Il quadro UE per le politiche fiscali

01-01-2018

Al fine di garantire la stabilità dell'Unione economica e monetaria, il quadro inteso ad evitare finanze pubbliche non sostenibili deve essere solido. Alla fine del 2011 è entrata in vigore una riforma (che rientra nel cosiddetto «six-pack») che modifica il patto di stabilità e crescita. Un'altra riforma, rappresentata dal trattato intergovernativo sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell'Unione economica e monetaria, è entrata in vigore all'inizio del 2013. Un regolamento sulla valutazione dei documenti programmatici di bilancio nazionali (che fa parte del «two-pack») è entrato in vigore nel maggio 2013.

Al fine di garantire la stabilità dell'Unione economica e monetaria, il quadro inteso ad evitare finanze pubbliche non sostenibili deve essere solido. Alla fine del 2011 è entrata in vigore una riforma (che rientra nel cosiddetto «six-pack») che modifica il patto di stabilità e crescita. Un'altra riforma, rappresentata dal trattato intergovernativo sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell'Unione economica e monetaria, è entrata in vigore all'inizio del 2013. Un regolamento sulla valutazione dei documenti programmatici di bilancio nazionali (che fa parte del «two-pack») è entrato in vigore nel maggio 2013.