Le prospettive della democrazia digitale in Europa

02-02-2018

Gli strumenti digitali potrebbero creare connessioni più solide tra i cittadini europei e il processo decisionale dell'UE e, in questo modo, contribuire alla riduzione del deficit democratico nell'Unione europea. La presente relazione prende in esame gli insegnamenti che si possono trarre dalle esperienze locali, nazionali ed europee in termini di utilizzo degli strumenti digitali per il funzionamento delle procedure decisionali e delle istituzioni dell'UE. A tale scopo è stato effettuato un esame della letteratura attualmente disponibile sulla democrazia digitale e la sfera pubblica europea; 22 esperienze locali, nazionali e dell'UE in relazione agli strumenti digitali esistenti sono state esaminate e valutate ed è stata effettuata un'analisi dell'idoneità degli strumenti digitali più promettenti in termini di attuazione e uso a livello di UE. I fattori più importanti per la riuscita della partecipazione digitale identificati nella relazione sono: un collegamento stretto e chiaro tra i processi di partecipazione digitale e un processo decisionale formale concreto; il processo partecipativo e i suoi contributi al processo decisionale nel suo insieme devono essere chiari ai partecipanti sin dall'inizio; il riscontro ai partecipanti riguardo all'uso che è stato fatto dei loro contributi è una caratteristica indispensabile del processo; un processo partecipativo non dovrebbe essere limitato a un solo evento, ma integrato in una "cultura della partecipazione" istituzionale; la partecipazione digitale deve essere accompagnata da un'efficace strategia di mobilitazione e partecipazione, che preveda strumenti di comunicazione pensati su misura per i diversi gruppi destinatari.

Gli strumenti digitali potrebbero creare connessioni più solide tra i cittadini europei e il processo decisionale dell'UE e, in questo modo, contribuire alla riduzione del deficit democratico nell'Unione europea. La presente relazione prende in esame gli insegnamenti che si possono trarre dalle esperienze locali, nazionali ed europee in termini di utilizzo degli strumenti digitali per il funzionamento delle procedure decisionali e delle istituzioni dell'UE. A tale scopo è stato effettuato un esame della letteratura attualmente disponibile sulla democrazia digitale e la sfera pubblica europea; 22 esperienze locali, nazionali e dell'UE in relazione agli strumenti digitali esistenti sono state esaminate e valutate ed è stata effettuata un'analisi dell'idoneità degli strumenti digitali più promettenti in termini di attuazione e uso a livello di UE. I fattori più importanti per la riuscita della partecipazione digitale identificati nella relazione sono: un collegamento stretto e chiaro tra i processi di partecipazione digitale e un processo decisionale formale concreto; il processo partecipativo e i suoi contributi al processo decisionale nel suo insieme devono essere chiari ai partecipanti sin dall'inizio; il riscontro ai partecipanti riguardo all'uso che è stato fatto dei loro contributi è una caratteristica indispensabile del processo; un processo partecipativo non dovrebbe essere limitato a un solo evento, ma integrato in una "cultura della partecipazione" istituzionale; la partecipazione digitale deve essere accompagnata da un'efficace strategia di mobilitazione e partecipazione, che preveda strumenti di comunicazione pensati su misura per i diversi gruppi destinatari.