Procedura : 2015/0026(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0134/2015

Testi presentati :

A8-0134/2015

Discussioni :

PV 28/04/2015 - 17
CRE 28/04/2015 - 17

Votazioni :

PV 29/04/2015 - 10.1
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2015)0110

RELAZIONE     ***I
PDF 354kWORD 90k
21.4.2015
PE 549.231v02-00 A8-0134/2015

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile

(COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD))

Commissione per l'occupazione e gli affari sociali

Relatore: Elisabeth Morin-Chartier

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PARERE DELLA COMMISSIONE PER I BILANCI SULLA COMPATIBILITA' FINANZIARIA
 PARERE della commissione per la cultura e l'istruzione
 PROCEDURA

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile

(COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–       vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2015)0046),

–       visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 164 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C8-0036/2015),

–       visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–       visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 18 marzo 2015(1),

–       visto il parere della commissione per i bilanci sulla compatibilità finanziaria della proposta,

–       visti gli articoli 59 e 41 del suo regolamento,

–       visti la relazione della commissione per l'occupazione e gli affari sociali e il parere della commissione per la cultura e l'istruzione (A8-0134/2015),

1.      adotta la sua posizione in prima lettura facendo propria la proposta della Commissione;

2.      chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.      incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

(1)

Non ancora pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.


MOTIVAZIONE

Da diversi anni il tasso di disoccupazione giovanile raggiunge un livello drammatico ed è in costante aumento. L'Unione europea ha messo a disposizione degli Stati membri vari dispostivi per lottare contro questo flagello che colpisce le nostre giovani generazioni. L'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile è uno degli strumenti dell'Unione per conseguire gli obiettivi politici della garanzia giovani nelle aree più colpite dalla disoccupazione giovanile.

Purtroppo questo dispositivo, a disposizione delle regioni con un tasso di disoccupazione oltre il 25% nel caso dei giovani fra i 15 e i 25 anni, non è stato sufficientemente utilizzato dagli Stati membri. Uno dei motivi di tale uso improprio risiede nella mancanza di fondi pubblici per avviare progetti che offrano ai giovani posti di lavoro, tirocini o formazione. Gli Stati membri più colpiti dalla disoccupazione giovanile sono anche quelli che hanno maggiori difficoltà a reperire i cofinanziamenti.

Per consentire agli Stati membri di avviare questi progetti essenziali, la Commissione europea ha deciso di avanzare rapidamente per sbloccare 1 miliardo di euro. Tale importo non è costituito da fondi nuovi, ma è già stato programmato nell'ambito dell'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile. La coraggiosa proposta della Commissione europea è volta a stanziarlo per il prefinanziamento fin dal 2015. Tale aumento della dotazione sarà utilizzato per aumentare considerevolmente il prefinanziamento dei programmi operativi per il 2015, cosa che porterà nuovo vigore agli Stati membri. Il passaggio da un tasso di prefinanziamento dell'1% a uno del 30% è la prova che ancora una volta l'Unione europea è in prima fila nella lotta contro la disoccupazione e nella promozione dell'occupazione e della formazione in Europa.

Il relatore accoglie con favore la misura proposta dalla Commissione europea per incoraggiare gli Stati membri a utilizzare molto rapidamente la dotazione supplementare per finanziare progetti nelle aree che ne hanno maggiormente bisogno. La clausola di rimborso, inserita al paragrafo 3 dell'articolo 1 della presente proposta di regolamento, è equilibrata e garantisce che il finanziamento aggiuntivo sia stanziato dagli Stati membri in tempi molto brevi e in una proporzione ragionevole.

Dinanzi alla sconcertante constatazione delle dimensioni della disoccupazione giovanile è dovere del relatore far sì che il presente regolamento sia applicato il più presto possibile. Egli ha pertanto deciso di non apportare alcuna modifica alla proposta di regolamento della Commissione europea che modifica il regolamento 1304/2013 relativo al Fondo sociale europeo che aggiunge un articolo al capo IV sull'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile. Il relatore condivide gli obiettivi politici della Commissione europea, nonché i mezzi per attuarli, e ha pertanto scelto la procedura che consentirà di sbloccare 1 miliardo di euro nel modo più rapido.

Il relatore desidera congratularsi con la Commissione europea per il continuo impegno nella lotta contro la disoccupazione, in particolare la disoccupazione giovanile, per la sua ferma volontà di vedere raggiunti gli obiettivi fissati dalla garanzia giovani. Desidera inoltre ringraziare i relatori ombra per la loro comprensione dinanzi all'urgenza della situazione e per la loro collaborazione in tale importante processo decisionale.


PARERE DELLA COMMISSIONE PER I BILANCI SULLA COMPATIBILITA' FINANZIARIA

On. Thomas Händel

Presidente

Commissione per l'occupazione e gli affari sociali

BRUXELLES

Oggetto:          Parere su questioni relative alla compatibilità finanziaria della proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile (COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD))

Signor Presidente,

la proposta in oggetto è stata trasmessa per parere alla commissione per i bilanci il 5 febbraio 2015. Dopo aver valutato la proposta, nella mia qualità di relatore per parere ho invitato la commissione per i bilanci ad occuparsi delle questioni relative alla sua compatibilità finanziaria con il Quadro finanziario pluriennale (QFP), in conformità dell'articolo 41, paragrafo 4.

La commissione per i bilanci ha esaminato la questione nella riunione del 16 marzo 2015 e ha deciso a favore della compatibilità finanziaria della proposta legislativa soprammenzionata, che è intesa ad aumentare il tasso del prefinanziamento versato ai programmi operativi sostenuti dall'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile (IOG) portandolo al 30% del contributo dell'Unione per i pagamenti del 2015.

Cionondimeno, la nostra commissione desidera ricordare che, nell'arco dei sette anni del QFP, l'IOG rappresenta 6,4 miliardi di EUR, di cui 3,2 miliardi di EUR provenienti dal Fondo sociale europeo (FSE) e altri 3,2 miliardi di EUR provenienti da un'assegnazione specifica a titolo di una linea di bilancio dedicata nel quadro della sottorubrica 1b. Tutti gli stanziamenti d'impegno specifici all'IOG sono stati concentrati nel 2014 e nel 2015, vale a dire nei primi due anni del periodo di programmazione. La commissione rileva inoltre che nel 2014 sono stati utilizzati solo 34 milioni di EUR in stanziamenti di pagamento a fronte dei 450 milioni inizialmente previsti. Nel 2015 la dotazione specifica per l'IOG è di 1,026 miliardi di EUR in stanziamenti di pagamento. Il tasso di prefinanziamento del 30% proposto dalla Commissione rappresenta approssimativamente 930 milioni di EUR (calcolati sulla base dell'intera dotazione specifica per l'IOG per il periodo 2014-2020), e lascia disponibili solo circa 120 milioni di EUR per eventuali pagamenti intermedi nel 2015.

Considerate queste premesse, la commissione teme che, nel caso di una forte accelerazione dell'esecuzione del progetto nel 2015, il livello limitato degli stanziamenti di pagamento che rimarrebbero disponibili sulla linea di bilancio relativa all'IOG possa non essere sufficiente a coprire tutte le richieste di pagamento dell'esercizio e che i pagamenti riservati ad altre componenti del FSE possano quindi risentirne negativamente. La commissione raccomanda pertanto al Parlamento di chiedere alla Commissione di elaborare un piano finanziario dettagliato per questo scenario, per mezzo del quale evitare una penuria di stanziamenti di pagamento a livello del FSE nel suo complesso, e a condividere senza ritardi tale piano finanziario con il Parlamento e con il Consiglio. Inoltre, affinché il Parlamento europeo e il Consiglio siano in grado di esercitare le rispettive competenze nel quadro del TFUE, la Commissione dovrebbe fornire loro informazioni regolari e dettagliate sull'attuazione dell'IOG, e segnatamente sullo stato di esecuzione dei pagamenti intermedi e sulla presentazione delle domande di pagamento.

Come Lei ben sa, alla fine del 2014 il livello delle fatture non pagate, vale a dire dei pagamenti che gli operatori potrebbero già reclamare legalmente ma che la Commissione non ha potuto onorare a motivo di una penuria di stanziamenti di pagamento, ammontava a 24,7 miliardi di EUR per la sola sottorubrica 1b, la sezione del bilancio in cui figura la dotazione specifica per l'IOG di cui nella proposta in esame. Ciò premesso, la commissione resta in attesa della proposta della Commissione relativa a un piano di pagamento, proposta che auspica di ricevere il più presto possibile e, in ogni caso, prima della presentazione del progetto di bilancio 2016, e ciò al fine di salvaguardare la credibilità dell'Unione in termini di mantenimento delle promesse.

Nella riunione del 1° aprile 2015 la commissione per i bilanci si è accordata sui punti di cui sopra e ha di conseguenza deciso all'unanimità di raccomandare che il relatore della commissione competente per il merito sollevi la questione della compatibilità finanziaria della proposta con la Commissione e con il Consiglio e assicuri il seguito di tali aspetti durante i negoziati cooperando strettamente con me, nella mia qualità di relatore per parere della commissione per i bilanci.

La commissione per i bilanci Le sarebbe grata se la presente lettera potesse essere allegata alla relazione finale della commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Voglia gradire, signor Presidente, i sensi della mia profonda stima.

Jean Arthuis


PARERE della commissione per la cultura e l'istruzione (16.4.2015)

destinato alla commissione per l'occupazione e gli affari sociali

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile

(COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD))

Relatore per parere: Sylvie Guillaume

BREVE MOTIVAZIONE

L'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile (IOG) costituisce uno strumento dell'Unione europea che potenzia e accelera le misure intese a sostenere lo sviluppo delle competenze e delle qualifiche e a ridurre la disoccupazione giovanile. In particolare, l'IOG si rivolge ai giovani che non studiano, non lavorano e non seguono corsi di formazione (NEET) in regioni con un tasso di disoccupazione giovanile superiore al 25%.

Nonostante le recenti misure, la disoccupazione giovanile a livello UE è ancora superiore al 20% e la percentuale di NEET è superiore al 10% in molti Stati membri. Inoltre, i tassi di NEET delle donne rimangono più alti di quelli degli uomini. Per affrontare questo grave problema, la Commissione ha proposto una modifica del regolamento (UE) n. 1304/2013, al fine di portare al 30% il prefinanziamento iniziale a titolo della dotazione specifica per l'IOG.

La commissione CULT sottolinea che le misure adottate a livello di UE e di Stati membri nel quadro dell'IOG devono prestare particolare attenzione ai giovani che sono più a rischio di essere NEET rispetto ad altri (quelli con un basso livello di istruzione, con un background di immigrazione, con disabilità o problemi di salute, ecc). Essa sottolinea inoltre che essere NEET determina gravi conseguenze negative per l'individuo, la società e l'economia in quanto può portare all'alienazione sociale, ad una futura occupazione incerta e di scarso valore, alla delinquenza giovanile e a problemi di salute mentale e fisica.

Un'occupazione sostenibile per domani dipende dagli investimenti di oggi nell'istruzione e nella formazione dei giovani e da riforme che rendano più facile per gli studenti spostarsi tra diversi tipi e livelli di apprendimento e tra apprendimento e lavoro. In questo contesto sono particolarmente importanti competenze trasversali quali l'imprenditorialità, la competenza digitale e la capacità di risolvere problemi, indipendentemente dal fatto che queste vengano sviluppate attraverso l'apprendimento formale, non formale o informale.

La commissione CULT si compiace di questa iniziativa della Commissione e ne sostiene un'approvazione e un'attuazione rapide. Il vostro relatore per parere ha quindi deciso di non proporre alcun emendamento alla proposta della Commissione di modificare il regolamento n. 1304/2013 sul Fondo sociale europeo, che inserisce un articolo riguardante un aumento del prefinanziamento iniziale versato ai programmi operativi finanziati dall'IOG.

******

La commissione per la cultura e l'istruzione invita la commissione per l'occupazione e gli affari sociali, competente per il merito, a proporre che il Parlamento europeo adotti la sua posizione in prima lettura facendo propria la proposta della Commissione.

PROCEDURA

Titolo

Modifica del regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall’Iniziativa a favore dell’occupazione giovanile

Riferimenti

COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD)

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

EMPL

12.2.2015

 

 

 

Parere espresso da

       Annuncio in Aula

CULT

12.2.2015

Relatore per parere

       Nomina

Sylvie Guillaume

5.3.2015

Modifica della dotazione finanziaria

       Parere BUDG

BUDG

1.4.2015

 

 

 

Esame in commissione

24.3.2015

 

 

 

Approvazione

16.4.2015

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

24

0

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Isabella Adinolfi, Dominique Bilde, Andrea Bocskor, Silvia Costa, Jill Evans, Giorgos Grammatikakis, Petra Kammerevert, Rikke Karlsson, Andrew Lewer, Svetoslav Hristov Malinov, Curzio Maltese, Fernando Maura Barandiarán, Luigi Morgano, Momchil Nekov, Michaela Šojdrová, Yana Toom, Helga Trüpel, Sabine Verheyen, Julie Ward, Bogdan Brunon Wenta, Bogdan Andrzej Zdrojewski, Milan Zver, Krystyna Łybacka

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Sylvie Guillaume, Marc Joulaud, Dietmar Köster, Ilhan Kyuchyuk, Martina Michels, Michel Reimon, Hermann Winkler

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Remo Sernagiotto, Dario Tamburrano


PROCEDURA

Titolo

Modifica del regolamento (UE) n. 1304/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo sociale europeo, per quanto riguarda un aumento del prefinanziamento iniziale versato a programmi operativi sostenuti dall’Iniziativa a favore dell’occupazione giovanile

Riferimenti

COM(2015)0046 – C8-0036/2015 – 2015/0026(COD)

Presentazione della proposta al PE

4.2.2015

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

EMPL

12.2.2015

 

 

 

Commissioni competenti per parere

       Annuncio in Aula

BUDG

12.2.2015

CULT

12.2.2015

 

 

Pareri non espressi

       Decisione

BUDG

1.4.2015

 

 

 

Relatori

       Nomina

Elisabeth Morin-Chartier

11.2.2015

 

 

 

Modifica della dotazione finanziaria

       Parere BUDG

BUDG

1.4.2015

 

 

 

Esame in commissione

24.3.2015

 

 

 

Approvazione

16.4.2015

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

50

2

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Laura Agea, Tiziana Beghin, Brando Benifei, Mara Bizzotto, Vilija Blinkevičiūtė, Enrique Calvet Chambon, David Casa, Ole Christensen, Martina Dlabajová, Lampros Fountoulis, Elena Gentile, Arne Gericke, Danuta Jazłowiecka, Rina Ronja Kari, Jan Keller, Ádám Kósa, Agnieszka Kozłowska-Rajewicz, Jean Lambert, Jérôme Lavrilleux, Patrick Le Hyaric, Jeroen Lenaers, Verónica Lope Fontagné, Javi López, Thomas Mann, Dominique Martin, Anthea McIntyre, Joëlle Mélin, Elisabeth Morin-Chartier, Georgi Pirinski, Terry Reintke, Maria João Rodrigues, Claude Rolin, Anne Sander, Sven Schulze, Siôn Simon, Jutta Steinruck, Romana Tomc, Ulrike Trebesius, Ulla Tørnæs, Renate Weber, Tatjana Ždanoka, Jana Žitňanská, Inês Cristina Zuber

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Georges Bach, Amjad Bashir, Tania González Peñas, Sergio Gutiérrez Prieto, Eva Kaili, Neoklis Sylikiotis, Ivo Vajgl

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Maria Grapini, Ivan Jakovčić

Deposito

21.4.2015

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy