Tre vicini del partenariato orientale nel Caucaso meridionale

01-02-2018

La politica di partenariato orientale dell'UE, adottata nel 2009, include sei Stati dell'ex Unione sovietica: Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina. Il partenariato è stato istituito per promuovere l'impegno riformista in questi paesi in ambito politico, sociale ed economico allo scopo di rafforzare la democratizzazione e il buon governo, la sicurezza energetica, la tutela dell'ambiente e lo sviluppo economico e sociale. Tutti i membri (tranne la Bielorussia, la cui adesione al partenariato è stata sospesa) partecipano all'assemblea parlamentare Euronest.

La politica di partenariato orientale dell'UE, adottata nel 2009, include sei Stati dell'ex Unione sovietica: Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina. Il partenariato è stato istituito per promuovere l'impegno riformista in questi paesi in ambito politico, sociale ed economico allo scopo di rafforzare la democratizzazione e il buon governo, la sicurezza energetica, la tutela dell'ambiente e lo sviluppo economico e sociale. Tutti i membri (tranne la Bielorussia, la cui adesione al partenariato è stata sospesa) partecipano all'assemblea parlamentare Euronest.