RELAZIONE sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla fissazione del periodo in cui si terranno le ottave elezioni dei rappresentanti nel Parlamento europeo a suffragio universale diretto

    17.4.2013 - (07279/2013 – C7‑0068/2013 – 2013/0802(CNS)) - *

    Commissione per gli affari costituzionali
    Relatore: Carlo Casini
    (Procedura semplificata – articolo 46, paragrafo 1, del regolamento)

    Procedura : 2013/0802(CNS)
    Ciclo di vita in Aula
    Ciclo del documento :  
    A7-0138/2013
    Testi presentati :
    A7-0138/2013
    Discussioni :
    Testi approvati :

    PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

    sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla fissazione del periodo in cui si terranno le ottave elezioni dei rappresentanti nel Parlamento europeo a suffragio universale diretto

    (07279/2013 – C7‑0068/2013 – 2013/0802(CNS))

    (Consultazione)

    Il Parlamento europeo,

    –   visto il progetto del Consiglio (07279/2013),

    –   visto l'articolo 11, paragrafo 2, secondo comma, dell'atto relativo all'elezione dei membri del Parlamento europeo a suffragio universale diretto[1] (in appresso "atto elettorale"), a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C7-0068/2013),

    –   vista la sua risoluzione del 22 novembre 2012 sulle elezioni al Parlamento europeo nel 2014[2],

    –   visti l'articolo 55 e l'articolo 46, paragrafo 1, del suo regolamento,

    –   vista la relazione della commissione per gli affari costituzionali (A7‑0138/2013),

    1.  approva il progetto del Consiglio;

    2.  invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

    3.  chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente il testo approvato dal Parlamento;

    4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio nonché, per conoscenza, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e della Repubblica di Croazia.

    • [1]  Atto allegato alla decisione 76/787/CECA, CEE, Euratom del Consiglio, del 20 settembre 1976 (GU L 278 dell'8.10.1976, pag. 1), modificata dalla decisione 93/81/Euratom, CECA, CEE del Consiglio (GU L 33 del 9.2.1993, pag. 15) e dalla decisione 2002/772/CE, Euratom del Consiglio (GU L 283 del 21.10.2002, pag. 1).
    • [2]  Testi approvati in tale data, P7_TA(2012)0462.

    MOTIVAZIONE

    La presente relazione risponde a una richiesta di consultazione del Consiglio su un progetto di decisione intesa a modificare il periodo elettorale che normalmente dovrebbe applicarsi alle prossime elezioni europee, ossia – a norma dell'articolo 11, paragrafo 2, dell'atto relativo all'elezione dei membri del Parlamento europeo a suffragio universale diretto ("atto elettorale") – da giovedì 5 a domenica 8 giugno 2014, per analogia con le date in cui si sono svolte le prime elezioni a suffragio universale diretto (da giovedì 9 a domenica 12 giugno 1979).

    Nella sua risoluzione del 22 novembre 2012[1], il Parlamento europeo aveva chiesto al Consiglio (al paragrafo 5) di "consultare il Parlamento in merito alla possibilità di tenere le elezioni nel periodo dal 15 al 18 maggio ovvero dal 22 al 25 maggio 2014".

    Tale richiesta faceva eco a un desiderio già espresso più volte in passato, in particolare nella relazione adottata dalla commissione per gli affari costituzionali il 1° febbraio 2012[2] su una proposta di modifica dell'atto elettorale.

    Dato che nella maggior parte degli Stati membri il fine settimana lungo della Pentecoste cade proprio nelle date che normalmente sarebbero applicabili, il Consiglio ha ritenuto che sarebbe preferibile anticipare il periodo elettorale e ha proposto di fissarlo da giovedì 22 a domenica 25 maggio 2014.

    Al fine di lasciare agli Stati membri il massimo di tempo per prendere le necessarie disposizioni in vista dell'organizzazione di dette elezioni, è importante che la decisione sulle nuove date sia adottata il più rapidamente possibile.

    Ciò giustifica il ricorso alla procedura semplificata prevista all'articolo 46, paragrafo 1, del regolamento, tanto più che la proposta del Consiglio coincide con la richiesta espressa nella succitata risoluzione del Parlamento.

    Il relatore raccomanda pertanto alla commissione per gli affari costituzionali di approvare la proposta di decisione del Consiglio nella sua forma attuale.

    PROCEDURA

    Denominazione

    Progetto di decisione del Consiglio relativa alla fissazione del periodo in cui si terranno le ottave elezioni dei rappresentanti nel Parlamento europeo a suffragio universale diretto

    Riferimento/i

    07279/2013 – C7-0068/2013 – 2013/0802(CNS)

    Consultazione del PE

    15.3.2013

     

     

     

    Commissione competente per il merito

    Annuncio in Aula

    AFCO

    15.4.2013

     

     

     

    Relatore(i)

    Nomina

    Carlo Casini

    19.3.2013

     

     

     

    Procedura semplificata - decisione

    19.3.2013

    Esame in commissione

    15.4.2013

     

     

     

    Approvazione

    15.4.2013

     

     

     

    Deposito

    17.4.2013