RELAZIONE sulla proposta decisione del Parlamento europeo e del Consiglio sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in conformità del punto 26 dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria

15.10.2007 - (COM(2007)0526 - C6-0286/2007 – 2007/2179(ACI))

Commissione per i bilanci
Relatore: Reimer Böge

Procedura : 2007/2179(ACI)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento :  
A6-0393/2007
Testi presentati :
A6-0393/2007
Discussioni :
Testi approvati :

PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta decisione del Parlamento europeo e del Consiglio sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in conformità del punto 26 dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria

(COM(2007)0526 - C6-0286/2007 – 2007/2179(ACI))

Il Parlamento europeo,

–   vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2007)0526 - C6-0286/2007)

–   visto l'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra Parlamento europeo, Consiglio e Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria[1] e in particolare il suo punto 26

–   vista la relazione della commissione per i bilanci (A6‑0393/2007),

1.  approva la decisione in allegato alla risoluzione;

2.  incarica il suo Presidente di preparare la pubblicazione di tale decisione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione, compreso l'allegato, al Consiglio e alla Commissione.

  • [1]  GU C 139 del 14.6.2006, pag. 1.

ALLEGATO: DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in conformità del punto 26 dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA,

visto l'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria[1], in particolare il punto 26,

visto il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio, dell'11 novembre 2002, che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea[2],

vista la proposta della Commissione[3],

considerando quanto segue:

(1)      L’Unione europea ha istituito un Fondo di solidarietà dell’Unione europea (il "Fondo") per testimoniare solidarietà alla popolazione di regioni colpite da catastrofi.

(2)      L'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 consente la mobilizzazione del Fondo nei limiti di un massimale annuale di 1 miliardo di euro.

(3)      Il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio definisce le modalità per mobilizzare gli stanziamenti del fondo.

(4)      La Germania e la Francia hanno presentato richieste di mobilizzazione del fondo in relazione a due catastrofi causate, rispettivamente, da una violenta tempesta e da un ciclone tropicale.

DECIDONO:

Articolo 1

Nel quadro del bilancio generale dell'Unione europea fissato per l'esercizio 2007, una somma pari a 172 195 985 euro di stanziamenti d'impegno e di pagamento è mobilitata nell'ambito del Fondo di solidarietà dell'Unione europea.

Articolo 2

La presente decisione è pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il

Per il Parlamento europeo                           Per il Consiglio

Il Presidente                                                  Il Presidente

  • [1]  GU C 139 del 14.6.2006, pag. 1.
  • [2]  GU L 311 del 14.11.2002, pag. 3.
  • [3]  GU C […] del […], pag. […].

MOTIVAZIONE

La Commissione propone la mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in favore di Germania e Francia (La Réunion) sulla base del punto 26 dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006. L'accordo interistituzionale consente di mobilitare il Fondo entro il massimale annuale di un miliardo di euro. La Commissione ha presentato un bilancio modificativo (AB n. 6) al fine di introdurre nel bilancio 2007 uno specifico stanziamento di impegno e pagamento, come previsto al punto 26 dell'accordo interistituzionale.

La Germania e la Francia hanno richiesto l'assistenza del Fondo in seguito a disastri naturali, causa di seri danni rispettivamente in gennaio e febbraio dell'anno in corso. La Commissione propone di mobilitare il Fondo UE di solidarietà per un importo totale di 172.195.985 milioni di euro, da attribuirsi sulla base del Titolo 3b delle prospettive finanziarie.

La commissione per gli affari regionali, cui è stato richiesto un parere, ha deciso il 3 ottobre di non agire su tale proposta per non rallentare il processo di assegnazione.

Qui di seguito la sintesi dell'importo del danno e l'aiuto proposto dalla Commissione:

 

Danno diretto

Importo proposto

Germania, tempesta Kyrill

4 687 300 000

166 905 985

Francia (La Réunion), ciclone Gamède

211 600 000

5 290 000

Totale

4 898 900 000

172 195 985

Il relatore raccomanda di approvare la proposta della Commissione.

ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

Approvazione

9.10.2007

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

19

0

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Richard James Ashworth, Reimer Böge, Herbert Bösch, Joan Calabuig Rull, Gérard Deprez, Valdis Dombrovskis, Brigitte Douay, Ingeborg Gräßle, Catherine Guy-Quint, Anne E. Jensen, Wiesław Stefan Kuc, Nils Lundgren, Vladimír Maňka, Mario Mauro, Rovana Plumb, Nina Škottová, László Surján, Ralf Walter

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Thijs Berman, Richard Corbett

Supplenti (art. 178, par. 2) presenti al momento della votazione finale