Procedura : 2006/0258(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0063/2009

Testi presentati :

A7-0063/2009

Discussioni :

Votazioni :

PV 24/11/2009 - 4.2
CRE 24/11/2009 - 4.2
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2009)0069

RELAZIONE     ***III
PDF 157kDOC 91k
13 novembre 2009
PE 430.487v03-00 A7-0063/2009

sul progetto comune, approvato dal comitato di conciliazione, di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche sui pesticidi

(PE-CONS 3676/2009 – C7-0258/2009 – 2006/0258(COD))

Delegazione del Parlamento europeo al comitato di conciliazione

Presidente della delegazione: Rodi Kratsa-Tsagaropoulou

Relatore: Bart Staes

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto comune, approvato dal comitato di conciliazione, di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche sui pesticidi

(PE-CONS 3676/2009 – C7-0258/2009 – 2006/0258(COD))

(Procedura di codecisione: terza lettura)

Il Parlamento europeo,

–   visto il progetto comune approvato dal comitato di conciliazione (PE-CONS 3676/2009 – C7-0258/2009),

–   vista la sua posizione in prima lettura(1) sulla proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2006)0778),

–   vista la sua posizione in seconda lettura(2) sulla posizione comune del Consiglio(3),

–   visto il parere formulato dalla Commissione sugli emendamenti del Parlamento alla posizione comune (COM(2009)0486),

–   visto l'articolo 251, paragrafo 5, del trattato CE,

–   visto l'articolo 69 del suo regolamento,

–   vista la relazione della sua delegazione al comitato di conciliazione (A7-0063/2009),

1.  approva il progetto comune;

2.  incarica il suo Presidente di firmare l'atto, congiuntamente al Presidente del Consiglio, a norma dell'articolo 254, paragrafo 1, del trattato CE;

3.  incarica il suo Segretario generale di firmare l'atto, previa verifica che tutte le procedure siano state debitamente espletate, e di procedere, d'intesa con il Segretario generale del Consiglio, a pubblicarlo nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione legislativa al Consiglio e alla Commissione.

(1)

GU C 66 E del 20.3.2009, pag. 98.

(2)

Testi approvati del 24.4.2009, P6_TA(2009)0318.

(3)

GU C 38 E del 17.2.2009, pag. 1.


MOTIVAZIONE

Contesto

L'obiettivo del regolamento proposto è di istituire un quadro giuridico e stabilire norme armonizzate in tema di rilevazione e di diffusione di statistiche sulla vendita e sull'uso dei pesticidi. In particolare, esso definisce norme relative alla frequenza e ai metodi di rilevazione dei dati, nonché al formato e alla periodicità degli obblighi di trasmissione dei medesimi.

Il regolamento proposto fa parte di un pacchetto legislativo che comprende la proposta di direttiva che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi e la proposta di regolamento relativo alla commercializzazione dei prodotti fitosanitari. Su entrambe le proposte i colegislatori hanno raggiunto un accordo a gennaio 2009.

Codecisione e conciliazione

A seguito di negoziati informali tra il Parlamento e il Consiglio prima della seconda lettura in Parlamento si è raggiunto un accordo ben equilibrato, che ha ottenuto l'appoggio della grande maggioranza dei gruppi politici. L'accordo consisteva in un pacchetto di 40 emendamenti, incentrati principalmente su:

§ la sostituzione, nel regolamento, dell'espressione 'prodotti fitosanitari' con il termine 'pesticidi', che corrisponde anche alla definizione riportata nella direttiva sull'utilizzo sostenibile, allo scopo di assicurare la chiarezza e la coerenza dell'intero pacchetto legislativo;

§ l'introduzione del concetto di 'prodotti biocidi', con la possibilità, in futuro, di estendere il campo di applicazione del regolamento concernente le statistiche sui pesticidi al fine di farvi rientrare l'utilizzo di determinati 'biocidi', in conformità con i risultati di uno studio d'impatto;

§ il miglioramento delle informazioni e l'aumento della trasparenza in tema di pesticidi attraverso la pubblicazione dei dati pertinenti su Internet;

§ l'inserimento di un riferimento chiaro al quadro legislativo generale sulle statistiche per quanto riguarda le modalità di utilizzo delle medesime (compreso l'obbligo di riservatezza);

§ la comitatologia, vale a dire l'introduzione della procedura di regolamentazione con controllo per quanto riguarda i requisiti delle relazioni sulla qualità dei dati rilevati trasmesse dagli Stati membri.

Tuttavia, a causa della bassissima presenza alla plenaria nel giorno della votazione in seconda lettura, il pacchetto di emendamenti negoziato – benché appoggiato dalla grande maggioranza dei deputati presenti – non ha ottenuto la necessaria maggioranza dei membri che compongono il Parlamento, ad eccezione di un unico emendamento.

Con una lettera dell'8 luglio 2009, il relatore e i presidenti dei gruppi politici PPE, S&D, ALDE, Verdi e GUE hanno ribadito il loro sostegno all'accordo provvisorio raggiunto in seconda lettura e hanno invitato il Consiglio a riflettere sulle modalità per riconfermare l'accordo.

Dopo una serie di contatti informali, il Consiglio ha infine deciso di respingere l'unico emendamento approvato e di andare quindi alla conciliazione, allo scopo di offrire una seconda possibilità per l'approvazione del pacchetto di emendamenti concordato.

Il 9 ottobre 2009 il Parlamento ha costituito la sua delegazione al comitato di conciliazione mediante procedura scritta (lettera della on. Kratsa, presidente della delegazione).

In una lettera al Consiglio la on. Kratsa ha ribadito che la delegazione del Parlamento era favorevole all'accordo provvisorio raggiunto in seconda lettura.

Alla riunione del Coreper del 14 ottobre il Consiglio ha confermato il suo sostegno al progetto comune, costituito dalla posizione comune modificata conformemente al pacchetto di emendamenti concordato nei negoziati informali in seconda lettura.

La delegazione del Parlamento ha approvato il progetto comune all'unanimità mediante procedura scritta (hanno votato 24 deputati, tutti a favore; nessuna astensione).

Su questa base, il comitato di conciliazione ha formalmente approvato il progetto comune, come punto "A", nella sua riunione del 4 novembre, nella quale il punto principale all'ordine del giorno era la conciliazione sulle telecomunicazioni.

Conclusione

Dal momento che l'obiettivo della conciliazione non era di riavviare i negoziati nel merito, ma semplicemente di offrire una seconda possibilità per l'approvazione dell'accordo ben equilibrato raggiunto in seconda lettura, il risultato della conciliazione può essere considerato altamente positivo per il Parlamento europeo. La delegazione del Parlamento al comitato di conciliazione raccomanda pertanto l'approvazione del progetto comune in terza lettura.


PROCEDURA

Titolo

Statistiche sui pesticidi

Riferimenti

PE-CONS 3676/2009 – C7-0258/2009 – 2006/0258(COD)

Presidente della delegazione: Vicepresidente

Rodi Kratsa-Tsagaropoulou

Commissione competente per il merito

  Presidente

AGRIJo Leinen

Relatore

Bart Staes

 

Proposta della Commissione

Proposta di regolamento del parlamento europeo e del consiglio relativo alle statistiche sui prodotti fitosanitari – COM(2006)0778 – C6-0457/2006

Prima lettura del PE – Numero P

12.3.2008

P6_TA(2008)0091

Proposta modificata della Commissione

 

Posizione comune del Consiglio

  Annuncio in Aula

11120/2/2008 – C6-0004/2009

15.1.2009

Posizione della Commissione(art. 251, par. 2, secondo comma, terzo trattino)

COM(2008)0899

Seconda lettura del PE – Numero P

24.4.2009

P6-TA(2009)0318

Parere della Commissione(art. 251, par. 2, terzo comma, lettera c))

COM(2009)0486

Ricevimento della seconda lettura da parte del Consiglio

26.06.2009

Lettera del Consiglio sulla mancata approvazione degli emendamenti del PE

26.10.2009

Riunioni del comitato di conciliazione

4.11.2009

 

 

 

Votazione della delegazione del PE

23.10.2009

Esito della votazione

+:

-:

0:

24

0

0

Membri titolari presenti

Rodi Kratsa-Tsagaropoulou, Alejo Vidal-Quadras, Pilar Ayuso, Françoise Grossetête, Cristina Gutiérrez-Cortines, Christa Klaß, Esther de Lange, Horst Schnellhardt, Richard Seeber, Marianne Thyssen, Anja Weisgerber, Jo Leinen, Dan Jørgensen, Linda McAvan, Andres Perello Rodriguez, Daciana Octavia Sârbu, Åsa Westlund, Chris Davies, Corinne Lepage, Frédérique Ries, Bart Staes, Satu Hassi and Kartika Tamara Liotard.

Supplenti presenti

Kriton Arsenis

Supplenti (art. 187, par. 2) presenti per la votazione

 

Accordo in sede di comitato di conciliazione

4.11.2009

Accordo con scambio di lettere

 

 

 

 

Constatazione, da parte dei copresidenti, dell'approvazione del progetto comune e trasmissione di quest'ultimo al PE e al Consiglio

10.11.2009

Deposito

13.11.2009

Osservazioni (disponibili in una sola lingua)

 

PROROGHE DEI TERMINI

Termine per la seconda lettura del Consiglio

26.10.2009

Termine per la convocazione del comitato

  Istituzione richiedente – data

0.0.0000Co

nsiglio – 0.0.0000

Termine per i lavori del comitato

  Istituzione richiedente – data

0.0.0000Parl

amento – 0.0.0000

Termine per l'adozione dell'atto

  Istituzione richiedente – data

0.0.0000

Consiglio – 0.0.0000

Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2009Avviso legale