RACCOMANDAZIONE PER LA SECONDA LETTURA relativa alla posizione comune del Consiglio in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce una Fondazione europea per la formazione professionale (rifusione)

    4.12.2008 - (11263/4/2008 – C6‑0422/2008 – 2007/0163(COD)) - ***II

    Commissione per l'occupazione e gli affari sociali
    Relatore: Bernard Lehideux

    Procedura : 2007/0163(COD)
    Ciclo di vita in Aula
    Ciclo del documento :  
    A6-0473/2008
    Testi presentati :
    A6-0473/2008
    Discussioni :
    Testi approvati :

    PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

    sulla posizione comune del Consiglio in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce una Fondazione europea per la formazione professionale (rifusione)

    (11263/4/2008 – C6‑0422/2008 – 2007/0163(COD))

    (Procedura di codecisione: seconda lettura)

    Il Parlamento europeo,

    –   vista la posizione comune del Consiglio (11263/4/2008 – C6‑0422/2008),

    –   vista la sua posizione in prima lettura[1] sulla proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2007)0443),

    –   vista la proposta modificata della Commissione (COM(2007)0707),

    –   visto l'articolo 251, paragrafo 2, del trattato CE

    –   visto l'articolo 67 del suo regolamento,

    –   vista la raccomandazione per la seconda lettura della commissione per l'occupazione e gli affari sociali (A6‑0473/2008),

    1.  approva la posizione comune;

    2.  constata che l'atto è adottato in conformità della posizione comune;

    3.  incarica il suo Presidente di firmare l'atto, congiuntamente al Presidente del Consiglio, a norma dell'articolo 254, paragrafo 1, del trattato CE;

    4.  incarica il suo Segretario generale di firmare l'atto, previa verifica che tutte le procedure siano state debitamente espletate, e di procedere, d'intesa con il Segretario generale del Consiglio, alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

    5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.

    MOTIVAZIONE

    Procedura

    Il 14 maggio 2008 il PE ha raggiunto un accordo con il Consiglio sul testo del nuovo regolamento. Dato che il 22 maggio 2008 in seduta plenaria sono stati approvati emendamenti in contrasto con l'accordo stesso, si è resa necessaria una seconda lettura. La posizione comune del Consiglio è stata annunciata in plenaria il 20 novembre 2008 ed è identica all'accordo raggiunto nel maggio 2008, a parte qualche adeguamento linguistico.

    Nel frattempo, una maggioranza di gruppi politici all'interno della commissione EMPL ha confermato il proprio impegno sull'accordo raggiunto in maggio con il Consiglio.

    Di conseguenza la posizione comune può essere approvata senza emendamenti.

    Contenuto

    La posizione comune comprende molti degli emendamenti della commissione EMPL. Le modifiche principali comparate con la proposta della Commissione vertono sulla portata del regolamento, le funzioni della fondazione, le disposizioni generali, il consiglio d'amministrazione e la nomina del direttore della Fondazione.

    La questione di come potenziare le relazioni tra il PE e la Fondazione, e di come il PE possa essere rappresentato nel consiglio d'amministrazione è stata risolta. L'articolo 7 prevede che facciano parte del consiglio d'amministrazione tre esperti senza diritto di voto nominati dal Parlamento europeo. Il Parlamento è libero di nominare o personalità esterne o deputati e spetterà al Parlamento scegliere il livello di rappresentanza al consiglio d'amministrazione che preferisce. A ciò si aggiunga che il direttore è invitato a fare una dichiarazione davanti alla/e commissione/i competente/i del Parlamento europeo e a rispondere a domande rivoltegli dai membri prima della sua nomina (articolo 10).

    Inoltre l'accordo segue ampiamente le proposte della Commissione di allargare la competenza tematica della fondazione fino a coprire lo sviluppo del capitale umano, in particolare istruzione e formazione professionale in una prospettiva che abbraccia tutto l'arco della vita e le relative questioni del mercato del lavoro.

    Infine la portata geografica della fondazione è stata aggiornata e ridefinita con riferimento ai nuovi strumenti e alle nuove priorità della politica di relazioni esterne dell'Unione europea. In conformità della relazione dell'on. Lehideux, è possibile una procedura più flessibile che consenta alla Fondazione di agire anche al di fuori delle aree specificate agli articoli 1 a) e 1 b).

    PROCEDURA

    Titolo

    Fondazione europea per la formazione (Rifusione)

    Riferimenti

    11263/4/2008 – C6-0422/2008 – 2007/0163(COD)

    Prima lettura del PE – Numero P

    22.5.2008                     T6-0227/2008

    Proposta della Commissione

    COM(2007)0443 - C6-0243/2007

    Annuncio in Aula del ricevimento della posizione comune

    20.11.2008

    Commissione competente per il merito

           Annuncio in Aula

    EMPL

    20.11.2008

    Relatore(i)

           Nomina

    Bernard Lehideux

    9.9.2008

     

     

    Esame in commissione

    2.12.2008

     

     

     

    Approvazione

    2.12.2008

     

     

     

    Esito della votazione finale

    +:

    –:

    0:

    23

    3

    11

    Membri titolari presenti al momento della votazione finale

    Jan Andersson, Edit Bauer, Iles Braghetto, Philip Bushill-Matthews, Alejandro Cercas, Ole Christensen, Derek Roland Clark, Luigi Cocilovo, Jean Louis Cottigny, Jan Cremers, Proinsias De Rossa, Harald Ettl, Carlo Fatuzzo, Ilda Figueiredo, Stephen Hughes, Ona Juknevičienė, Elizabeth Lynne, Thomas Mann, Jan Tadeusz Masiel, Maria Matsouka, Juan Andrés Naranjo Escobar, Csaba Őry, Siiri Oviir, Marie Panayotopoulos-Cassiotou, Bilyana Ilieva Raeva, José Albino Silva Peneda, Jean Spautz, Gabriele Stauner, Ewa Tomaszewska, Anne Van Lancker

    Supplenti (art. 178, par. 2) presenti al momento della votazione finale

    Petru Filip, Donata Gottardi, Marian Harkin, Sepp Kusstatscher, Jamila Madeira, Viktória Mohácsi, Anja Weisgerber