Procedura : 2009/2091(REG)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0073/2009

Testi presentati :

A7-0073/2009

Discussioni :

Votazioni :

PV 16/12/2009 - 4.3

Testi approvati :

P7_TA(2009)0109

RELAZIONE     
PDF 243kWORD 235k
17 novembre 2009
PE 428.210v02-00 A7-0073/2009

sulla verifica dei poteri

(2009/2091(REG))

Commissione giuridica

Relatore: Klaus-Heiner Lehne

EMENDAMENTI
PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO: Elenco dei membri del Parlamento europeo il cui mandato è dichiarato valido
 MOTIVAZIONE
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla verifica dei poteri

(2009/2091(REG))

Il Parlamento europeo,

–   visto l'Atto del 20 settembre 1976(1), relativo all'elezione dei membri del Parlamento europeo a suffragio universale diretto,

–   visti gli articoli 3, 4 e 9 nonché l'allegato I del suo regolamento,

–   viste le comunicazioni ufficiali delle autorità competenti degli Stati membri concernenti i risultati dell'elezione del Parlamento europeo,

–   vista la relazione della commissione giuridica (A7-0073/2009),

A. considerando che l'articolo 7, paragrafi 1 e 2, dell'Atto del 20 settembre 1976 precisa le cariche che sono incompatibili con quella di membro del Parlamento europeo,

B.  considerando che, segnatamente a partire dall'inizio dell'attuale legislatura, la carica di deputato al Parlamento europeo è incompatibile con quella di membro di un parlamento nazionale di un qualsiasi Stato membro, compreso il Regno Unito, in quanto la deroga temporanea concessa dall'articolo 7, paragrafo 2, secondo comma, secondo trattino, del predetto Atto non è più applicabile,

C. considerando che le autorità del Regno Unito hanno pertanto adottato l'atto legislativo "European Parliament (House of Lords Disqualification) Regulations 2008", le cui disposizioni revocano il mandato per partecipare a sedute o a votazioni alla Camera dei Lord – o in una sua commissione – ai membri della Camera dei Lord con carica di pari a vita nel periodo in cui detengono la carica di deputati al Parlamento europeo e stabiliscono, inoltre, che essi non possono essere convocati fintanto che vige la revoca del mandato a norma del predetto atto legislativo,

D. considerando che, in base all'articolo 9 e all'allegato I del regolamento, i deputati sono tenuti a dichiarare con precisione le attività professionali da loro svolte e qualsiasi altra funzione o attività retribuita,

E.  considerando che tutti gli Stati membri hanno notificato al Parlamento europeo i nomi dei candidati eletti, nonostante la mancata – o tardiva – comunicazione da parte di alcuni Stati membri degli elenchi degli eventuali sostituti nonché della graduatoria così come risulta dal voto, come richiesto dall'articolo 3, paragrafo 4, del suo regolamento,

F.  considerando che, in alcuni casi, gli Stati membri hanno proceduto a una notifica parziale dei candidati eletti e ad una successiva integrazione degli stessi,

G. considerando che in alcuni Stati membri è in corso l'esame delle contestazioni presentate in merito all'elezione di alcuni deputati ai sensi della legislazione nazionale vigente e che tali procedure potrebbero portare ad un annullamento dell'elezione dei deputati in questione,

H. considerando che, ai sensi dell'articolo 12 dell'Atto del 20 settembre 1976, il Parlamento europeo decide sulle contestazioni sollevate in merito alla validità del mandato dei propri membri unicamente nel caso di violazione delle disposizioni del predetto Atto, con esclusione di ogni eventuale violazione di disposizioni elettorali contenute nella legislazione nazionale alla quale l'Atto rinvia,

1.  dichiara valido, con riserva di eventuali decisioni delle autorità competenti degli Stati membri in cui i risultati elettorali siano stati contestati, il mandato dei membri del Parlamento europeo menzionati nell'allegato della presente decisione la cui elezione è stata comunicata dalle autorità nazionali competenti e che hanno reso le dichiarazioni scritte derivanti dall'articolo 7, paragrafi 1 e 2, dell'Atto del 20 settembre 1976 e dall'allegato I del regolamento;

2.  ribadisce la richiesta alle autorità competenti degli Stati membri di comunicare al Parlamento europeo tutti i nomi dei candidati eletti, come pure quelli dei loro eventuali sostituti nonché la graduatoria, così come risulta dal voto;

3.  invita le autorità competenti degli Stati membri a portare tempestivamente a termine l'esame delle contestazioni loro presentate e ad informare il Parlamento europeo dell'esito di tale esame;

4.  invita la Commissione a verificare la piena compatibilità dell'"European Parliament (House of Lords Disqualification) Regulations 2008", e in particolare della disposizione 4, con l'Atto del 20 settembre 1976 e di dare inizio alla procedura appropriata qualora tale verifica abbia esito negativo;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione alle autorità nazionali competenti e ai parlamenti degli Stati membri.

(1)

GU L 278 dell'8.10.1976, pag. 5.


ALLEGATO: Elenco dei membri del Parlamento europeo il cui mandato è dichiarato valido

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Belgio (22 deputati)

BELET Ivo

BREPOELS Frieda

CLAEYS Philip

DAERDEN Frederic

DEHAENE Jean-Luc

DE KEYSER Véronique

DELVAUX Anne

DURANT Isabelle

EL KHADRAOUI Saïd

EPPINK Derk Jan

GROSCH Mathieu

LAMBERTS Philippe

MARCOURT Jean-Claude (*)

MICHEL Louis

NEYTS-UYTTEBROECK Annemie

RIES Frédérique

STAES Bart

STERCKX Dirk

TARABELLA Marc (**)

THYSSEN Marianne

VAN BREMPT Kathleen

VANHECKE Frank

VERHOFSTADT Guy

(*) Il mandato di Jean-Claude MARCOURT è cessato, con effetto dal 16 luglio 2009.

(**) La convalida prende effetto dal 16 luglio 2009, data della notifica, da parte delle autorità nazionali competenti, dell'elezione di Marc TARABELLA in sostituzione di Jean-Claude MARCOURT.

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Bulgaria (17 deputati)

BINEV Slavi

HYUSMENOVA Filiz Hakaeva

ILCHEV Stanimir

IOTOVA Iliana Malinova

IVANOVA Iliana

JELEVA Rumiana (*)

KALFIN Ivaylo

KAZAK Metin

KIRILOV Evgeni

KOVATCHEV Andrey (**)

MIHAYLOVA Nadezhda

NEDELCHEVA Mariya

PANAYOTOV Vladko Todorov

PARVANOVA Antonyia

STOYANOV Dimitar

STOYANOV Emil

URUTCHEV Vladimir

VIGENIN Kristian

(*) Il mandato di Rumiana JELEVA è cessato, con effetto dal 27 luglio 2009.

(**) La convalida prende effetto dal 24 agosto 2009, data della notifica, da parte delle autorità nazionali competenti, dell'elezione di Andrey KOVATCHEV in sostituzione di Rumiana JELEVA.

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Repubblica ceca (22 deputati)

BŘEZINA Jan

BRZOBOHATÁ Zuzana

CABRNOCH Milan

ČEŠKOVÁ Andrea

DUŠEK Robert

FAJMON Hynek

FALBR Richard

HAVEL Jiří

KOHLÍČEK Jaromír

KOŽUŠNÍK Edvard

MAŠTÁLKA Jiří

OUZKÝ Miroslav

POC Pavel

RANSDORF Miloslav

REMEK Vladimír

ROITHOVÁ Zuzana

ROUČEK Libor

SEHNALOVÁ Olga

STREJČEK Ivo

TOŠENOVSKÝ Evžen

VLASÁK Oldřich

ZAHRADIL Jan

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Danimarca (13 deputati)

AUKEN Margrete

BENDTSEN Bendt

CHRISTENSEN Ole

JENSEN Anne E.

JØRGENSEN Dan

LØKKEGAARD Morten

MESSERSCHMIDT Morten

ROHDE Jens

ROSBACH Anna

SCHALDEMOSE Christel

SØNDERGAARD Søren Bo

THOMSEN Britta

TURUNEN Emilie

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Germania (99 deputati)

ALBRECHT Jan Philipp

ALVARO Alexander

BALZ Burkhard

BISKY Lothar

BÖGE Reimer

BRANTNER Franziska Katharina

BROK Elmar

BULLMANN Udo

BÜTIKOFER Reinhard

CASPARY Daniel

CHATZIMARKAKIS Jorgo

CRAMER Michael

CREUTZMANN Jürgen

DESS Albert

EHLER Christian

ERNST Cornelia

ERTUG Ismail

FERBER Markus

FLECKENSTEIN Knut

FLORENZ Karl-Heinz

GAHLER Michael

GEBHARDT Evelyne

GEIER Jens

GIEGOLD Sven

GLANTE Norbert

GRÄSSLE Ingeborg

GROOTE Matthias

HÄFNER Gerald

HÄNDEL Thomas

HARMS Rebecca

HAUG Jutta

HÄUSLING Martin

HIRSCH Nadja

HOHLMEIER Monika

JAHR Peter

JEGGLE Elisabeth

KAMMEREVERT Petra

KASTLER Martin

KELLER Franziska

KLASS Christa

KLINZ Wolf

KLUTE Jürgen

KOCH Dieter-Lebrecht

KOCH-MEHRIN Silvana

KRAHMER Holger

KREHL Constanze Angela

KREISSL-DÖRFLER Wolfgang

KUHN Werner

LAMBSDORFF Alexander Graf

LANGE Bernd

LANGEN Werner

LECHNER Kurt

LEHNE Klaus-Heiner

LEINEN Jo

LIESE Peter

LOCHBIHLER Barbara

LÖSING Sabine

MANN Thomas

MAYER Hans-Peter

MEISSNER Gesine

NEUSER Norbert

NIEBLER Angelika

PACK Doris

PIEPER Markus

POSSELT Bernd

PÖTTERING Hans-Gert

QUISTHOUDT-ROWOHL Godelieve

RAPKAY Bernhard

REIMERS Britta

REUL Herbert

RODUST Ulrike

ROTH-BEHRENDT Dagmar

RÜHLE Heide

SCHNELLHARDT Horst

SCHNIEBER-JASTRAM Birgit

SCHOLZ Helmut

SCHROEDTER Elisabeth

SCHULZ Martin

SCHULZ Werner

SCHWAB Andreas

SIMON Peter

SIPPEL Birgit

SOMMER Renate

STEINRUCK Jutta

THEIN Alexandra

THEURER Michael

TRÜPEL Helga

ULMER Thomas

VERHEYEN Sabine

VOSS Axel

WEBER Manfred

WEILER Barbara

WEISGERBER Anja

WESTPHAL Kerstin

WIELAND Rainer

WILS Sabine

WINKLER Hermann

ZELLER Joachim

ZIMMER Gabriele

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Estonia (6 deputati)

KELAM Tunne

OJULAND Kristiina

OVIIR Siiri

PADAR Ivari

SAVISAAR Vilja

TARAND Indrek

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Irlanda (12 deputati)

AYLWARD Liam

CHILDERS Nessa

CROWLEY Brian

DE ROSSA Proinsias

GALLAGHER Pat the Cope

HARKIN Marian

HIGGINS Jim

HIGGINS Joe

KELLY Alan

KELLY Seán

McGUINNESS Mairead

MITCHELL Gay

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Grecia (22 deputati)

ARSENIS Kriton

CHOUNTIS Nikolaos

GIANNAKOU Marietta

KOPPA Maria Eleni

KOUMOUTSAKOS Georgios

KRATSA-TSAGAROPOULOU Rodi

LAMBRINIDIS Stavros

PAFILIS Athanasios

PALIADELI Chrysoula

PAPAKONSTANTINOU Giorgos

PAPANIKOLAOU Georgios

PAPASTAMKOS Georgios

PLEVRIS Athanasios

PODIMATA Anni

POUPAKIS Konstantinos

RAPTI Sylvana

SKYLAKAKIS Theodoros

STAVRAKAKIS Georgios

TOUSSAS Georgios

TREMOPOULOS Michail

TSOUKALAS Ioannis

TZAVELA Niki

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Spagna (50 deputati)

ALVAREZ Magdalena

ANDRES BAREA Josefa

ARIAS ECHEVERRÍA Pablo

AYALA SENDER Inés

AYUSO Pilar

BADIA i CUTCHET Maria

BILBAO BARANDICA Izaskun

del CASTILLO VERA Pilar

CERCAS Alejandro

CORTÉS LASTRA Ricardo

DÍAZ DE MERA GARCÍA CONSUEGRA Agustín

ESTARAS FERRAGUT Rosa

FISAS AYXELA Santiago

FRAGA ESTÉVEZ Carmen

GARCÍA-MARGALLO Y MARFIL José Manuel

GARCÍA PÉREZ Iratxe

GARDIAZÁBAL RUBIAL Eider

GARRIGA POLLEDO Salvador

de GRANDES PASCUAL Luis

GUERRERO SALOM Enrique

GUTIÉRREZ-CORTINES Cristina

HERRANZ GARCÍA Esther

ITURGAIZ ANGULO Carlos José

JAÚREGUI ATONDO Ramón

JIMENEZ-BECERRIL BARRIO Teresa

JUNQUERAS VIES Oriol

LOPE FONTAGNÉ Veronica

LÓPEZ AGUILAR Juan Fernando

LÓPEZ-ISTÚRIZ WHITE Antonio

MARTÍNEZ MARTÍNEZ Miguel Angel

MASIP HIDALGO Antonio

MATO ADROVER Gabriel

MAYOR OREJA Jaime

MÉNDEZ DE VIGO Íñigo

MENÉNDEZ del VALLE Emilio

MEYER Willy

MILLÁN MON Francisco José

MUÑIZ DE URQUIZA María Paloma

OBIOLS Raimon

PERELLO RODRIGUEZ Andres

RIERA MADURELL Teresa

ROMERO LÓPEZ Carmen

ROMEVA i RUEDA Raül

SALAFRANCA SÁNCHEZ-NEYRA José Ignacio

SÁNCHEZ PRESEDO Antolín

SOSA WAGNER Francisco

TREMOSA i BALCELLS Ramon

VIDAL-QUADRAS Alejo

YAÑEZ-BARNUEVO GARCÍA Luis

ZALBA BIDEGAIN Pablo

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Francia (72 deputati)

ABAD Damien

ALFONSI François

ARIF Kader

AUDY Jean-Pierre

BARNIER Michel

BAUDIS Dominique

BÉCHU Christophe

BÉLIER Sandrine

BENARAB-ATTOU Malika

BENNAHMIAS Jean-Luc

BERÈS Pervenche

BESSET Jean-Paul

BOVÉ José

BRIARD AUCONIE Sophie

CADEC Alain

CANFIN Pascal

CASTEX Françoise

CAVADA Jean-Marie

COHN-BENDIT Daniel

DANJEAN Arnaud

DANTIN Michel

DATI Rachida

DAUL Joseph

DELLI Karima

DE SARNEZ Marielle

DÉSIR Harlem

DE VEYRAC Christine

FLAUTRE Hélène

FRANCO Gaston

GALLO Marielle

GAUZÈS Jean-Paul

GOLLNISCH Bruno

GOULARD Sylvie

GRELIER Estelle

GREZE Catherine

GRIESBECK Nathalie

GROSSETÊTE Françoise

GRUNY Pascale

GUILLAUME Sylvie

HÉNIN Jacky

HOANG NGOC Liem

HOARAU Elie

JADOT Yannick

JOLY Eva

JUVIN Philippe

KIIL-NIELSEN Nicole

LAMASSOURE Alain

LE FOLL Stéphane

LE HYARIC Patrick

LEPAGE Corinne

LE PEN Jean-Marie

LE PEN Marine

MATHIEU Véronique

MÉLENCHON Jean-Luc

MORIN-CHARTIER Elisabeth

PARGNEAUX Gilles

PEILLON Vincent

PONGA Maurice

RIQUET Dominique

RIVASI Michèle

ROCHEFORT Robert

SAÏFI Tokia

SANCHEZ-SCHMID Marie-Thérèse

SOULLIE Catherine

STRIFFLER Michèle

TIROLIEN Patrice

TRAUTMANN Catherine

VERGIAT Marie-Christine

VERGNAUD Bernadette

de VILLIERS Philippe

VLASTO Dominique

WEBER Henri

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Italia (72 deputati)

ALBERTINI Gabriele

ALFANO Sonia

ALLAM Magdi Cristiano

ANGELILLI Roberta

ANTINORO Antonello

ANTONIOZZI Alfredo

ARLACCHI Pino

BALDASSARRE Raffaele

BALZANI Francesca

BARTOLOZZI Paolo

BERLATO Sergio

BERLINGUER Luigi

BIZZOTTO Mara

BONSIGNORE Vito

BORGHEZIO Mario

BORSELLINO Rita

CANCIAN Antonio

CARONNA Salvatore

CASINI Carlo

COFFERATI Sergio Gaetano

COLLINO Giovanni

COMI Lara

COSTA Silvia

COZZOLINO Andrea

CROCETTA Rosario

DE ANGELIS Francesco

DE CASTRO Paolo

de MAGISTRIS Luigi

DE MITA Luigi Ciriaco

DOMENICI Leonardo

DORFMANN Herbert

FIDANZA Carlo

FONTANA Lorenzo

GARDINI Elisabetta

GUALTIERI Roberto

IACOLINO Salvatore

IOVINE Vincenzo

LA VIA Giovanni

MASTELLA Clemente

MATERA Barbara

MAURO Mario

MAZZONI Erminia

MILANA Guido

MORGANTI Claudio

MOTTI Tiziano

MUSCARDINI Cristiana

PALLONE Alfredo

PANZERI Pier Antonio

PATRICIELLO Aldo

PIRILLO Mario

PITTELLA Gianni

PRODI Vittorio

PROVERA Fiorello

RINALDI Niccolò

RIVELLINI Crescenzio

RONZULLI Licia

ROSSI Oreste

SALATTO Potito

SALVINI Matteo

SARTORI Amalia

SASSOLI David-Maria

SCOTTA' Giancarlo

SCURRIA Marco

SERRACCHIANI Debora

SILVESTRIS Sergio Paolo Francesco

SPERONI Francesco Enrico

SUSTA Gianluca

TATARELLA Salvatore

TOIA Patrizia

UGGIAS Giommaria

VATTIMO Gianni

ZANICCHI Iva

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Cipro (6 deputati)

HADJIGEORGIOU Takis

KASOULIDES Ioannis

MAVRONIKOLAS Kyriakos

PAPADOPOULOU Antigoni

THEOCHAROUS Eleni

TRIANTAPHYLLIDES Kyriacos

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Lettonia (8 deputati)

GODMANIS Ivars

KALNIETE Sandra

KARIŅŠ Arturs Krišjānis

MIRSKIS Aleksandrs

RUBIKS Alfreds

VAIDERE Inese

ŽDANOKA Tatjana

ZĪLE Roberts

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Lituania (12 deputati)

ANDRIKIENĖ Laima Liucija

BALČYTIS Zigmantas

BLINKEVIČIŪTĖ Vilija

DONSKIS Leonidas

IMBRASAS Juozas

LANDSBERGIS Vytautas

MORKŪNAITĖ Radvilė

PAKSAS Rolandas

PALECKIS Justas Vincas

SAUDARGAS Algirdas

TOMAŠEVSKI Valdemar

USPASKICH Viktor

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Lussemburgo (6 deputati)

BACH Georges

ENGEL Frank

GOEBBELS Robert

GOERENS Charles

LULLING Astrid

TURMES Claude

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Ungheria (22 deputati)

ÁDER János

BALCZÓ Zoltán

BOKROS Lajos

DEUTSCH Tamás

GÁL Kinga

GLATTFELDER Béla

GÖNCZ Kinga

GURMAI Zita

GYŐRI Enikő

GYÜRK András

HANKISS Ágnes

HERCZOG Edit

JÁRÓKA Lívia

KÓSA Ádám

MORVAI Krisztina

ŐRY Csaba

SCHMITT Pál

SCHÖPFLIN György

SURJÁN László

SZÁJER József

SZEGEDI Csanád

TABAJDI Csaba Sándor

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Malta (5 deputati)

ATTARD-MONTALTO John

BUSUTTIL Simon

CASA David

GRECH Louis

SCICLUNA Edward

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Paesi Bassi (25 deputati)

van BAALEN Johannes Cornelis

BELDER Bastiaan

BERMAN Thijs

BONTES Louis

BOZKURT Emine

van de CAMP Wim

CORNELISSEN Marije

van DALEN Peter

EICKHOUT Bas

GERBRANDY Gerben-Jan

HENNIS-PLASSCHAERT Jeanine

in 't VELD Sophia

de JONG Cornelis

de LANGE Esther

LIOTARD Kartika Tamara

MADLENER Barry

MANDERS Toine

MERKIES Judith A.

van NISTELROOIJ Lambert

OOMEN-RUIJTEN Ria

SARGENTINI Judith

SCHAAKE Marietje

STASSEN Laurence J.A.J.

van der STOEP Daniël

WORTMANN-KOOL Corien

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Austria (17 deputati)

EHRENHAUSER Martin

KADENBACH Karin

KARAS Othmar

KÖSTINGER Elisabeth

LEICHTFRIED Jörg

LICHTENBERGER Eva

LUNACEK Ulrike

MARTIN Hans-Peter

MÖLZER Andreas

OBERMAYR Franz

RANNER Hella

REGNER Evelyn

RÜBIG Paul

SEEBER Richard

STRASSER Ernst

SWOBODA Hannes

WERTHMANN Angelika

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Polonia (50 deputati)

BIELAN Adam

BORYS Piotr

BUZEK Jerzy

CYMAŃSKI Tadeusz

CZARNECKI Ryszard

GERINGER de OEDENBERG Lidia Joanna

GIEREK Adam

GRÓBARCZYK Marek Józef

GRZYB Andrzej

HANDZLIK Małgorzata

HIBNER Jolanta Emilia

HÜBNER Danuta Maria

JAZŁOWIECKA Danuta

JĘDRZEJEWSKA Sidonia Elżbieta

KACZMAREK Filip

KALINOWSKI Jarosław

KAMIŃSKI Michał Tomasz

KOLARSKA-BOBIŃSKA Lena Barbara

KOWAL Paweł Robert

KURSKI Jacek Olgierd

LEGUTKO Ryszard Antoni

LEWANDOWSKI Janusz

LIBERADZKI Bogusław

LISEK Krzysztof

ŁUKACIJEWSKA Elżbieta Katarzyna

MARCINKIEWICZ Bogdan Kazimierz

MIGALSKI Marek Henryk

NITRAS Sławomir Witold

OLBRYCHT Jan

OLEJNICZAK Wojciech Michał

PIOTROWSKI Mirosław

PORĘBA Tomasz Piotr

PROTASIEWICZ Jacek

SARYUSZ-WOLSKI Jacek

SENYSZYN Joanna

SIEKIERSKI Czesław Adam

SIWIEC Marek

SKRZYDLEWSKA Joanna Katarzyna

SONIK Bogusław

SZYMAŃSKI Konrad

THUN UND HOHENSTEIN Róża, Gräfin von

TRZASKOWSKI Rafał Kazimierz

WAŁĘSA Jarosław Leszek

WŁOSOWICZ Jacek

WOJCIECHOWSKI Janusz

ZALEWSKI Paweł Ksawery

ZASADA Artur

ZEMKE Janusz Władysław

ZIOBRO Zbigniew

ZWIEFKA Tadeusz

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Portogallo (22 deputati)

ALVES Luís Paulo

BASTOS Regina

CAPOULAS SANTOS Luis Manuel

CARVALHO Maria Da Graça

COELHO Carlos

CORREIA DE CAMPOS António Fernando

DAVID Mário

ESTRELA Edite

FEIO Diogo

FERNANDES José Manuel

FERREIRA Elisa

FERREIRA João

FIGUEIREDO Ilda

GOMES Ana

MATIAS Marisa

MELO Nuno

MOREIRA Vital

PATRÃO NEVES Maria do Céu

PORTAS Miguel

RANGEL Paulo

TAVARES Rui

TEIXEIRA Nuno

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Romania (33 deputati)

ANTONESCU Elena Oana

BĂSESCU Elena

BECALI George

BODU Sebastian Valentin

BOŞTINARU Victor

BUŞOI Cristian Silviu

CREŢU Corina

CUTAŞ George Sabin

DĂNCILĂ Vasilica Viorica

ENCIU Ioan

IVAN Cătălin Sorin

LUHAN Petru Constantin

MACOVEI Monica Luisa

MĂNESCU Ramona Nicole

MARINESCU Marian-Jean

MATULA Iosif

NICOLAI Norica

NICULESCU Rareş-Lucian

PAŞCU Ioan Mircea

PLUMB Rovana

PREDA Cristian Dan

SÂRBU Daciana Octavia

SEVERIN Adrian

SÓGOR Csaba

STOLOJAN Theodor Dumitru

TĂNĂSESCU Claudiu Ciprian

ŢICĂU Silvia-Adriana

TŐKÉS László

UNGUREANU Traian

VADIM TUDOR Corneliu

VĂLEAN Adina-Ioana

WEBER Renate

WINKLER Iuliu

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Slovenia (7 deputati)

FAJON Tanja

JORDAN CIZELJ Romana

KACIN Jelko

PETERLE Alojz

THALER Zoran

VAJGL Ivo

ZVER Milan

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Slovacchia (13 deputati)

BAUER Edit

FLAŠÍKOVÁ BEŇOVÁ Monika

KOZLÍK Sergej

KUKAN Eduard

MAŇKA Vladimír

MÉSZÁROS Alajos

MIKOLÁŠIK Miroslav

NEVEĎALOVÁ Katarína

PAŠKA Jaroslav

SMOLKOVÁ Monika

ŠŤASTNÝ Peter

ZÁBORSKÁ Anna

ZALA Boris

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Finlandia (13 deputati)

ESSAYAH Sari

HAGLUND Carl

HASSI Satu

HAUTALA Heidi

ITÄLÄ Ville

JAAKONSAARI Liisa

JÄÄTTEENMÄKI Anneli

KORHOLA Eija-Riitta

MANNER Riikka

PIETIKÄINEN Sirpa

REPO Mitro

SOINI Timo

TAKKULA Hannu

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Svezia (18 deputati)

CORAZZA BILDT Anna Maria

EK Lena

ENGSTRÖM Christian

FÄRM Göran

FJELLNER Christofer

HEDH Anna

HÖKMARK Gunnar

IBRISAGIC Anna

LÖVIN Isabella

LUDVIGSSON Olle

PAULSEN Marit

SCHLYTER Carl

SCHMIDT Olle

SVENSSON Alf

SVENSSON Eva-Britt

ULVSKOG Marita

WESTLUND Åsa

WIKSTRÖM Cecilia

DEPUTATI ELETTI AL PARLAMENTO

PER STATO MEMBRO

(14 luglio 2009)

Regno Unito (72 deputati)

AGNEW John Stuart

ANDREASEN Marta

ASHWORTH Richard

ATKINS Robert

BATTEN Gerard

BEARDER Catherine

BLOOM Godfrey

BOWLES Sharon

BRADBOURN Philip

BRONS Andrew Henry William

BUFTON John

CALLANAN Martin

CAMPBELL BANNERMAN David

CASHMAN Michael

CHICHESTER Giles

CLARK Derek Roland

COLMAN Trevor

(The Earl of) DARTMOUTH William

DAVIES Chris

de BRÚN Bairbre

DEVA Nirj

DODDS Diane

DUFF Andrew

ELLES James

EVANS Jill

FARAGE Nigel

FORD Vicky

FOSTER Jacqueline

FOX Ashley

GIRLING Julie

GRIFFIN Nick

HALL Fiona

HANNAN Daniel

HARBOUR Malcolm

HELMER Roger

HONEYBALL Mary

HOWITT Richard

HUDGHTON Ian

HUGHES Stephen

KAMALL Syed

KARIM Sajjad

KIRKHOPE Timothy

LAMBERT Jean

LUCAS Caroline

LUDFORD Sarah

LYNNE Elizabeth

LYON George

McAVAN Linda

McCARTHY Arlene

McCLARKIN Emma

McMILLAN-SCOTT Edward

MARTIN David

MORAES Claude

NATTRASS Mike

NEWTON DUNN Bill

NICHOLSON James

NUTTALL Paul

SIMPSON Brian

SINCLAIRE Nicole

SKINNER Peter

SMITH Alyn

STEVENSON Struan

STIHLER Catherine

STURDY Robert

SWINBURNE Kay

TANNOCK Charles

VAN ORDEN Geoffrey

VAUGHAN Derek

WALLIS Diana

WATSON Graham

WILLMOTT Glenis

YANNAKOUDAKIS Marina


MOTIVAZIONE

I. Quadro normativo e procedurale applicabile alla verifica dei poteri

1. La verifica dei poteri dei deputati al Parlamento europeo neoeletti è disciplinata dalle disposizioni pertinenti dell'Atto del 20 settembre 1976 relativo all'elezione dei membri del Parlamento europeo a suffragio universale diretto, come modificato dalla decisione del Consiglio 2002/772/CE, Euratom del 25 giugno e del 23 settembre 2002, e dal regolamento del Parlamento europeo.

2. La regola applicabile più importante è sancita dall'articolo 12 dell'Atto del 1976, in base al quale il Parlamento europeo verifica i poteri dei suoi membri. A tal fine, prende atto dei risultati proclamati ufficialmente dagli Stati membri e delibera sulle contestazioni che potrebbero essere eventualmente sollevate sulla base delle disposizioni del suddetto Atto, con esclusione delle disposizioni nazionali alle quali quest'ultimo rinvia. La Corte di giustizia ha chiarito che l'uso dell'espressione "prendere atto", nel contesto dell'Atto del 1976, deve essere interpretata come un riferimento alla completa mancanza di discrezionalità del Parlamento al riguardo(1).

3. In base dell'articolo 5 dell'Atto, il mandato dei deputati ha avuto inizio all'apertura della prima seduta del Parlamento, il 14 luglio 2009 (settima legislatura).

4. A norma dell'allegato VII, sezione XVI, punto 10, del regolamento, la commissione giuridica è competente per la verifica dei poteri dei deputati. La presente relazione, pertanto, si riferisce ai risultati dell'elezione diretta del Parlamento europeo svoltasi dal 4 al 7 giugno 2009 e si basa sulla comunicazione ufficiale, da parte di ciascuno Stato membro, dell'insieme dei risultati elettorali, compresi i nomi dei candidati eletti e dei loro eventuali sostituti nonché la loro graduatoria, così come risulta dal voto (articolo 3, paragrafo 4, del regolamento).

5. Secondo l'articolo 3, paragrafi 3 e 4 del regolamento, il Parlamento, sulla base di una relazione della sua commissione competente, procede immediatamente alla verifica dei poteri e decide in merito alla validità del mandato di ciascuno dei membri neoeletti, nonché in merito a eventuali contestazioni presentate in base alle disposizioni dell'Atto del 20 settembre 1976, eccettuate quelle fondate sulle leggi elettorali nazionali. La relazione della commissione competente si basa sulla comunicazione ufficiale, da parte di ciascuno Stato membro, dell'insieme dei risultati elettorali, nella quale si precisano il nome dei candidati eletti e dei loro eventuali sostituti nonché la graduatoria, così come risulta dal voto.

6. È opportuno notare che, a norma dell'articolo 3, paragrafo 2, primo comma, fintanto che i poteri di un deputato non siano stati verificati o non si sia deciso in merito ad eventuali contestazioni, il deputato siede con pieni diritti nel Parlamento e nei suoi organi, purché abbia previamente firmato una dichiarazione scritta nella quale afferma di non ricoprire alcuna carica incompatibile con quella di deputato al Parlamento europeo (cfr. infra).

II. Questioni specifiche

a) Dichiarazioni dei deputati

1. Ciascun deputato deve firmare due dichiarazioni scritte, che attestino rispettivamente l'assenza di cariche incompatibili con quella di deputato al Parlamento europeo e gli interessi finanziari, senza le quali non è possibile confermare la validità del mandato di un deputato (articolo 3, paragrafo 4, secondo comma).

2. In particolare, ciascun deputato la cui elezione sia stata notificata al Parlamento dichiara per iscritto, prima di sedere in Parlamento, di non ricoprire alcuna carica incompatibile con quella di deputato al Parlamento europeo, ai sensi dell'articolo 7, paragrafi 1 e 2 dell'Atto del 20 settembre 1976. Dopo le elezioni, tale dichiarazione è presentata, se possibile, al più tardi sei giorni prima della seduta costitutiva del Parlamento (articolo 3, paragrafo 2 del regolamento). I deputati presentano inoltre per iscritto una dichiarazione di interessi finanziari, fornendo informazioni sulle proprie fonti di reddito ai fini della trasparenza, a norma dell'articolo 9 e dell'allegato I del regolamento. Le suddette dichiarazioni devono essere rese su due moduli distinti, consegnati ai deputati dopo la loro elezione. Le dichiarazioni sono rilasciate sotto l'esclusiva responsabilità personale del deputato, che è tenuto a presentarle per quanto a sua conoscenza.

3. In base ai dati a disposizione al momento dell'approvazione della presente relazione, tutti i deputati hanno dichiarato per iscritto di non ricoprire cariche incompatibili(2) e presentato la dichiarazione di interessi finanziari.

b) Contestazioni

1. A norma dell'articolo 12 dell'Atto del 1976, il Parlamento delibera sulle contestazioni che potrebbero essere eventualmente sollevate sulla base delle disposizioni del suddetto Atto, con esclusione delle disposizioni nazionali alle quali quest'ultimo rinvia.

2. La Corte di giustizia ha stabilito che la formulazione stessa dell'articolo 12 indica chiaramente che l'articolo "non conferisce al Parlamento la competenza per decidere sulle contestazioni presentate in base al diritto comunitario nel suo complesso. Secondo il chiaro tenore letterale di detto articolo, esso concerne unicamente le 'contestazioni (…) presentate in base alle disposizioni del presente atto'"(3). Tra gli esempi di tali contestazioni – estrapolati dalla relazione sulla verifica dei poteri dei deputati eletti nel giugno 2004(4) – si possono citare obiezioni all'elezione di deputati da una lista che prevede un'alternanza tra candidate e candidati al suo interno, in presunta violazione del principio del suffragio universale diretto (articolo 1, paragrafo 3 dell'Atto), e obiezioni alla modalità di fissazione, da parte degli Stati membri, di una soglia minima per l'attribuzione dei seggi, in presunta violazione dell'articolo 3 dell'Atto.

3. In base ai dati a disposizione al momento dell'approvazione della presente relazione, non è ancora stata presentata alcuna contestazione al Parlamento. Tuttavia, considerando che possono essere sollevate contestazioni anche in seguito, l'articolo 3, paragrafo 4, terzo comma, stabilisce che "il Parlamento, sulla base di una relazione della commissione competente, può in ogni momento pronunciarsi su eventuali contestazioni relative alla validità del mandato di uno dei suoi membri".

c) Deputati che detengono la carica di pari a vita alla Camera dei Lord

1. In base all'articolo 7, paragrafo 2, dell'Atto del 1976, la carica di deputato al Parlamento europeo è incompatibile con quella di membro di un parlamento nazionale (divieto di esercitare il doppio mandato). L'eccezione prevista dall'articolo 7, paragrafo 2, secondo trattino, per i membri del parlamento del Regno Unito non è più applicabile a far data dall'inizio dell'attuale legislatura.

2. Tuttavia è sorto un interrogativo sulla compatibilità del mandato di deputato al Parlamento europeo con quello di membro della Camera dei Lord, sulla base del fatto che l'on. Sarah Ludford risultava contemporaneamente detenere la carica di pari a vita.

3. In seguito alla cessazione della deroga concessa ai deputati del Regno Unito, le autorità britanniche hanno adottato l'atto legislativo "European Parliament (House of Lords Disqualification) Regulations 2008", entrato in vigore il 15 luglio 2008. La disposizione 4 di tale atto recita come segue:

"Revoca del mandato di pari a vita

4.—1) Per i pari a vita ai quali si applicano le presenti disposizioni è revocato il mandato

a) per partecipare a sedute o votazioni in seno alla Camera dei Lord; e

b) per partecipare a sedute o votazioni in seno alla Camera dei Lord o ad una commissione parlamentare bicamerale,

in concomitanza con il mandato di deputato al Parlamento europeo.

2) Non può essere emessa alcuna convocazione a carico di un pari a vita fintanto che vige la revoca del mandato a norma delle presenti disposizioni".

4. Conformemente con il parere formulato il 10 luglio 2009 dal Servizio giuridico del Parlamento europeo, è opinione del relatore che, dal lavoro preparatorio svolto in Parlamento fino a giungere alla modifica più recente (e attualmente applicabile) dell'Atto del 1976(5), si evince che il divieto di esercitare il doppio mandato tragga la sua origine dal carico di lavoro dei deputati al Parlamento europeo. Tale divieto, inoltre, evita qualsiasi tipo di reale o potenziale conflitto di interessi che potrebbe sorgere dalla detenzione di due cariche parlamentari contemporanee. Pertanto, il divieto di esercitare il doppio mandato è rispettato quando al deputato in questione è consentito partecipare al lavoro di una sola delle due assemblee di cui è membro. Questo principio risulta applicato nel caso della revoca del mandato dei pari a vita; ne consegue che il mandato dell'on. Ludford in qualità di membro del Parlamento europeo si deve considerare compatibile con la sua carica (revocata) di pari a vita.

5. Le conclusioni sopra illustrate risultano convincenti e possono essere avallate dalla presente relazione. Tuttavia, si potrebbe inserire un invito, indirizzato alla Commissione, a verificare se l'atto "European Parliament (House of Lords Disqualification) Regulations 2008", e in particolare la disposizione 4, non costituisca una violazione al diritto primario.

COMUNICAZIONI UFFICIALI DEGLI STATI MEMBRI

BE

07.07.2009

08.07.2009

BG

06.07.2009

CZ

10-07.2009

DK

18.06.2009

DE

06.07.2009

EE

02.07.2009

08.07.2009

IE

15.06.2009

GR

18.06.2009

ES

07.07.2009

FR

19.06.2009

08.07.2009

09.07.2009

IT

10.07.2009

16.07.2009 (elenco dei sostituti)

CY

16.06.2009

LV

03.07.2009

LT

15.06.2009

LU

08.07.2009

09.07.2009

HU

18.06.2009

MT

12.06.2009

NL

18.06.2009

24.06.2009

AU

25.06.2009

07.07.2009

PL

15.06.2009

PT

24.06.2009

RO

16.06.2009

SL

09.07.2009

SK

10.06.2009

FI

15.06.2009

16.06.2009

SV

11.06.2009

15.06.2009

UK

29.06.2009

(1)

Cfr. la causa C-208/03, Le Pen contro Parlamento [2005] Racc. I–6051, paragrafo 50, e le cause riunite C-393/07 e C-9/08, Repubblica italiana contro Parlamento [causa Donnici], non ancora pubblicate nella Raccolta della Corte europea, paragrafo 55.

(2)

Compresi gli ex Commissari, che si sono dimessi dalla Commissione prima di sedere in Parlamento.

(3)

Cfr. le cause riunite C-393/07 e C-9/08, Repubblica italiana contro Parlamento [causa Donnici], non ancora pubblicate nella Raccolta della Corte europea, paragrafo 54.

(4)

Relazione del 26 novembre 2004 sulla verifica dei poteri (relatore: Giuseppe Gargani) approvata dal Parlamento il 14 dicembre 2004 (2004/2140(REG)).

(5)

Cfr. la motivazione della relazione del 2 giugno 1998 sull'elaborazione di un progetto di procedura elettorale contenente principi comuni per l'elezione dei membri del Parlamento europeo (relatore: Georgios Anastassopoulos), adottata dal Parlamento il 15 luglio 1998 (COS/1997/2242).


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

Approvazione

9.11.2009

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

17

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Raffaele Baldassarre, Luigi Berlinguer, Françoise Castex, Lidia Joanna Geringer de Oedenberg, Klaus-Heiner Lehne, Antonio López-Istúriz White, Bernhard Rapkay, Evelyn Regner, Francesco Enrico Speroni, Diana Wallis, Cecilia Wikström, Tadeusz Zwiefka

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Piotr Borys, Vytautas Landsbergis, Eva Lichtenberger

Supplenti (art. 187, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Sajjad Karim, Sabine Wils

Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2009Avviso legale