13

risultato/i

Parola(e)
Tipo di pubblicazione
Settore di intervento
Autore
Data

Emissioni del trasporto aereo — Verso un approccio globale

05-12-2017

Le emissioni di carbonio derivanti dal trasporto aereo hanno registrato un rapido aumento, che si prevede continuerà. Dal 2012 ai voli da e verso gli aeroporti dello Spazio economico europeo (SEE) si applica il sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (ETS). Nel frattempo, l'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (ICAO) si è adoperata per elaborare una misura mondiale basata sul mercato (GMBM) per compensare la crescita delle emissioni nei trasporti aerei internazionali dopo ...

Le emissioni di carbonio derivanti dal trasporto aereo hanno registrato un rapido aumento, che si prevede continuerà. Dal 2012 ai voli da e verso gli aeroporti dello Spazio economico europeo (SEE) si applica il sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (ETS). Nel frattempo, l'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (ICAO) si è adoperata per elaborare una misura mondiale basata sul mercato (GMBM) per compensare la crescita delle emissioni nei trasporti aerei internazionali dopo il 2020. Tenendo conto di tali sforzi a livello internazionale, l'UE ha esentato dagli obblighi del sistema ETS, fino al 2016, i voli da e verso gli aeroporti esterni al SEE. La Commissione europea ha presentato una proposta di regolamento al fine di prorogare tale deroga e preparare l'attuazione della GMBM. Il voto del Parlamento sulla proposta è previsto nel corso della tornata di dicembre.

Disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri

27-09-2017

A seguito della revisione della legislazione unionale in materia di sicurezza per le navi da passeggeri, la Commissione europea ha proposto una serie di modifiche per semplificare le norme esistenti e ridurre i costi amministrativi, rendendo al contempo il trasporto marittimo più sicuro. Questa proposta di direttiva chiarisce i requisiti tecnici per la costruzione, la stabilità e la sicurezza antincendio delle imbarcazioni che servono rotte nazionali. Le norme di nuova definizione dovrebbero conferire ...

A seguito della revisione della legislazione unionale in materia di sicurezza per le navi da passeggeri, la Commissione europea ha proposto una serie di modifiche per semplificare le norme esistenti e ridurre i costi amministrativi, rendendo al contempo il trasporto marittimo più sicuro. Questa proposta di direttiva chiarisce i requisiti tecnici per la costruzione, la stabilità e la sicurezza antincendio delle imbarcazioni che servono rotte nazionali. Le norme di nuova definizione dovrebbero conferire uniformità alle interpretazioni nazionali e facilitare l'aggiornamento, il monitoraggio e l'applicazione delle disposizioni.

Research for PECH Committee - The Management of Fishing Fleets in Outermost Regions

15-03-2017

The Committee on Fisheries (PECH) has requested scientific input contributing to its work on an Own Initiative Report on The Management of Fishing Fleets in Outermost Regions (2016/2016 INI). This Briefing summarizes the main elements of a study prepared for PECH Committee with the same title. Outermost Regions (ORs) of the European Union are affected by handicaps deserving implementation of specific measures. The commissioned study aims at establishing the extent to which fleet management rules ...

The Committee on Fisheries (PECH) has requested scientific input contributing to its work on an Own Initiative Report on The Management of Fishing Fleets in Outermost Regions (2016/2016 INI). This Briefing summarizes the main elements of a study prepared for PECH Committee with the same title. Outermost Regions (ORs) of the European Union are affected by handicaps deserving implementation of specific measures. The commissioned study aims at establishing the extent to which fleet management rules adopted under the Common Fisheries Policy (CFP) take sufficiently account of the specificities of the fishing sector in Outermost Regions, and at identifying relevant measures that could support the development of the sector in these regions. ORs fishing fleets are mostly composed of small-scale vessels targeting inshore and offshore resources. Over the past decade, modernisation of ORs fishing fleets has been unevenly achieved across regions. Under the current CFP, ORs fleets are subject to the same management measures than those applied to all Union fleets. Nevertheless, European Maritime and Fisheries Fund (EMFF) takes into account ORs specific handicaps through increased intensity of public aid and a specific compensation scheme of additional costs. Several options are discussed to support the ORs fleet modernisation, including a derogatory regime for fleet management and a revision of capacity ceilings.

Research for PECH Committee - The Management of Fishing Fleets in Outermost Regions

15-11-2016

Outermost Regions (ORs) fishing fleets are mostly composed of small-scale vessels targeting inshore and offshore resources. Over the past decade, modernisation of ORs fishing fleets has been unevenly achieved across regions. ORs fleets are subject to the same management measures than those applied to all Union fleets. Nevertheless, EMFF takes into account ORs specific handicaps through increased intensity of public aid and a specific compensation scheme of additional costs. Several options are ...

Outermost Regions (ORs) fishing fleets are mostly composed of small-scale vessels targeting inshore and offshore resources. Over the past decade, modernisation of ORs fishing fleets has been unevenly achieved across regions. ORs fleets are subject to the same management measures than those applied to all Union fleets. Nevertheless, EMFF takes into account ORs specific handicaps through increased intensity of public aid and a specific compensation scheme of additional costs. Several options are discussed to support the much needed ORs fleet modernisation, including a derogatory regime for fleet management and a revision of capacity ceilings.

Autore esterno

Benoit CAILLART (Concarneau, France)

Piano pluriennale per il tonno rosso

11-01-2016

L'Unione europea è parte contraente della Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell'Atlantico (ICCAT), responsabile della gestione di questi stock e delle attività di pesca che li sfruttano. Sarebbe opportuno inserire nel diritto unionale elementi di impegni internazionali assunti dall'UE nell'ambito dell'ICCAT tra il 2012 e il 2014 che non ne facciano già parte. Questo fornisce inoltre l'occasione per raggruppare misure relative ad un piano pluriennale di ricostituzione del ...

L'Unione europea è parte contraente della Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell'Atlantico (ICCAT), responsabile della gestione di questi stock e delle attività di pesca che li sfruttano. Sarebbe opportuno inserire nel diritto unionale elementi di impegni internazionali assunti dall'UE nell'ambito dell'ICCAT tra il 2012 e il 2014 che non ne facciano già parte. Questo fornisce inoltre l'occasione per raggruppare misure relative ad un piano pluriennale di ricostituzione del tonno rosso all'interno di un nuovo regolamento.

Flexibility Mechanisms in the Lisbon Treaty

31-07-2015

Against any superficial impression of uniformity, the Treaty of Lisbon offers a significant number of mechanisms for flexibility (i.e. establishing different obligations and/or with different deadlines for accomplishment for different member states). External treaties complete the vast array for flexibility in European integration. Their full deployment depends on political opportunity and they may offer some opportunities to develop some policy areas. However, they are not panacea to face EU’s biggest ...

Against any superficial impression of uniformity, the Treaty of Lisbon offers a significant number of mechanisms for flexibility (i.e. establishing different obligations and/or with different deadlines for accomplishment for different member states). External treaties complete the vast array for flexibility in European integration. Their full deployment depends on political opportunity and they may offer some opportunities to develop some policy areas. However, they are not panacea to face EU’s biggest challenges.

Autore esterno

Professor Carlos Closa Montero, Institute for Public Goods and Policies (CSIC)

Protezione dei lavoratori marittimi nel quadro del diritto del lavoro dell'UE

29-06-2015

Sebbene il diritto del lavoro dell'UE si applichi generalmente ai lavoratori di tutti i settori, allo stato sono numerose le direttive che consentono agli Stati membri di escludere i lavoratori marittimi da talune disposizioni attinenti alla protezione del lavoratore. Tale situazione, che ha generato in più paesi disparità di trattamento ai danni dei lavoratori marittimi, influisce sulla concorrenza nel settore. La Commissione ha proposto, nel 2013, una direttiva di modifica intesa a migliorare il ...

Sebbene il diritto del lavoro dell'UE si applichi generalmente ai lavoratori di tutti i settori, allo stato sono numerose le direttive che consentono agli Stati membri di escludere i lavoratori marittimi da talune disposizioni attinenti alla protezione del lavoratore. Tale situazione, che ha generato in più paesi disparità di trattamento ai danni dei lavoratori marittimi, influisce sulla concorrenza nel settore. La Commissione ha proposto, nel 2013, una direttiva di modifica intesa a migliorare il livello di protezione dei diritti tutelati dalla Carta dei diritti fondamentali dell'UE nel campo del diritto del lavoro dell'Unione, ad accrescere la qualità dei posti di lavoro nel settore marittimo e, a livello dell'UE, a garantire in detto settore condizioni di parità.

The Impact of the 'Defence Package' Directives on European Defence

20-04-2015

In its conclusions on the Common Security and Defence Policy, the December 2013 European Council stressed the importance of ensuring the full and correct implementation and application of the two defence Directives of 2009. The present study intends to provide the Parliament with an initial perspective regarding the state of implementation of the Directive 2009/81/EC on defence and security procurement (Part.1) and the Directive 2009/43/EC on intra-European Union transfers of defence-related products ...

In its conclusions on the Common Security and Defence Policy, the December 2013 European Council stressed the importance of ensuring the full and correct implementation and application of the two defence Directives of 2009. The present study intends to provide the Parliament with an initial perspective regarding the state of implementation of the Directive 2009/81/EC on defence and security procurement (Part.1) and the Directive 2009/43/EC on intra-European Union transfers of defence-related products (Part.2). It undertakes a first assessment of national practices, through qualitative and statistical analysis. It identifies the complex points and obstacles, which, if not overcome, may well call into question the Directives’ expected beneficial effects.

Autore esterno

Hélène MASSON, Kévin MARTIN, Yannick QUÉAU and Jihan SENIORA

Fundamental Rights in the European Union: The role of the Charter after the Lisbon Treaty

27-03-2015

The European Union, like its Member States, has to comply with the principle of the rule of law and respect for fundamental rights when fulfilling the tasks set out in the Treaties. These legal obligations have been framed progressively by the case law of the European Court of Justice. The Court filled the gaps in the original Treaties, thus simultaneously ensuring the autonomy and consistency of the EU legal order and its relation with national constitutional orders. Since the entry into force ...

The European Union, like its Member States, has to comply with the principle of the rule of law and respect for fundamental rights when fulfilling the tasks set out in the Treaties. These legal obligations have been framed progressively by the case law of the European Court of Justice. The Court filled the gaps in the original Treaties, thus simultaneously ensuring the autonomy and consistency of the EU legal order and its relation with national constitutional orders. Since the entry into force of the Lisbon Treaty, these principles have also been expressly laid down in the Treaties and in the Charter of Fundamental Rights. Being part of the body of EU constitutional rules and principles, the Charter is binding upon the EU institutions when adopting new measures, as well as for Member States during implementation. The Charter is the point of reference, not only for the Court of Justice, but also for the EU legislature, especially when EU legislation gives specific expression to fundamental rights. Moreover, fundamental rights are also of relevance for EU legislation covering all the other areas of Union competence.

Pesi e dimensioni di veicoli pesanti e autobus

02-03-2015

I veicoli pesanti e gli autobus che circolano all'interno dell'Unione europea devono rispettare determinate norme in materia di peso, altezza, larghezza e lunghezza, in conformità con la direttiva concernente pesi e dimensioni. La revisione dell'attuale direttiva intende migliorare la sicurezza stradale, l'efficienza energetica e le prestazioni ambientali del trasporto su strada grazie a veicoli pesanti più ecologici e sicuri.

I veicoli pesanti e gli autobus che circolano all'interno dell'Unione europea devono rispettare determinate norme in materia di peso, altezza, larghezza e lunghezza, in conformità con la direttiva concernente pesi e dimensioni. La revisione dell'attuale direttiva intende migliorare la sicurezza stradale, l'efficienza energetica e le prestazioni ambientali del trasporto su strada grazie a veicoli pesanti più ecologici e sicuri.

Partner

Restare connessi

email update imageSistema di aggiornamento per e-mail

Il sistema di aggiornamento per e-mail, che invia le ultime informazioni direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica, ti permetterà di seguire tutte le persone e gli eventi legati al Parlamento, tra cui le ultime notizie riguardanti i deputati, i servizi di informazione o il Think Tank.

Potrai accedere al sistema da qualsiasi pagina del sito web del Parlamento. Per iscriverti e ricevere le notifiche relative al Think Tank, sarà sufficiente fornire l'indirizzo di posta elettronica, selezionare il tema che ti interessa, indicare con quale frequenza desideri ricevere le informazioni (quotidiana, settimanale o mensile) e confermare l'iscrizione facendo clic sul link che riceverai via mail.

RSS imageFlussi RSS

Segui tutte le notizie e gli aggiornamenti del sito del Parlamento grazie ai flussi RSS.

Per configurare il tuo flusso RSS, fai clic sul link qui sotto.