Gli organi politici del Parlamento europeo 

Il Parlamento europeo dispone di diversi organi politici competenti per l'organizzazione dei lavori e della pianificazione legislativa dell'Istituzione, nonché per il suo regolamento e per le questioni di ordine amministrativo, finanziario, organizzativo e di personale.

Conferenza dei presidenti

La Conferenza dei presidenti è l'organo politico del Parlamento europeo competente per

  • l'organizzazione dei lavori del PE e la programmazione legislativa,
  • l'attribuzione delle competenze e la composizione delle commissioni e delle delegazioni,
  • le relazioni con le altre istituzioni dell'Unione europea, con i parlamenti nazionali e i paesi terzi.

La Conferenza dei presidenti prepara il calendario dell'Istituzione e l'ordine del giorno delle plenarie e procede all'assegnazione dei posti ai deputati in Aula.

La Conferenza dei presidenti è composta dal Presidente del Parlamento e dai presidenti dei gruppi politici. Partecipa alle riunioni anche un rappresentante dei deputati non iscritti, ma senza diritto di voto. La Conferenza dei presidenti prende decisioni per consenso o per votazione ponderata in funzione del numero dei deputati di ogni gruppo politico.

La Conferenza dei presidenti svolge i compiti a essa affidati dal Regolamento. Delibera sull'organizzazione dei lavori del Parlamento europeo e degli altri organi. È consultata su tutte le questioni connesse con la programmazione legislativa e le relazioni con le altre istituzioni e gli altri organi dell'Unione europea. La Conferenza dei presidenti si riunisce, generalmente, due volte al mese. Le sue riunioni non sono pubbliche.

I processi verbali della Conferenza dei presidenti sono tradotti nelle lingue ufficiali, stampati e distribuiti a tutti i deputati. Ogni deputato può presentare interrogazioni attinenti all'attività della Conferenza dei presidenti.

Dà la possibilità a tutti i deputati, al di fuori delle plenarie, di scambiare i loro punti di vista con le personalità invitate o di conoscere in anteprima le proposte presentate dalla Commissione europea.

Ufficio di presidenza 

L'Ufficio di presidenza è l'organo direttivo regolamentare del Parlamento europeo. Stabilisce il progetto preliminare di stato di previsione del bilancio del Parlamento europeo e ha la competenza per le decisioni amministrative, relative al personale e organizzative.

L'Ufficio di presidenza è composto dal Presidente del Parlamento europeo, di 14 vicepresidenti e di 6 questori eletti dall'assemblea e in carica per un periodo di due anni e mezzo, rinnovabile. Nelle deliberazioni dell'Ufficio di presidenza, in caso di parità di voti, il voto del Presidente è preponderante. I questori sono membri dell'Ufficio di presidenza con funzioni consultive.

L'Ufficio di presidenza svolge numerosi compiti amministrativi e di carattere finanziario all'interno del Parlamento. È competente per tutte le questioni che riguardano il funzionamento interno del Parlamento. Disciplina le questioni relative allo svolgimento delle sedute, può autorizzare riunioni di commissione al di fuori dei luoghi abituali di lavoro e stabilire il progetto preliminare di stato di previsione delle spese del Parlamento. Nomina il Segretario generale del Parlamento, che garantisce il funzionamento dei servizi amministrativi del Parlamento e stabilisce l'organigramma e l'organizzazione del Segretariato generale. L'Ufficio di presidenza si riunisce, generalmente, due volte al mese.

I processi verbali dell'Ufficio di presidenza sono tradotti nelle lingue ufficiali, stampati e distribuiti a tutti i deputati. Ogni deputato può presentare interrogazioni attinenti all'attività dell'Ufficio di presidenza.

L'Ufficio di presidenza stabilisce le somme da stanziare in favore dei partiti politici rappresentati in seno al Parlamento europeo.

Collegio dei questori

Il collegio dei questori è l'organo del Parlamento europeo responsabile dei compiti amministrativi e finanziari concernenti direttamente i deputati e le loro condizioni di lavoro.

I questori sono 5 e fanno parte dell'Ufficio di presidenza. Il Parlamento europeo procede all'elezione dei questori dopo l'elezione del Presidente e dei 14 vicepresidenti. I questori sono eletti a scrutinio segreto maggioritario in tre turni: la maggioranza assoluta dei voti espressi è necessaria per i primi 2 turni, mentre per l'ultima votazione è sufficiente la maggioranza relativa. Il mandato è di due anni e mezzo; i questori hanno funzioni consultive in seno all'Ufficio di presidenza.

I questori sono incaricati di gestire i compiti amministrativi e finanziari concernenti direttamente i deputati, come ad esempio mettere a loro disposizione le strutture e i servizi generali. Possono presentare proposte di modifica o di nuova stesura di testi concernenti tutte le regolamentazioni adottate dall'Ufficio di presidenza. I questori si riuniscono, generalmente, una volta al mese.

Ogni deputato può presentare interrogazioni attinenti all'attività dei questori.

Conferenza dei presidenti di commissione

La Conferenza dei presidenti di commissione è l'organo politico del Parlamento europeo che permette di assicurare una migliore cooperazione tra le commissioni parlamentari.

La Conferenza dei presidenti di commissione è composta dai presidenti di tutte le commissioni permanenti e temporanee; essa elegge un presidente. La Conferenza dei presidenti di commissione si riunisce, generalmente, una volta al mese a Strasburgo, in coincidenza con le plenarie.

La Conferenza dei presidenti di commissione può presentare alla Conferenza dei presidenti proposte in merito ai lavori delle commissioni e alla fissazione dell'ordine del giorno delle tornate. In caso di conflitto di competenza fra due o più commissioni permanenti, la Conferenza dei presidenti di commissione può formulare una raccomandazione destinata alla Conferenza dei presidenti. L'Ufficio di presidenza e la Conferenza dei presidenti possono delegare alcune mansioni alla Conferenza dei presidenti di commissione.

Conferenza dei presidenti di delegazione

La Conferenza dei presidenti di delegazione (CPD) è l'organo politico del Parlamento europeo incaricato di coordinare i lavori delle 44 delegazioni permanenti dell'Istituzione.

La CPD garantisce che le delegazioni lavorino in maniera efficiente e in coordinamento con le altre strutture del Parlamento. Le sue riunioni periodiche fungono da forum in cui discutere delle questioni e delle sfide comuni a tutte le delegazioni.

I membri della Conferenza sono i presidenti delle 44 delegazioni permanenti del Parlamento e delle tre commissioni che si occupano di relazioni internazionali: le commissioni per gli affari esteri (AFET), per lo sviluppo (DEVE) e per il commercio internazionale (INTA).

Uno dei 44 presidenti di delegazione viene eletto presidente della Conferenza. Il suo mandato ha una durata di due anni e mezzo, pari alla metà della legislatura quinquennale del Parlamento europeo.