Tolleranza zero per le mutilazioni genitali femminili (MGF)

30-01-2015

L'Unione europea è impegnata a lavorare collettivamente per eliminare le mutilazioni genitali femminili (MGF) nel quadro degli sforzi più ampi diretti a combattere ogni forma di violenza nei confronti delle donne e delle ragazze, nonché a sostenere l'impegno degli Stati membri al riguardo. Tuttavia, il Parlamento europeo è preoccupato per il fatto che gli sforzi dell'Unione sono insufficienti per far fronte al problema e che, in particolare, non sono state fissate scadenze concrete per le azioni dell'UE. Il Parlamento europeo continua pertanto a esercitare pressioni affinché l'UE adotti strumenti vincolanti per combattere la violenza di genere.

L'Unione europea è impegnata a lavorare collettivamente per eliminare le mutilazioni genitali femminili (MGF) nel quadro degli sforzi più ampi diretti a combattere ogni forma di violenza nei confronti delle donne e delle ragazze, nonché a sostenere l'impegno degli Stati membri al riguardo. Tuttavia, il Parlamento europeo è preoccupato per il fatto che gli sforzi dell'Unione sono insufficienti per far fronte al problema e che, in particolare, non sono state fissate scadenze concrete per le azioni dell'UE. Il Parlamento europeo continua pertanto a esercitare pressioni affinché l'UE adotti strumenti vincolanti per combattere la violenza di genere.