ThinkTank logo I documenti che contribuiscono a definire la nuova legislazione dell'UE
Data di pubblicazione: 17-06-2019

Technology and the arts: Past, present and future synergies

03-05-2019

From the first canvas paintings to the production of musical instruments and contemporary cinema, art as we know it would be simply impossible without resource to humanity’s historical cache of technology development. The reverse of this relationship is also important, with the arts creating driving innovation and generating substantial demand for technology products. In the course of their work, artists often develop new techniques and push the boundaries of the imagination in ways that can provoke ...

From the first canvas paintings to the production of musical instruments and contemporary cinema, art as we know it would be simply impossible without resource to humanity’s historical cache of technology development. The reverse of this relationship is also important, with the arts creating driving innovation and generating substantial demand for technology products. In the course of their work, artists often develop new techniques and push the boundaries of the imagination in ways that can provoke new directions in technology development.

La politica comune della pesca: nascita ed evoluzione

01-01-2018

La politica comune della pesca (PCP) è stata formulata per la prima volta nel trattato di Roma. Collegata inizialmente alla politica agricola comune, col passare del tempo è gradualmente diventata più indipendente. L'obiettivo principale della PCP, in seguito alla revisione del 2002, è garantire una pesca sostenibile, nonché redditi e occupazione stabili per i pescatori. Il trattato di Lisbona ha introdotto numerose modifiche alla politica della pesca. Nel 2013 il Consiglio e il Parlamento hanno ...

La politica comune della pesca (PCP) è stata formulata per la prima volta nel trattato di Roma. Collegata inizialmente alla politica agricola comune, col passare del tempo è gradualmente diventata più indipendente. L'obiettivo principale della PCP, in seguito alla revisione del 2002, è garantire una pesca sostenibile, nonché redditi e occupazione stabili per i pescatori. Il trattato di Lisbona ha introdotto numerose modifiche alla politica della pesca. Nel 2013 il Consiglio e il Parlamento hanno raggiunto un accordo su una nuova PCP, volta a garantire la sostenibilità a lungo termine delle attività di pesca e di acquacultura sotto il profilo ambientale, economico e sociale.

La conservazione delle risorse alieutiche

01-01-2018

La conservazione delle risorse alieutiche si fonda sulla necessità di garantire lo sfruttamento sostenibile dal punto di vista ambientale di tali risorse e la vitalità del settore a lungo termine. Per conseguire tale obiettivo, sono state definite diverse norme europee che disciplinano l'accesso alle acque dell'UE, l'assegnazione e l'utilizzo delle risorse, i totali ammissibili di cattura, la limitazione dello sforzo di pesca e altre misure tecniche.

La conservazione delle risorse alieutiche si fonda sulla necessità di garantire lo sfruttamento sostenibile dal punto di vista ambientale di tali risorse e la vitalità del settore a lungo termine. Per conseguire tale obiettivo, sono state definite diverse norme europee che disciplinano l'accesso alle acque dell'UE, l'assegnazione e l'utilizzo delle risorse, i totali ammissibili di cattura, la limitazione dello sforzo di pesca e altre misure tecniche.

Aiuti strutturali alla pesca

01-01-2018

Inizialmente finanziata dallo Strumento finanziario di orientamento della pesca (SFOP), la politica europea della pesca è stata finanziata dal Fondo europeo per la pesca (FEP) nel periodo 2007-2013, mentre è attualmente finanziata dal nuovo Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) con una dotazione di 6,4 miliardi di EUR per il periodo 2014-2020. Il FEAMP sostiene i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile, sostiene le comunità costiere nella diversificazione delle ...

Inizialmente finanziata dallo Strumento finanziario di orientamento della pesca (SFOP), la politica europea della pesca è stata finanziata dal Fondo europeo per la pesca (FEP) nel periodo 2007-2013, mentre è attualmente finanziata dal nuovo Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) con una dotazione di 6,4 miliardi di EUR per il periodo 2014-2020. Il FEAMP sostiene i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile, sostiene le comunità costiere nella diversificazione delle loro economie e finanzia progetti per creare nuovi posti di lavoro e migliorare la qualità della vita nelle regioni costiere europee.

Le relazioni internazionali nell'ambito della pesca

01-01-2018

L'Unione europea ha concluso più di 20 accordi internazionali di pesca con l'obiettivo di promuovere quadri di governance giuridici, ambientali, economici e sociali per una pesca sostenibile, di avere accesso alle più importanti zone di pesca del mondo o di promuovere sistemi di monitoraggio, controllo e sorveglianza per combattere la pesca illegale. L'Unione europea sottoscrive accordi bilaterali, come partenariati o accordi in materia di pesca sostenibile, oppure accordi multilaterali, come gli ...

L'Unione europea ha concluso più di 20 accordi internazionali di pesca con l'obiettivo di promuovere quadri di governance giuridici, ambientali, economici e sociali per una pesca sostenibile, di avere accesso alle più importanti zone di pesca del mondo o di promuovere sistemi di monitoraggio, controllo e sorveglianza per combattere la pesca illegale. L'Unione europea sottoscrive accordi bilaterali, come partenariati o accordi in materia di pesca sostenibile, oppure accordi multilaterali, come gli accordi internazionali con le organizzazioni regionali per la gestione della pesca e convenzioni internazionali.

Politica marittima integrata

01-01-2018

La politica marittima integrata (PMI) è un approccio olistico a tutte le politiche dell'UE correlate ai mari. Basandosi sull'idea che l'Unione possa ottenere maggiori benefici dai mari e dagli oceani e causare un impatto ambientale minore mediante il coordinamento delle sue politiche, la PMI comprende settori altamente diversi come pesca e acquacoltura, trasporti marittimi e porti, ambiente marino, ricerca marina, energia offshore, cantieristica navale e industrie legate al mare, sorveglianza marittima ...

La politica marittima integrata (PMI) è un approccio olistico a tutte le politiche dell'UE correlate ai mari. Basandosi sull'idea che l'Unione possa ottenere maggiori benefici dai mari e dagli oceani e causare un impatto ambientale minore mediante il coordinamento delle sue politiche, la PMI comprende settori altamente diversi come pesca e acquacoltura, trasporti marittimi e porti, ambiente marino, ricerca marina, energia offshore, cantieristica navale e industrie legate al mare, sorveglianza marittima, turismo marittimo e costiero, occupazione, sviluppo delle regioni costiere e relazioni esterne negli affari marittimi.

Il settore europeo della pesca in cifre

01-01-2018

Le tabelle in appresso mostrano i dati statistici di base di vari settori della politica comune della pesca (PCP), ovvero: la flotta da pesca degli Stati membri nel 2017 (tabella I), la situazione dell'occupazione nel settore della pesca (2015), dell'acquacoltura (2014) e dei settori della trasformazione dei prodotti ittici (2016) (tabella II), la produzione, l'importazione e l'esportazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura nel 2016 (tabella III), il consumo apparente di prodotti della ...

Le tabelle in appresso mostrano i dati statistici di base di vari settori della politica comune della pesca (PCP), ovvero: la flotta da pesca degli Stati membri nel 2017 (tabella I), la situazione dell'occupazione nel settore della pesca (2015), dell'acquacoltura (2014) e dei settori della trasformazione dei prodotti ittici (2016) (tabella II), la produzione, l'importazione e l'esportazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura nel 2016 (tabella III), il consumo apparente di prodotti della pesca e dell'acquacoltura nel 2016 (tabella IV) e l'allocazione delle risorse del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca dal 2014 al 2020 (tabella V).

Politica comune dei trasporti: principi generali

01-02-2018

La politica dei trasporti rappresenta uno dei settori politici comuni da più di 30 anni. Parallelamente all'apertura alla concorrenza dei mercati dei trasporti e alla creazione delle reti transeuropee, il tema della «mobilità sostenibile» assumerà maggiore importanza entro il 2020, in particolare nel contesto del costante aumento delle emissioni di gas a effetto serra del settore, che minacciano di compromettere gli obiettivi climatici dell'Unione europea.

La politica dei trasporti rappresenta uno dei settori politici comuni da più di 30 anni. Parallelamente all'apertura alla concorrenza dei mercati dei trasporti e alla creazione delle reti transeuropee, il tema della «mobilità sostenibile» assumerà maggiore importanza entro il 2020, in particolare nel contesto del costante aumento delle emissioni di gas a effetto serra del settore, che minacciano di compromettere gli obiettivi climatici dell'Unione europea.

Cooperazione di polizia

01-01-2018

Lo strumento principale di tale cooperazione di polizia è l'Ufficio europeo di polizia (Europol), un elemento centrale della più vasta architettura europea per la sicurezza interna. La cooperazione e le politiche sono ancora in via di sviluppo e l'attenzione è focalizzata su una lotta più efficace alle minacce e alla criminalità pan-unionali e, in particolare per il Parlamento europeo, nel portare avanti questa lotta rispettando i diritti fondamentali e le norme in materia di protezione dei dati. ...

Lo strumento principale di tale cooperazione di polizia è l'Ufficio europeo di polizia (Europol), un elemento centrale della più vasta architettura europea per la sicurezza interna. La cooperazione e le politiche sono ancora in via di sviluppo e l'attenzione è focalizzata su una lotta più efficace alle minacce e alla criminalità pan-unionali e, in particolare per il Parlamento europeo, nel portare avanti questa lotta rispettando i diritti fondamentali e le norme in materia di protezione dei dati.

Libera circolazione dei capitali

01-02-2018

La libera circolazione dei capitali è una delle quattro libertà fondamentali del mercato unico dell'UE e, oltre a essere quella di più recente introduzione, è anche la più ampia in virtù della sua peculiare dimensione extra UE. La liberalizzazione dei flussi di capitale è progredita gradualmente. A partire dal trattato di Maastricht (1994) sono state eliminate le restrizioni ai movimenti di capitali e ai pagamenti, sia tra gli Stati membri che tra questi ultimi e i paesi terzi. Il principio ha efficacia ...

La libera circolazione dei capitali è una delle quattro libertà fondamentali del mercato unico dell'UE e, oltre a essere quella di più recente introduzione, è anche la più ampia in virtù della sua peculiare dimensione extra UE. La liberalizzazione dei flussi di capitale è progredita gradualmente. A partire dal trattato di Maastricht (1994) sono state eliminate le restrizioni ai movimenti di capitali e ai pagamenti, sia tra gli Stati membri che tra questi ultimi e i paesi terzi. Il principio ha efficacia diretta, ovvero non richiede ulteriori interventi normativi né su scala UE né a livello di Stati membri.

Prossimi eventi

25-06-2019
Meeting EU energy and climate goals: Energy storage for grids and low-carbon mobility
Altro evento -
EPRS

Infografiche

Restare connessi

email update imageSistema di aggiornamento per e-mail

Il sistema di aggiornamento per e-mail, che invia le ultime informazioni direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica, ti permetterà di seguire tutte le persone e gli eventi legati al Parlamento, tra cui le ultime notizie riguardanti i deputati, i servizi di informazione o il Think Tank.

Potrai accedere al sistema da qualsiasi pagina del sito web del Parlamento. Per iscriverti e ricevere le notifiche relative al Think Tank, sarà sufficiente fornire l'indirizzo di posta elettronica, selezionare il tema che ti interessa, indicare con quale frequenza desideri ricevere le informazioni (quotidiana, settimanale o mensile) e confermare l'iscrizione facendo clic sul link che riceverai via mail.

RSS imageFlussi RSS

Segui tutte le notizie e gli aggiornamenti del sito del Parlamento grazie ai flussi RSS.

Per configurare il tuo flusso RSS, fai clic sul link qui sotto.

Pubblicazioni del Think Tank

Il contenuto di tutti i documenti presenti sul sito web del Think Tank è di esclusiva responsabilità dell'autore e le opinioni ivi espresse non rappresentano necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo. Esso è destinato ai deputati e al personale del Parlamento europeo nell'ambito della loro attività parlamentare.

Think Tank si trova su...