Storia dell'Unione economica e monetaria

01-02-2018

L'Unione economica e monetaria (UEM) è il risultato dell'integrazione economica progressiva dell'Unione europea. È un'evoluzione del mercato unico dell'Unione europea, con regolamentazioni comuni sui prodotti e libera circolazione delle merci, dei capitali, del lavoro e dei servizi. Una moneta comune, l'euro, è stata messa in circolazione nella zona euro, che comprende attualmente 19 Stati membri dell'Unione. Tutti i 28 Stati membri — ad eccezione del Regno Unito e della Danimarca — devono adottare l'euro dopo una partecipazione di almeno due anni al meccanismo di scambio ERM II e a condizione di soddisfare i criteri di convergenza. La Banca centrale europea (BCE) mette in atto una politica monetaria unica, completata da politiche di bilancio armonizzate e da politiche economiche coordinate. In seno all'UEM non esiste un'istituzione unica responsabile della politica economica. Questa responsabilità è condivisa tra gli Stati membri e varie istituzioni dell'Unione.

L'Unione economica e monetaria (UEM) è il risultato dell'integrazione economica progressiva dell'Unione europea. È un'evoluzione del mercato unico dell'Unione europea, con regolamentazioni comuni sui prodotti e libera circolazione delle merci, dei capitali, del lavoro e dei servizi. Una moneta comune, l'euro, è stata messa in circolazione nella zona euro, che comprende attualmente 19 Stati membri dell'Unione. Tutti i 28 Stati membri — ad eccezione del Regno Unito e della Danimarca — devono adottare l'euro dopo una partecipazione di almeno due anni al meccanismo di scambio ERM II e a condizione di soddisfare i criteri di convergenza. La Banca centrale europea (BCE) mette in atto una politica monetaria unica, completata da politiche di bilancio armonizzate e da politiche economiche coordinate. In seno all'UEM non esiste un'istituzione unica responsabile della politica economica. Questa responsabilità è condivisa tra gli Stati membri e varie istituzioni dell'Unione.