Procedura : 2010/0162(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0242/2010

Testi presentati :

A7-0242/2010

Discussioni :

Votazioni :

PV 07/09/2010 - 6.3
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2010)0293

RELAZIONE     ***I
PDF 328kWORD 94k
31.8.2010
PE 443.011v02-00 A7-0242/2010

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore della Repubblica moldova

(COM(2010)0302 – C7‑0144/2010 – 2010/0162(COD))

Commissione per il commercio internazionale

Relatore: Iuliu Winkler

EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 POSIZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO IN PRIMA LETTURA(1)*
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore della Repubblica moldova

(COM(2010)0302 – C7‑0144/2010 – 2010/0162(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–   vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2010)0302),

–   visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 212 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C7‑0144/2010),

–   visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–   visto l'articolo 55 del suo regolamento,

–   vista la relazione della commissione per il commercio internazionale (A7‑0242/2010),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.


POSIZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO IN PRIMA LETTURA(1)*

---------------------------------------------------------

DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore della Repubblica moldova

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea, in particolare l'articolo 212,

vista la proposta della Commissione europea,

previa trasmissione del progetto di atto legislativo ai parlamenti nazionali,

deliberando secondo la procedura legislativa ordinaria(2),

considerando quanto segue:

(1)       Le relazioni tra la Repubblica moldova e l'Unione europea si stanno sviluppando nel quadro della politica europea di vicinato. Nel 2005 la Comunità e la Repubblica moldova hanno concordato un piano d'azione per la politica europea di vicinato che stabilisce le priorità a medio termine nelle relazioni UE-Repubblica moldova. Il quadro delle relazioni bilaterali tra le parti è ulteriormente rafforzato dal partenariato orientale varato di recente. Nel gennaio 2010 l'Unione europea e la Repubblica moldova hanno avviato i negoziati su un accordo di associazione che dovrebbe sostituire l'accordo esistente di partenariato e di cooperazione.

(2)       L'economia della Repubblica moldova è stata duramente colpita dalla crisi finanziaria internazionale, che ha determinato un drastico calo della produzione, un deterioramento della posizione di bilancio e un aumento del fabbisogno di finanziamenti esterni.

(3)       La stabilizzazione e la ripresa dell'economia della Repubblica moldova sono sostenute dall'assistenza finanziaria dell'FMI. L'accordo di finanziamento FMI per la Repubblica moldova è stato approvato il 29 gennaio 2010.

(4)       La Repubblica moldova ha chiesto un'assistenza macrofinanziaria dell'Unione europea a causa del deterioramento della situazione e delle prospettive economiche.

(5)       Dato che nella bilancia dei pagamenti della Repubblica moldova permane un fabbisogno residuo di finanziamento per il 2010-2011, l’assistenza macrofinanziaria è considerata una risposta adeguata alla richiesta della Repubblica moldova di sostenere la stabilizzazione economica in collaborazione con il programma in corso dell’FMI. Detta assistenza finanziaria dovrebbe anche contribuire ad alleggerire il fabbisogno di finanziamento esterno che grava sul bilancio dello Stato.

(6)       L'assistenza macrofinanziaria dell'UE non dovrebbe limitarsi a integrare i programmi e le risorse dell'FMI e della Banca mondiale, ma dovrebbe garantire il valore aggiunto dell'intervento dell'Unione.

(7)       La Commissione dovrebbe garantire che l'assistenza macrofinanziaria dell'Unione sia coerente sotto il profilo giuridico e sostanziale con le misure adottate nei vari settori dell'azione esterna e con le altre politiche dell'Unione pertinenti.

(8)       È necessario fissare obiettivi specifici dell'assistenza macrofinanziaria dell'Unione che rafforzino l'efficacia, la trasparenza e il dovere di rendicontazione. Tali obiettivi devono essere regolarmente sorvegliati dalla Commissione.

(9)       Le condizioni sulle quali poggia l'erogazione dell'assistenza macrofinanziaria dell'Unione dovrebbero riflettere i principi chiave e gli obiettivi della politica condotta dall'UE nei confronti della Repubblica moldova.

(10)     Per assicurare la tutela efficace degli interessi finanziari dell'UE in relazione a detta assistenza macrofinanziaria, occorre che la Repubblica moldova adotti misure appropriate di prevenzione e di lotta contro la frode, la corruzione e ogni altra irregolarità relativa all'assistenza in oggetto. Occorre altresì che la Commissione garantisca l'effettuazione di controlli adeguati e che la Corte dei conti provveda alle opportune revisioni contabili.

(11)     L'erogazione dell'assistenza macrofinanziaria dell'UE lascia impregiudicati i poteri dell'autorità di bilancio.

(12)     È opportuno che l'assistenza macrofinanziaria dell'UE sia gestita dalla Commissione. Al fine di garantire che il Parlamento europeo e il comitato economico e finanziario possano seguire l'attuazione della presente decisione, la Commissione li informa periodicamente in merito agli sviluppi relativi all'assistenza e fornisce loro i documenti pertinenti.

(12bis) A norma dell'articolo 291 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, le regole e i principi generali relativi alle modalità di controllo da parte degli Stati membri dell'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione devono essere stabiliti preventivamente mediante regolamenti secondo la procedura legislativa ordinaria. In attesa dell'adozione di tale nuovo regolamento, permane in applicazione la decisione del Consiglio 1999/468/CE, del 28 giugno 1999, recante modalità per l'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione(3), ad eccezione della procedura di regolamentazione, che non è applicabile,

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

1.        L'Unione concede alla Repubblica moldova un'assistenza macrofinanziaria in forma di sovvenzione per un importo massimo di 90 milioni di euro, al fine di sostenere la stabilizzazione economica della Repubblica moldova e di alleggerirne il fabbisogno della bilancia dei pagamenti e del bilancio individuati nel programma dell'FMI in corso.

2.        La concessione dell'assistenza macrofinanziaria dell'UE è gestita dalla Commissione in linea con gli accordi o le intese tra l'FMI e la Repubblica moldova, nonché con i principi chiave e gli obiettivi della riforma economica esposti nell'accordo di partenariato e di cooperazione e nel piano d'azione UE-Repubblica moldova. La Commissione informa periodicamente il Parlamento europeo e il comitato economico e finanziario in merito agli sviluppi nella gestione dell'assistenza e trasmette loro i pertinenti documenti.

3.        L’assistenza macrofinanziaria dell'Unione è disponibile per due anni e sei mesi a decorrere dal primo giorno successivo all’entrata in vigore del protocollo di intesa di cui all’articolo 2, paragrafo 1.

Articolo 2

1.        La Commissione, deliberando secondo la procedura consultiva di cui all'articolo 6, è abilitata a negoziare con le autorità della Repubblica moldova sulle condizioni di politica economica alle quali è subordinata l'assistenza macrofinanziaria in oggetto, che verranno fissate in un protocollo di intesa comprendente un calendario per il soddisfacimento di tali condizioni (in appresso il "protocollo di intesa). Le condizioni sono in linea con le intese o gli accordi conclusi tra l'FMI e la Repubblica moldova, nonché con i principi chiave e gli obiettivi della riforma economica esposti nell'accordo di partenariato e di cooperazione e nel piano d'azione UE-Repubblica moldova. Tali principi ed obiettivi mirano a rafforzare l'efficacia, la trasparenza e il dovere di rendicontazione in relazione all'assistenza, in particolare per quanto riguarda i sistemi di gestione delle finanze pubbliche nella Repubblica moldova. I progressi verso il conseguimento di tali obiettivi sono regolarmente sorvegliati dalla Commissione. Le condizioni finanziarie dell'assistenza sono specificate in un accordo di sovvenzione che verrà concluso tra la Commissione e le autorità della Repubblica moldova.

2.        Nel corso dell'attuazione dell'assistenza macrofinanziaria dell'Unione, la Commissione sorveglia la solidità dei meccanismi finanziari, delle procedure amministrative e dei meccanismi di controllo interni ed esterni della Repubblica moldova pertinenti all'assistenza in oggetto nonché il rispetto del calendario convenuto.

3.        La Commissione verifica a intervalli regolari che le politiche economiche della Repubblica moldova siano in linea con gli obiettivi dell'assistenza macrofinanziaria dell'UE e che siano rispettate in modo soddisfacente le condizioni di politica economica concordate. A tal fine la Commissione lavora in stretto coordinamento con l’FMI e la Banca mondiale e, laddove necessario, il comitato economico e finanziario.

Articolo 3

1.        Subordinatamente alle condizioni di cui al paragrafo 2, la Commissione mette a disposizione della Repubblica moldova l'assistenza macrofinanziaria dell'Unione europea sotto forma di sovvenzione erogata in almeno tre rate. L'importo di ciascuna rata è fissato nel protocollo di intesa.

2.        La Commissione versa le rate a condizione che siano rispettate in modo soddisfacente le condizioni economiche stabilite nel protocollo di intesa. Il versamento della seconda rata e delle rate successive non è effettuato prima di tre mesi a decorrere dal versamento della rata precedente.

3.        I fondi UE sono versati alla Banca nazionale della Repubblica moldova. In funzione delle disposizioni fissate nel protocollo di intesa, fra cui una conferma del fabbisogno residuo di finanziamento di bilancio, i fondi dell'Unione possono essere trasferiti al Tesoro della Repubblica moldova come beneficiario finale.

Articolo 4

L’assistenza macrofinanziaria dell'Unione è fornita conformemente alle disposizioni del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio, del 25 giugno 2002, che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee(4), e relative modalità di esecuzione(5). In particolare, il protocollo di intesa e l'accordo di sovvenzione da concordare con le autorità della Repubblica moldova prevedono l'adozione, da parte di quest'ultima, di misure specifiche per la prevenzione e la lotta contro la frode, la corruzione e altre irregolarità in relazione con l'assistenza. Per garantire maggiore trasparenza nella gestione e nell'erogazione dei fondi dell'UE, il protocollo di intesa e l'accordo di sovvenzione dovrebbero inoltre prevedere che la Commissione, compreso l'Ufficio europeo per la lotta antifrode, effettuino controlli tra cui anche verifiche e accertamenti in loco. Essi prevedono altresì revisioni contabili da parte della Corte dei conti, comprese, se del caso, revisioni in loco.

Articolo 5

1.        La Commissione è assistita da un comitato.

2.        Nei casi in cui è fatto riferimento al presente paragrafo, si applicano gli articoli 3 e 7 della decisione 1999/468/CE, tenuto conto del disposto del suo articolo 8.

Articolo 6

1.        Entro il 31 agosto di ogni anno la Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sull’attuazione della presente decisione nel corso dell’anno precedente nonché una valutazione di detta attuazione. La relazione indica il legame tra le condizioni politiche previste nel protocollo di intesa, i risultati economici e di bilancio della Repubblica moldova e la decisione della Commissione di erogare le rate dell’assistenza.

2.        Entro due anni dalla scadenza del periodo di disponibilità di cui all'articolo 1, paragrafo 3, la Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione di valutazione ex post.

Articolo 7

La presente decisione entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il […]

Per il Parlamento europeo                                         Per il Consiglio

Il Presidente                                                           Il Presidente    

(1)

* Emendamenti: il testo nuovo o modificato è evidenziato in grassetto corsivo e le soppressioni sono segnalate con il simbolo ▌.

(2)

          GU L ...

(3)

          GU L 184 del 17.7.1999, pag. 23.

(4)

          GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1.

(5)

          Regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità d'esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee (GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1).


MOTIVAZIONE

La Commissione propone di concedere assistenza macrofinanziaria in forma di sovvenzione fino a un massimo di 90 milioni di euro alla Repubblica moldova, visto il profondo impatto della crisi economica sull'economia e l'ammissibilità del paese ai finanziamenti agevolati. L'erogazione dell'assistenza è prevista in almeno tre rate.

L'assistenza proposta dovrebbe contribuire a coprire il fabbisogno di finanziamenti sia per la bilancia dei pagamenti che per il bilancio dello Stato, in base ai dati forniti dal Fondo monetario internazionale (FMI). Essa sosterrà il programma di stabilizzazione adottato dalle autorità del paese al fine di garantire conti pubblici e conti esterni sostenibili ed aiuterà pertanto il paese ad affrontare le conseguenze della crisi finanziaria mondiale.

L’assistenza macrofinanziaria dell'Unione europea completerà il sostegno del FMI, previsto nel quadro dell’accordo di finanziamento concordato dal consiglio di amministrazione dell’FMI il 29 gennaio 2010, nonché il sostegno della Banca mondiale e dei donatori bilaterali. Il programma AMF è complementare anche ad altri finanziamenti dell'Unione europea, in particolare al sostegno di bilancio ENPI a medio termine attuato nel quadro della strategia per paese riguardante la cooperazione dell'UE con la Repubblica moldova. Esso può così contribuire ad accrescere l'influenza dell'UE sulle politiche della Repubblica moldova e aiutarla a superare l'attuale grave crisi economica.

Tra i paesi partecipanti al partenariato orientale, la Repubblica moldova è uno dei più gravemente colpiti dalla crisi mondiale e l'assistenza mira a far fronte agli effetti della crisi, a contribuire a coprire il fabbisogno di finanziamenti esterni del paese nel 2010 e 2011 nonché ad accelerare il ritmo delle riforme sostenendo il programma economico del governo e il suo impegno a favore dell'integrazione con l'UE. Detto impegno nei confronti dell'UE è stato ribadito dal Primo ministro Vlad Filat durante le riunioni con gli alti funzionari e i membri del Parlamento europeo, tenutesi a Bruxelles nel giugno 2010. I funzionari moldavi in detta occasione hanno avuto la possibilità di riaffermare l'impegno del governo a favore della promozione delle riforme democratiche e dell'applicazione delle norme europee.

Il relatore è favorevole alla proposta di fornire alla Repubblica di moldova un'assistenza macrofinanziaria straordinaria ma ha proposto emendamenti per allineare il testo della proposta in questione con il testo di una decisione, che è stata recentemente negoziata tra le tre istituzioni, relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria all'Ucraina (2009/0162(COD)) al fine di garantire che il Parlamento sia informato in materia e di migliorare la chiarezza, la trasparenza e il dovere di rendicontazione relativi all'assistenza.


PROCEDURA

Titolo

Concessione di assistenza macrofinanziaria alla Moldova

Riferimenti

COM(2010)0302 – C7-0144/2010 – 2010/0162(COD)

Presentazione della proposta al PE

9.6.2010

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

INTA

15.6.2010

Commissione(i) competente(i) per parere

       Annuncio in Aula

AFET

15.6.2010

BUDG

15.6.2010

 

 

Pareri non espressi

       Decisione

AFET

23.6.2010

BUDG

16.6.2010

 

 

Relatore(i)

       Nomina

Iuliu Winkler

28.4.2010

 

 

Esame in commissione

22.6.2010

14.7.2010

 

 

Approvazione

30.8.2010

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

20

1

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

William (The Earl of) Dartmouth, Kader Arif, Daniel Caspary, Marielle De Sarnez, Christofer Fjellner, Metin Kazak, Bernd Lange, David Martin, Emilio Menéndez del Valle, Vital Moreira, Niccolò Rinaldi, Tokia Saïfi, Helmut Scholz, Robert Sturdy, Keith Taylor, Iuliu Winkler, Pablo Zalba Bidegain

Supplenti presenti al momento della votazione finale

George Sabin Cutaş, Carl Schlyter, Jarosław Leszek Wałęsa

Supplenti (art. 187, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Edit Bauer

Deposito

1.9.2010

Note legali - Informativa sulla privacy