consultivo dei servizi giuridici del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione, la proposta in questione non contiene modificazioni sostanziali se non quelle espressamente indicate come tali e che, per quanto concerne le disposizioni rimaste immutate dei testi esistenti, la proposta si limita ad una mera codificazione di tali disposizioni, senza modificazioni sostanziali,

1.  approva la proposta della Commissione quale adattata alle raccomandazioni del gruppo consultivo dei servizi giuridici del Parlamento, del Consiglio e della Commissione, e quale di seguito emendata;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.

Emendamento  1

Proposta di direttiva

Articolo 11 – paragrafo 4 – comma 2

Testo della Commissione

Emendamento

Le misure volte a modificare elementi non essenziali della presente direttiva sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all'articolo 14, paragrafo 3.

Le misure volte a modificare elementi non essenziali della presente direttiva sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all'articolo 14, paragrafo 2. Per imperativi motivi di urgenza la Commissione può applicare la procedura d'urgenza di cui all'articolo 14, paragrafo 3.

Motivazione

Si dovrebbe usare un testo standard per la procedura d'urgenza al fine di garantire che si ricorra a detta procedura solamente in caso di imperativi motivi di urgenza.

Emendamento  2

Proposta di direttiva

Allegato II – paragrafo 2 – comma 3

Testo della Commissione

Emendamento

Tuttavia si può non applicare la lettera d) alle acque minerali estratte, utilizzate e commercializzate nel territorio di uno Stato membro, se in questo Stato membro, all'atto della notificazione della presente direttiva, sia autorizzato il trasporto in cisterna dell'acqua minerale naturale dalla sorgente sino allo stabilimento di imbottigliamento.

Tuttavia si può non applicare la lettera d) alle acque minerali estratte, utilizzate e commercializzate nel territorio di uno Stato membro, se in questo Stato membro, all'atto della notificazione della direttiva 80/777/CEE, sia autorizzato il trasporto in cisterna dell'acqua minerale naturale dalla sorgente sino allo stabilimento di imbottigliamento.

Motivazione

Occorre chiarire che la menzione "la presente direttiva" si riferisce alla direttiva 80/777/CEE.

(1)

GU C 77 del 28.3.2002, pag. 1.


MOTIVAZIONE

La decisione 1999/468/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, recante modalità per l'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione(1) è stata modificata dalla decisione 2006/512/CE del Consiglio del 17 luglio 2006(2). L'articolo 5 bis della decisione 1999/468/CE modificata ha introdotto la nuova "procedura di regolamentazione con controllo" (PRC) per l'adozione di "misure di portata generale volte a modificare elementi non essenziali di un atto di base adottato secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato, anche sopprimendo taluni di questi elementi o completandolo con l'aggiunta di nuovi elementi, non essenziali".

A seguito dello screening della normativa esistente e delle procedure in corso(3), la Commissione europea ha presentato, tra le altre, la proposta di rifusione in esame, convertita da una codificazione al fine di introdurvi le modifiche necessarie per adattarla alla procedura di regolamentazione con controllo.

Con decisione del 12 dicembre 2007 la Conferenza dei presidenti ha designato la commissione giuridica quale commissione competente per l'adeguamento alla procedura di comitatologia, designando le commissioni specializzate come commissioni competenti per parere. Il 15 gennaio 2008 la Conferenza dei presidenti di commissione ha concordato le modalità della cooperazione tra la commissione giuridica e le altre commissioni interessate.

Giacché l'adeguamento proposto alla PRC è completo, la commissione giuridica non propone emendamenti ad eccezione di quello proposto dalla commissione specializzata con riferimento alla procedura d'urgenza e di un altro di natura tecnica.

(1)

GU C 203 del 17.7.1999, pag. 1.

(2)

GU L 200 del 22.7.2006, pag. 11.

(3)

COM(2007)0740.


PARERE della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (5.6.2008)

destinato alla commissione giuridica

sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali (rifusione)

(COM(2007)0858 – C6-0005/2008 – 2007/0292(COD))

Relatrice per parere: Irena Belohorská

EMENDAMENTI

La commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare invita la commissione giuridica, competente per il merito, a includere nella sua relazione i seguenti emendamenti:

Emendamento  1

Proposta di direttiva

Articolo 11 – paragrafo 4 – comma 2

Testo della Commissione

Emendamento

Le misure volte a modificare elementi non essenziali della presente direttiva sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all'articolo 14, paragrafo 3.

Le misure volte a modificare elementi non essenziali della presente direttiva sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all'articolo 14, paragrafo 2. Per imperativi motivi di urgenza la Commissione può applicare la procedura d'urgenza di cui all'articolo 14, paragrafo 3.

Motivazione

Si dovrebbe usare un testo standard per la procedura d'urgenza al fine di garantire che si ricorra a detta procedura solamente in caso di imperativi motivi di urgenza.

Emendamento  2

Proposta di direttiva

Allegato II – paragrafo 2 – comma 3

Testo della Commissione

Emendamento

Tuttavia si può non applicare la lettera d) alle acque minerali estratte, utilizzate e commercializzate nel territorio di uno Stato membro, se in questo Stato membro, all'atto della notificazione della presente direttiva, sia autorizzato il trasporto in cisterna dell'acqua minerale naturale dalla sorgente sino allo stabilimento di imbottigliamento.

Tuttavia si può non applicare la lettera d) alle acque minerali estratte, utilizzate e commercializzate nel territorio di uno Stato membro, se in questo Stato membro, all'atto della notificazione della direttiva 80/777/CEE, sia autorizzato il trasporto in cisterna dell'acqua minerale naturale dalla sorgente sino allo stabilimento di imbottigliamento.

Motivazione

Occorre chiarire che la menzione "la presente direttiva" si riferisce alla direttiva 80/777/CEE.

PROCEDURA

Titolo

sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali (rifusione)

Riferimenti

(COM(2007)0858 – C6-0005/2008 – 2007/0292(COD))

Commissione competente per il merito

JURI

Parere espresso da

  Annuncio in Aula

ENVI19.2.2008

Relatore per parere

  Nomina

Irena Belohorská

27.2.2008

Esame in commissione

5.5.2008

0.0.0000

0.0.0000

 

 

Approvazione

3.6.2008

Esito della votazione finale

+ :– :

0 :

520

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Georgs Andrejevs, Margrete Auken, Liam Aylward, Pilar Ayuso, Irena Belohorská, Johannes Blokland, John Bowis, Frieda Brepoels, Dorette Corbey, Magor Imre Csibi, Chris Davies, Mojca Drčar Murko, Edite Estrela, Anne Ferreira, Matthias Groote, Françoise Grossetête, Cristina Gutiérrez-Cortines, Satu Hassi, Gyula Hegyi, Marie Anne Isler Béguin, Christa Klaß, Eija-Riitta Korhola, Peter Liese, Jules Maaten, Roberto Musacchio, Riitta Myller, Péter Olajos, Miroslav Ouzký, Vladko Todorov Panayotov, Vittorio Prodi, Frédérique Ries, Dagmar Roth-Behrendt, Guido Sacconi, Horst Schnellhardt, Richard Seeber, Kathy Sinnott, Bogusław Sonik, María Sornosa Martínez, Antonios Trakatellis, Anja Weisgerber, Åsa Westlund, Anders Wijkman, Glenis Willmott

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Inés Ayala Sender, Iles Braghetto, Bairbre de Brún, Genowefa Grabowska, Rebecca Harms, Henrik Lax, Johannes Lebech, Miroslav Mikolášik, Alojz Peterle


ALLEGATO: PARERE DEL GRUPPO CONSULTIVO DEI SERVIZI GIURIDICI DEL PARLAMENTO EUROPEO, DEL CONSIGLIO E DELLA COMMISSIONE

PARERE

ALL'ATTENZIONE            DEL PARLAMENTO EUROPEO

                                                       DEL CONSIGLIO

                                                       DELLA COMMISSIONE

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali

COM(2007)0858 def. del 21.12.2007 - 2007/0292(COD)

Visto l'accordo interistituzionale del 28 novembre 2001 ai fini di un ricorso più strutturato alla tecnica di rifusione degli atti normativi, in particolare il suo punto 9, il gruppo consultivo composto dai servizi giuridici del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione il 10 gennaio 2008 si è riunito per esaminare, tra l'altro, la suddetta proposta, presentata dalla Commissione.

In tale riunione(1), in seguito all'esame della proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che rifonde la direttiva 80/777/CEE del Consiglio, del 15 luglio 1980, in materia di ravvicinamento della legislazione degli Stati Membri sull'utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali naturali, il gruppo consultivo, di comune accordo, ha constatato che la proposta non contiene modificazioni sostanziali se non quelle espressamente indicate come tali nella proposta stessa o nel presente parere. Il gruppo consultivo ha altresì constatato che, per quanto concerne le disposizioni rimaste immutate dei testi esistenti, la proposta si limita ad una mera codificazione di tali disposizioni, senza modificazioni sostanziali.

C. PENNERA                                  J.-C. PIRIS                                      M. PETITE

Giureconsulto                                   Giureconsulto                                   Direttore generale

(1)

Il gruppo consultivo disponeva delle versioni linguistiche inglese, francese e tedesca della proposta e ha lavorato sulla base della versione inglese, ossia la versione originale del documento in discussione.


PROCEDURA

Titolo

Utilizzazione e commercializzazione delle acque minerali naturali (rifusione)

Riferimenti

COM(2007)0858 – C6-0005/2008 – 2007/0292(COD)

Presentazione della proposta al PE

21.12.2007

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

JURI

19.2.2008

Commissione(i) competente(i) per parere

       Annuncio in Aula

ENVI

19.2.2008

 

 

 

Relatore(i)

       Nomina

József Szájer

19.12.2007

 

 

Approvazione

26.6.2008

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

24

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Carlo Casini, Titus Corlăţean, Bert Doorn, Monica Frassoni, Giuseppe Gargani, Neena Gill, Othmar Karas, Piia-Noora Kauppi, Klaus-Heiner Lehne, Hans-Peter Mayer, Manuel Medina Ortega, Hartmut Nassauer, Aloyzas Sakalas, Francesco Enrico Speroni, Diana Wallis, Rainer Wieland, Jaroslav Zvěřina, Tadeusz Zwiefka

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Sharon Bowles, Vicente Miguel Garcés Ramón, Jean-Paul Gauzès, Eva Lichtenberger, József Szájer, Ieke van den Burg

Deposito

8.7.2008

Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2008Avviso legale