Parlamento Europeo

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
19 agosto 2010
E-6547/2010
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Jens Rohde (ALDE)

 Oggetto: Analisi di impatto
 Risposta(e) 

La valutazione d'impatto obbligatoria per tutte le nuove proposte di legge è stata introdotta per aumentare la trasparenza nel processo legislativo dell'UE e garantire una normativa equilibrata che prenda in considerazione il loro impatto economico, sociale e ambientale. L'esperienza acquisita con le valutazioni d'impatto ha indotto alcuni attori sia all'interno che all'esterno delle istituzioni a criticarne la qualità. Recentemente la rivista medica PLoS nel mese di gennaio 2010 (vol. 7,1) ha pubblicato una ricerca sull'influenza della British American Tobaccos (BAT) sulla formulazione delle valutazioni d'impatto dell'UE. Lo studio conclude che la BAT, insieme ad una rete di altre importanti aziende e think-tank dell'European Policy Centre (EPC) è riuscita a rigirare la formulazione delle valutazioni d'impatto in modo da favorire il business ponendo particolare attenzione ai costi economici e trascurando l'impatto sociale e ambientale, compresa la salute.

Secondo la ricerca questa influenza in gran parte è stata possibile per il forte coinvolgimento diretto dei Think Tank EPC e BAT come partner «occulti». Nelle interviste con ex dipendenti e attuali agenti della Commissione nessuno conosceva il ruolo della BAT nella campagna di lobby dell’EPC per le valutazioni d'impatto obbligatorie.

La Commissione è a conoscenza di detta ricerca, e, in caso affermativo, qual è la sua posizione sulle conclusioni dello studio?

Lingua originale dell'interrogazione: DAGU C 216 E del 22/07/2011
Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2010Avviso legale