Procedura : 2015/0036(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0318/2015

Testi presentati :

A8-0318/2015

Discussioni :

Votazioni :

PV 24/11/2015 - 5.4
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2015)0399

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 147kWORD 60k
10.11.2015
PE 557.124v02-00 A8-0318/2015

concernente la decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, dell'accordo in forma di scambio di lettere tra l'Unione europea e la commissione per la conservazione del tonno rosso del sud (CCSBT) relativo all'adesione dell'Unione alla commissione allargata della convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud

(07134/2015 – C8-0323/2015 – 2015/0036(NLE))

Commissione per la pesca

Relatore: Carlos Iturgaiz

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 BREVE MOTIVAZIONE
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, dell'accordo in forma di scambio di lettere tra l'Unione europea e la commissione per la conservazione del tonno rosso del sud (CCSBT) relativo all'adesione dell'Unione alla commissione allargata della convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud

(07134/2015 – C8-0323/2015 – 2015/0036(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (07134/2015),

–  visto lo scambio di lettere volto a ottenere l'adesione alla commissione allargata della convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud,

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 43, paragrafo 2, e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0323/2015),

–  visti l'articolo 99, paragrafo 1, primo e terzo comma, e paragrafo 2, nonché l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per la pesca (A8-0318/2015),

1.  dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e alla commissione allargata della convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud.


BREVE MOTIVAZIONE

Introduzione

Lo scopo della proposta è autorizzare lo scambio di lettere tra l'UE e la commissione allargata della convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud (CCSBT). La firma di tale strumento di diritto internazionale consentirà all'UE di divenire membro a pieno titolo della commissione allargata della CCSBT a partire dal suo attuale status di parte non contraente cooperante. L'Unione europea è parte non contraente cooperante della commissione allargata della CCSBT dal 2006.

Sulla base degli impegni assunti nelle disposizioni della convenzione delle Nazioni Unite del 10 dicembre 1982 sul diritto del mare, relative alla conservazione e alla gestione degli stock ittici transzonali e degli stock ittici altamente migratori, l'Unione europea ha perseguito una politica di partecipazione molto attiva in tutte le organizzazioni regionali di pesca, allo scopo di contribuire a una gestione razionale e sostenibile delle risorse marine e alla lotta contro la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata.

Le organizzazioni regionali di gestione della pesca (ORGP) sono organizzazioni internazionali di paesi con interessi di pesca in determinate regioni. Alcune di esse si occupano di tutti gli stock ittici di una specifica zona, mentre altre gestiscono specie altamente migratorie – in particolare tonnidi – in vaste aree geografiche. Queste organizzazioni sono aperte sia ai paesi della regione ("Stati costieri") che ai paesi con interessi nelle attività di pesca in questione.

Mentre alcune ORGP hanno un ruolo puramente consultivo, la maggior parte di esse svolge funzioni di gestione, stabilisce i limiti per le catture e lo sforzo di pesca e fissa le misure tecniche e gli obblighi in materia di controlli.

L'UE, rappresentata dalla Commissione, esercita un ruolo attivo in sei ORGP dedicate al tonno.

La più significativa per l'Unione europea è la Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell’Atlantico (ICCAT), che si occupa della conservazione dei tonnidi e delle specie simili nell'Oceano Atlantico e nei mari adiacenti. Tale organizzazione è stata istituita in seno alla conferenza dei plenipotenziari nella quale è stata elaborata e approvata la convenzione internazionale per la conservazione del tonno dell'atlantico, firmata a Rio de Janeiro, Brasile, nel 1966. A conclusione del processo di ratifica, la convenzione è entrata ufficialmente in vigore nel 1969.

La Commissione per la conservazione del tonno rosso del sud (CCSBT)

La Commissione per la conservazione del tonno rosso del sud (CCSBT) è un'organizzazione regionale di gestione della pesca (ORGP) responsabile per la gestione del tonno rosso del sud in tutte le sue zone di distribuzione. La convenzione per la conservazione del tonno rosso del sud è entrata in vigore il 20 maggio 1994.

L'Unione europea è parte non contraente cooperante della commissione allargata della CCSBT dal 2006.

Le parti non contraenti cooperanti partecipano a pieno titolo alle attività della CCSBT ma non hanno diritto di voto. Lo status di parte non contraente cooperante impone il rispetto delle misure di conservazione e gestione della CCSBT.

Le catture di tonno rosso del sud nella sua area di distribuzione da parte della flotta dell'UE sono catture accessorie e limitate nel quadro della pesca con palangari di tonnidi e specie affini, principalmente nella zona della convenzione della Commissione per il tonno dell'Oceano Indiano (IOTC). A partire dal 2006 è stata assegnata all'UE una quota annua di 10 tonnellate di tonno rosso del sud per le catture accessorie nella zona della convenzione CCSBT.

La convenzione CCSBT era aperta unicamente agli Stati ed escludeva pertanto le organizzazioni regionali di integrazione economica come l'Unione europea.

Nell'ottobre 2013, nell'ambito della sua 20a riunione, la CCSBT ha modificato la risoluzione relativa alla commissione allargata, per consentire alle organizzazioni regionali di integrazione economica che lo desiderino di divenire membri della commissione allargata (fino ad allora, l'unico status consentito per tali organizzazioni era quello di parte non contraente cooperante) tramite uno scambio di lettere con cui l'organismo richiedente si impegna fermamente con la CCSBT a rispettare i termini della convenzione e ad ottemperare alle decisioni della commissione allargata della CCSBT.

È pertanto al fine di conseguire la piena partecipazione alle attività della CCSBT che il Consiglio avanza la presente proposta di decisione, la quale trova il pieno accordo del relatore, che invita la Commissione a esprimere un parere favorevole in merito.


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

15.7.2015

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

20

2

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Clara Eugenia Aguilera García, Renata Briano, Alain Cadec, Richard Corbett, Diane Dodds, Linnéa Engström, Raymond Finch, Ian Hudghton, Carlos Iturgaiz, Werner Kuhn, António Marinho e Pinto, Gabriel Mato, Norica Nicolai, Liadh Ní Riada, Ulrike Rodust, Ricardo Serrão Santos, Isabelle Thomas, Ruža Tomašić, Peter van Dalen, Jarosław Wałęsa

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Izaskun Bilbao Barandica, Marek Józef Gróbarczyk, Anja Hazekamp, Verónica Lope Fontagné, Francisco José Millán Mon, Lidia Senra Rodríguez

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Isabella Adinolfi

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy