Procedura : 2013/2151(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0347/2013

Testi presentati :

A7-0347/2013

Discussioni :

PV 24/10/2013 - 9
CRE 24/10/2013 - 9

Votazioni :

PV 24/10/2013 - 12.1
CRE 24/10/2013 - 12.1
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2013)0450

RELAZIONE     
PDF 130kWORD 58k
22.10.2013
PE 521.521v02-00 A7-0347/2013

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013 dell'Unione europea per l'esercizio 2013, sezione III – Commissione

(14870/2013 – C7‑0378/20103 – 2013/2151(BUD))

Commissione per i bilanci

Relatore: Giovanni La Via

EMENDAMENTI
PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013 dell'Unione europea per l'esercizio 2013, sezione III – Commissione

(14870/2013 – C7 0378/20103 – 2013/2151(BUD))

Il Parlamento europeo,

–   visti l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

–   visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/20121(1), ("regolamento finanziario"),

–   visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2013, definitivamente adottato il 12 dicembre 2012(2),

–   vista la decisione 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee(3),

–   visto il progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013 adottato dalla Commissione il 10 luglio 2013 (COM(2013)0518) e modificato il 18 settembre 2013 con lettera rettificativa (COM(2013)0655),

–   vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013 adottata dal Consiglio il 21 ottobre 2013 e trasmessa al Parlamento europeo nella stessa data (14870/2013 – C7‑0378/20103),

–   visti gli articoli 75 ter e 75 sexies del suo regolamento,

–   vista la relazione della commissione per i bilanci (A7-0347/2013),

A. considerando che il progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013, modificato il 18 settembre 2013 con lettera rettificativa dalla Commissione, riguarda il riesame delle previsioni relative alle risorse proprie tradizionali (RPT, vale a dire i dazi doganali e i contributi nel settore dello zucchero), alle basi IVA e RNL e l'iscrizione in bilancio della pertinente correzione britannica, nonché il riesame delle previsioni relative ad altre entrate provenienti da sanzioni, e comporta pertanto una modifica dell'entità e della ripartizione tra gli Stati membri dei loro contributi al bilancio dell'Unione a valere sulle risorse proprie;

B.  considerando che il PBR n. 6/2013 copre altresì la messa a punto della necessaria struttura di bilancio per agevolare la creazione dei Fondi fiduciari dell'Unione previsti all'articolo 187 del regolamento finanziario;

C. considerando che la posizione del Consiglio sul PBR n. 6/2013 non altera la proposta della Commissione quale modificata dalla lettera rettificativa;

D. considerando che il presente PBR è indispensabile per evitare carenze di liquidità suscettibili di comportare un deficit di esecuzione nel 2013 sulla base del livello degli stanziamenti di pagamento autorizzati nel bilancio 2013 (tra cui i soli bilanci rettificativi da 1 a 5/2013);

1.  prende atto del PBR n. 6/2013, adottato dalla Commissione il 10 luglio 2013 e modificato con lettera rettificativa il 18 settembre 2013, che prevede un riesame delle previsioni relative alle risorse proprie tradizionali (RPT, vale a dire i dazi doganali e i contributi nel settore dello zucchero), sulla base delle migliori stime della Commissione e di determinati altri sviluppi, come pure il nuovo riesame delle previsioni delle altre entrate provenienti da una serie di sanzioni, ormai definitive, che possono pertanto essere iscritte in bilancio;

2.  rileva che la diminuzione di circa 3,955 miliardi di EUR delle previsioni delle RPT e di 384 milioni di EUR della risorsa propria basata sull'IVA è compensata dalle suddette sanzioni per un importo cumulativo di 1,229 miliardi di EUR;

3.  osserva che ciò si traduce automaticamente in un incremento di 3,110 miliardi di EUR dei contributi complementari basati sull'RNL degli Stati membri, pari a un aumento netto di 2,736 miliardi di EUR dei "contributi nazionali" (tra cui l'IVA);

4.  sottolinea, pur riconoscendo l'ingente onere che ciò rappresenterà per i bilanci nazionali, che un siffatto adeguamento tecnico sul versante delle entrate non dovrebbe avvenire a scapito della copertura integrale del giustificato fabbisogno di pagamenti, già identificato dalla Commissione nei progetti di bilancio rettificativo nn. 8 e 9/2013; rammenta al Consiglio la sua posizione consistente nell'artificiale iscrizione in bilancio di stanziamenti insufficienti nel corso di precedenti esercizi e rileva, al riguardo, che il totale dei bilanci annuali per il periodo 2007-2013 è di 60 miliardi di EUR inferiore al massimale generale degli stanziamenti di pagamento previsto nel QFP convenuto per il periodo 2007-2013, laddove un'eccedenza cumulativa di 12 miliardi di EUR per il medesimo periodo è stata di fatto restituita agli Stati membri, riducendone dello stesso importo i contributi cumulativi basati sull'RNL;

5.  chiede alla Commissione di fornirgli tutte le informazioni in suo possesso circa i tempi e le modalità di versamento nel bilancio dell'Unione dei predetti contributi maggiorati degli Stati membri; invita la Commissione altresì a comunicargli le eventuali incidenze nette di tali contributi RNL maggiorati sull'equilibrio dei bilanci degli Stati membri nel 2013 o nel 2014;

5.  approva la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 6/2013;

6.  incarica il suo Presidente di constatare che il bilancio rettificativo n. 6/2013 è definitivamente adottato e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

7.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione e ai parlamenti nazionali.

(1)

GU L 298, 26.1.2012, p. 1.

(2)

GU L 66 dell'8.3.2013.

(3)

GU L 163 del 23.6.2007, pag. 17.


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

Approvazione

22.10.2013

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

21

2

10

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Richard Ashworth, Zuzana Brzobohatá, Isabelle Durant, Göran Färm, José Manuel Fernandes, Eider Gardiazábal Rubial, Ivars Godmanis, Lucas Hartong, Jutta Haug, Monika Hohlmeier, Sidonia Elżbieta Jędrzejewska, Anne E. Jensen, Ivailo Kalfin, Sergej Kozlík, Jan Kozłowski, Alain Lamassoure, Giovanni La Via, George Lyon, Barbara Matera, Claudio Morganti, Juan Andrés Naranjo Escobar, Dominique Riquet, Alda Sousa, László Surján, Derek Vaughan, Angelika Werthmann

Supplenti presenti al momento della votazione finale

François Alfonsi, Maria Da Graça Carvalho, Susy De Martini, Edit Herczog, Jürgen Klute, Peter Šťastný, Georgios Stavrakakis

Note legali - Informativa sulla privacy