Politica della concorrenza

01-02-2018

Il trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) stabilisce agli articoli da 101 a 109 le norme sulla concorrenza nel mercato interno. Tali norme vietano accordi tra imprese che siano restrittivi della concorrenza. Alle imprese che si trovano in posizione dominante è vietato sfruttare abusivamente la propria posizione e in tal modo pregiudicare il commercio tra gli Stati membri. Le fusioni e le acquisizioni di dimensione europea sono controllate dalla Commissione europea e possono, in taluni casi, essere vietate. Sono inoltre proibiti gli aiuti di Stato a favore di determinate imprese o prodotti che provocano distorsioni della concorrenza. Tuttavia, essi possono essere autorizzati in taluni casi specifici. Le norme sulla concorrenza si applicano anche alle imprese pubbliche, ai servizi pubblici e ai servizi di interesse generale. Se venisse compromessa la realizzazione degli obiettivi di tali servizi specifici, le norme sulla concorrenza potrebbero essere soppresse.

Il trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) stabilisce agli articoli da 101 a 109 le norme sulla concorrenza nel mercato interno. Tali norme vietano accordi tra imprese che siano restrittivi della concorrenza. Alle imprese che si trovano in posizione dominante è vietato sfruttare abusivamente la propria posizione e in tal modo pregiudicare il commercio tra gli Stati membri. Le fusioni e le acquisizioni di dimensione europea sono controllate dalla Commissione europea e possono, in taluni casi, essere vietate. Sono inoltre proibiti gli aiuti di Stato a favore di determinate imprese o prodotti che provocano distorsioni della concorrenza. Tuttavia, essi possono essere autorizzati in taluni casi specifici. Le norme sulla concorrenza si applicano anche alle imprese pubbliche, ai servizi pubblici e ai servizi di interesse generale. Se venisse compromessa la realizzazione degli obiettivi di tali servizi specifici, le norme sulla concorrenza potrebbero essere soppresse.