Procedura : 2010/0255(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0024/2011

Testi presentati :

A7-0024/2011

Discussioni :

PV 05/04/2011 - 15
CRE 05/04/2011 - 15

Votazioni :

PV 06/04/2011 - 8.12
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2011)0139

RELAZIONE     ***I
PDF 245kWORD 185k
7.2.2011
PE 452.609v03-00 A7-0024/2011

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1288/2009 del Consiglio che istituisce misure tecniche transitorie dal 1º gennaio 2010 al 30 giugno 2011

(COM(2010)0488 – C7‑0282/2010 – 2010/0255(COD))

Commissione per la pesca

Relatrice: Estelle Grelier

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1288/2009 del Consiglio che istituisce misure tecniche transitorie dal 1º gennaio 2010 al 30 giugno 2011

(COM(2010)0488 – C7‑0282/2010 – 2010/0255(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–   vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2010)0488),

–   visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 43, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C7‑0282/2010),

–   visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–   visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 19 gennaio 2011(1),

–   visto l'articolo 55 del suo regolamento,

–   vista la relazione della commissione per la pesca (A7‑0024/2010),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

Emendamento  1

Proposta di regolamento – atto modificativo

Articolo unico - punto 1 - lettera b) – sub punto i) – trattino 5

Regolamento (CE) n. 1288/2009

Articolo 1 - paragrafo 2 - lettera a) - sub punto vi)

 

Testo della Commissione

Emendamento

vi)       il punto 6.8, secondo comma, è sostituito dal seguente: "Gli Stati membri interessati presentano i risultati delle prove e degli esperimenti non oltre il 30 settembre dell'anno in cui le prove e gli esperimenti sono svolti.";

vi)       al punto 6.8, il secondo comma, è sostituito dal seguente: "Gli Stati membri interessati presentano alla Commissione i risultati delle prove e degli esperimenti non oltre il 30 settembre dell'anno in cui le prove e gli esperimenti sono svolti.";

Motivazione

Ai fini di una maggiore chiarezza della proposta occorre precisare che i risultati delle prove e degli esperimenti devono essere trasmessi alla Commissione.

Emendamento  2

Proposta di regolamento – atto modificativo

Articolo unico – punto 1 – lettera b bis (nuova)

Regolamento (CE) n. 1288/2009 del Consiglio

Articolo 1 – paragrafo 2 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

(ii bis) è aggiunto il comma seguente:

 

"(g bis) È inserito il punto seguente:

 

 

 

'(18 bis) Dimensioni della maglie per la cattura di pesce tamburo

 

Il pesce tamburo (Capros aper) è aggiunto all'elenco delle specie al di sotto delle maglie di dimensioni comprese tra 32 e 54 mm all'allegato 1 del regolamento (CE) n. 850/98 del Consiglio del 30 marzo 1998 per la conservazione delle risorse della pesca attraverso misure tecniche per la protezione del novellame.'"

Motivazione

L'aggiunta del pesce tamburo all'allegato 1 del regolamento 850/98 del Consiglio elimina ogni ambiguità esistente nel regolamento per quanto riguarda le opportune dimensioni delle maglie da utilizzare per la cattura del pesce tamburo e, cosa ancor più rilevante, fa proprio il parere dello CSTEP sulle opportune dimensioni delle maglie da utilizzare per la cattura del pesce tamburo.

(1)

Non ancora pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.


MOTIVAZIONE

Nel 2008 la mancanza di un accordo su un progetto di regolamento mirante a semplificare e chiarire la regolamentazione comunitaria in materia di conservazione delle risorse alieutiche ha fatto sì che fosse approvato un regolamento che istituisce un insieme di misure transitorie inizialmente previste per il periodo dal 1° gennaio 2010 al 30 giugno 2011.

La presente proposta legislativa mira ad estendere la durata di validità del regime transitorio di altri 18 mesi cioè fino al 1° gennaio 2013, onde definire un nuovo insieme di misure tecniche nel quadro della riforma in corso della politica comune della pesca, della quale la Commissione dovrà presentare una proposta nel corso del 2011.

Pertanto, la Commissione deve sfruttare il nuovo periodo di proroga della validità dell'attuale regolamento per realizzare, con il contributo delle parti interessate, la valutazione dell'impatto delle misure in corso sui pescherecci che le applicano e sugli ecosistemi interessati. La Commissione dovrà infatti tener conto dei risultati di tale valutazione nell'elaborazione della nuova proposta di regolamento per il periodo successivo al 1° gennaio 2013, la cui adozione avverrà nel quadro della procedura di codecisione a seguito dell'applicazione del trattato di Lisbona.

Nel corso della nostra ultima legislatura, il Parlamento ha approvato la risoluzione A6-0206/2009 sulla proposta di regolamento del Consiglio relativa alla conservazione delle risorse alieutiche mediante misure tecniche nell'oceano Atlantico e nel Mar del Nord.

Nella suddetta risoluzione si sottolineava l'importanza di un'appropriata suddivisione delle competenze tra il Consiglio, il Parlamento e la Commissione. Il Parlamento ha considerato che era opportuno stabilire norme specifiche per ogni regione interessata dalla pesca in acque comunitarie.

Il Parlamento considera che la futura proposta della Commissione sulle misure tecniche debba stabilire che gli elementi essenziali della regolamentazione rientrano nelle competenze del Consiglio e del Parlamento conformemente alla codecisione. L'applicazione degli atti delegati e la comitatologia devono limitarsi a questioni non essenziali.


PROCEDURA

Titolo

Modifica del regolamento (CE) n. 1288/2009 del Consiglio che istituisce misure tecniche transitorie dal 1º gennaio 2010 al 30 giugno 2011

Riferimenti

COM(2010)0488 – C7-0282/2010 – 2010/0255(COD)

Presentazione della proposta al PE

23.9.2010

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

PECH

7.10.2010

Relatore(i)

       Nomina

Estelle Grelier

29.9.2010

 

 

Esame in commissione

26.10.2010

30.11.2010

1.2.2011

 

Approvazione

1.2.2011

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

18

4

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Josefa Andrés Barea, Antonello Antinoro, Kriton Arsenis, Alain Cadec, João Ferreira, Carmen Fraga Estévez, Pat the Cope Gallagher, Marek Józef Gróbarczyk, Carl Haglund, Ian Hudghton, Werner Kuhn, Gabriel Mato Adrover, Guido Milana, Maria do Céu Patrão Neves, Britta Reimers, Crescenzio Rivellini, Ulrike Rodust, Struan Stevenson, Catherine Trautmann, Jarosław Leszek Wałęsa

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Luis Manuel Capoulas Santos, Ole Christensen, Estelle Grelier, Matthias Groote, Raül Romeva i Rueda, Antolín Sánchez Presedo

Deposito

7.2.2011

Note legali - Informativa sulla privacy