Procedura : 2012/0236(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0325/2016

Testi presentati :

A8-0325/2016

Discussioni :

Votazioni :

PV 22/11/2016 - 5.4
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0431

RACCOMANDAZIONE PER LA SECONDA LETTURA     ***II
PDF 351kWORD 53k
14.11.2016
PE 592.439v02-00 A8-0325/2016

sulla posizione del Consiglio in prima lettura in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1342/2008 del Consiglio che istituisce un piano a lungo termine per gli stock di merluzzo bianco e le attività di pesca che sfruttano tali stock

(11309/1/2016 – C8-0403/2016 – 2012/0236(COD))

Commissione per la pesca

Relatore: Diane Dodds

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla posizione del Consiglio in prima lettura in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1342/2008 del Consiglio che istituisce un piano a lungo termine per gli stock di merluzzo bianco e le attività di pesca che sfruttano tali stock

(11309/1/2016 – C8-0403/2016 – 2012/0236(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: seconda lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la posizione del Consiglio in prima lettura (11309/1/2016 – C8-0403/2016),

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 13 dicembre 2012(1),

–  vista la sua posizione in prima lettura(2) sulla proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2012)0498),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 7, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 76 del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione per la seconda lettura della commissione per la pesca (A8-0325/2016),

1.  approva la posizione del Consiglio in prima lettura;

2.  constata che l'atto è adottato in conformità della posizione del Consiglio;

3.  incarica il suo Presidente di firmare l'atto congiuntamente al Presidente del Consiglio, a norma dell'articolo 297, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea;

4.  incarica il suo Segretario generale di firmare l'atto, previa verifica che tutte le procedure siano state debitamente espletate, e di procedere, d'intesa con il Segretario generale del Consiglio, a pubblicarlo nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

(1)

GU C 44 del 15.2.2013, pag. 125.

(2)

GU C 65 del 19.2.2016, pag. 193.


MOTIVAZIONE

Il 12 settembre 2012 la Commissione ha presentato una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1342/2008 (COM(2012)0498 final), allo scopo di migliorarne e chiarirne le disposizioni. Il 19 dicembre 2012 il Consiglio, senza integrare la totalità delle disposizioni contenute nella proposta (COM(2012)0498 final), ha adottato un regolamento indicando come base giuridica l'articolo 43, paragrafo 3, TFUE e includendo solo gli emendamenti relativi agli articoli 9 e 12 del regolamento (CE) n. 1342/2008. Il 14 marzo 2013 sia il Parlamento che la Commissione hanno proposto ricorsi di annullamento a norma dell'articolo 263 TFUE. Il 19 aprile 2013, con ordinanza del presidente della Corte, le cause C-124/13 (Parlamento) e C-125/13 (Commissione) sono state riunite ai fini della trattazione scritta e orale e della sentenza. Analogamente, l'11 settembre 2013, con ordinanza del presidente della Corte, il Regno di Spagna, la Repubblica francese e la Repubblica di Polonia sono stati ammessi a intervenire a sostegno delle conclusioni del Consiglio. Il 1º dicembre 2015 la Corte ha pronunciato una sentenza che ha annullato il regolamento del Consiglio, il che significa che la Corte ha convenuto con il Parlamento e la Commissione.

Nel frattempo, l'11 giugno 2013 il Parlamento, a seguito della votazione svoltasi in sede di commissione PECH il 23 aprile 2013, ha approvato la sua posizione in prima lettura sulla proposta della Commissione. Dopo la sentenza della Corte di giustizia europea, il 19 aprile 2016 la commissione PECH ha adottato un mandato per i negoziati con il Consiglio e il fascicolo è stato concluso in un unico trilogo svoltosi il 29 giugno 2016. L'accordo, che attua i principi della nuova politica comune della pesca e ne sostiene l'applicazione, è stato approvato dalla commissione PECH l'11 luglio 2016.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Istituzione di un piano a lungo termine per gli stock di merluzzo bianco e le attività di pesca che sfruttano tali stock

Riferimenti

11309/1/2016 – C8-0403/2016 – 2012/0236(COD)

Prima lettura del PE – Numero P

11.6.2013                     T7-0244/2013

Proposta della Commissione

COM(2012)0498 - C7-0290/2012

Annuncio in Aula del ricevimento della posizione del Consiglio in prima lettura

6.10.2016

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

PECH

6.10.2016

 

 

 

Relatori

       Nomina

Diane Dodds

4.2.2015

 

 

 

Esame in commissione

11.10.2016

 

 

 

Approvazione

9.11.2016

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

16

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Marco Affronte, Clara Eugenia Aguilera García, Renata Briano, Alain Cadec, Richard Corbett, Diane Dodds, Linnéa Engström, Ian Hudghton, Carlos Iturgaiz, Werner Kuhn, António Marinho e Pinto, Gabriel Mato, Ulrike Rodust, Peter van Dalen, Jarosław Wałęsa

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Ole Christensen, Jørn Dohrmann, Francisco José Millán Mon

Deposito

14.11.2016

Note legali - Informativa sulla privacy