Procedura : 2017/2051(INI)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0117/2017

Testi presentati :

A8-0117/2017

Discussioni :

PV 04/04/2017 - 15
CRE 04/04/2017 - 15

Votazioni :

PV 05/04/2017 - 9.10
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2017)0112

RELAZIONE     ***
PDF 371kWORD 58k
29.3.2017
PE 595.622v03-00 A8-0117/2017

contenente una proposta di risoluzione non legislativa concernente il progetto di decisione del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020

(14942/2016 – C8-0103/2017 – 2016/0283(APP)) – 2017/2051(INI))

Commissione per i bilanci

Relatori: Jan Olbrycht, Isabelle Thomas

EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO: DICHIARAZIONI
 INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente il progetto di regolamento del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020

(14942/2016 – C8-0103/2017 – 2016/0283(APP)) – 2017/2051(INI))

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta di regolamento del Consiglio, presentata dalla Commissione, recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020 (COM(2016)0604),

–  visti il progetto di regolamento del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020 (14942/2016) e il corrigendum del Consiglio (14942/2016 COR2),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 312 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dell'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica (C8-0103/2017),

–  visto l'accordo di massima del Consiglio del 7 marzo 2017 sulla revisione del quadro finanziario pluriennale 2014-2020(1),

–  vista la sua risoluzione del 6 luglio 2016 sulla preparazione della revisione post-elettorale del QFP 2014-2020: il contributo del Parlamento in vista della proposta della Commissione(2),

–  vista la sua risoluzione del 26 ottobre 2016 sulla revisione intermedia del QFP 2014-2020(3),

–  vista la sua risoluzione legislativa del xx aprile 2017 sul progetto di regolamento,

–  visto l'articolo 99, paragrafo 2 del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per i bilanci (A8-0117/2017),

1.  approva le dichiarazioni comuni del Parlamento europeo e del Consiglio allegate alla presente risoluzione;

2.  approva la sua dichiarazione allegata alla presente risoluzione;

3.  prende atto delle dichiarazioni unilaterali del Consiglio e della Commissione;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

(1)

7030/2017 e 7031/2017 COR1.

(2)

Testi approvati, P8_TA(2016)0309.

(3)

Testi approvati, P8_TA(2016)0412.


ALLEGATO: DICHIARAZIONI

Dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio sui rafforzamenti (integrazioni) per il restante periodo del QFP

Nel contesto del riesame/della revisione intermedia del QFP, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno convenuto le integrazioni proposte dalla Commissione per gli importi indicati nella tabella sottostante, da effettuare nel periodo 2017-2020(1) nell'ambito della procedura annuale di bilancio, fatte salve le prerogative dell'autorità di bilancio:

 

Stanziamenti d'impegno, milioni di EUR

Rubrica 1a

 

Orizzonte 2020

200

CEF trasporti

300

Erasmus+

100

COSME

100

Wifi4EU*

25

FEIS*

150

Totale rubrica 1a

875

 

 

Rubrica 1b (iniziativa a favore dell'occupazione giovanile)

1200**

 

 

Rubrica 3

2549

 

 

Rubrica 4*

1385

 

 

Totale rubriche 1a, 1b, 3, 4

6009

* Fatto salvo il risultato delle discussioni in corso sui progetti di proposte legislative nell'ambito delle rubriche H1a e 4.

** Importo ripartito su un periodo di quattro anni (2017-2020).

Nella procedura annuale di bilancio saranno individuate riassegnazioni per un importo complessivo pari a 945 milioni di EUR, 875 milioni dei quali nella rubrica 1a e 70 milioni nella rubrica 4.

Dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all'obiettivo di evitare l'accumulo di un numero eccessivo di fatture non pagate

Il Parlamento europeo e il Consiglio invitano la Commissione a continuare a esaminare attentamente l'esecuzione dei programmi 2014-2020 al fine di garantire una progressione ordinata di stanziamenti di pagamento in linea con gli stanziamenti di impegno autorizzati. A tal fine, invitano la Commissione a presentare tempestivamente, per tutto il restante periodo dell'attuale QFP, le cifre aggiornate sulla situazione e le previsioni concernenti gli stanziamenti di pagamento. Il Parlamento europeo e il Consiglio adotteranno a tempo debito le decisioni necessarie a fronte di esigenze debitamente giustificate per evitare l'accumulo di un numero eccessivo di fatture non pagate e garantire che le domande di pagamento siano debitamente rimborsate.

Dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio sui pagamenti per gli strumenti speciali

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno convenuto di adattare la proposta di modifica della decisione (UE) 2015/435 in modo da non pregiudicare in alcun modo la natura dei pagamenti per altri strumenti speciali in generale.

Dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio su una valutazione indipendente dei risultati conseguiti in merito all'obiettivo di riduzione progressiva del personale del 5% tra il 2013 e il 2017

Il Parlamento europeo e il Consiglio propongono che sia effettuata una valutazione indipendente dei risultati conseguiti in merito all'obiettivo di riduzione progressiva del personale del 5% tra il 2013 e il 2017, che tenga conto di tutte le istituzioni, gli organi e le agenzie, come convenuto nell'accordo interistituzionale del 2013 sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria. Sulla base delle conclusioni della valutazione, il Parlamento europeo e il Consiglio invitano la Commissione a presentare una proposta che dia un seguito adeguato.

Dichiarazione del Parlamento europeo sulle dichiarazioni comuni relative alla revisione intermedia del QFP

Il Parlamento europeo ricorda che le quattro dichiarazioni comuni che accompagnando il regolamento modificato sul QFP sono di natura politica e non hanno implicazioni giuridiche.

Per quanto riguarda la dichiarazione comune sui rafforzamenti (integrazioni) e le riassegnazioni per i programmi dell'Unione, si ricorda che i trattati prevedono che l'autorità di bilancio determini il livello e il contenuto del bilancio dell'Unione nell'ambito della procedura annuale di bilancio. Il Parlamento europeo sottolinea che, in qualità di ramo dell'autorità di bilancio con pari poteri, eserciterà pienamente le proprie prerogative, che non potranno essere compromesse da nessuna dichiarazione politica. La necessità di rispettare le prerogative dell'autorità di bilancio è chiaramente rispecchiata anche nel testo della dichiarazione comune.

Il Parlamento europeo è pertanto consapevole che gli importi indicati nella dichiarazione comune rappresentano importi di riferimento, che saranno esaminati nell'ambito della procedura annuale di bilancio, tenendo debitamente conto delle circostanze concrete di ciascun bilancio annuale. Per quanto riguarda, in particolare, le riassegnazioni proposte nelle rubriche 1a e 4, il Parlamento europeo intende esaminare le proposte della Commissione caso per caso, al fine di garantire che non sia applicata nessuna riduzione ai programmi fondamentali dell'Unione, in particolare se essi promuovono la crescita e l'occupazione o rispondono alle attuali necessità urgenti e presentano un elevato tasso di esecuzione.

È evidente che gli importi indicati nella dichiarazione comune che riguardano proposte legislative che non sono ancora state adottate non determinano in alcun modo l'esito di tali negoziati legislativi.

Dichiarazione del Consiglio sui pagamenti per gli strumenti speciali

Il Consiglio propone di mantenere lo status quo e di non stabilire, nel contesto del riesame/della revisione, una regola generale e onnicomprensiva per quanto riguarda il trattamento dei pagamenti per gli altri strumenti speciali. Nel suo parere, il Servizio giuridico del Consiglio ha affermato che spetterà all'autorità di bilancio decidere caso per caso, rispetto ad una specifica mobilitazione, se una parte o la totalità dei pagamenti corrispondenti dovrà o meno essere conteggiata al di sopra dei massimali del QFP.

Dichiarazione della Commissione sul rafforzamento dell'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile e ulteriori misure per aiutare ad affrontare la crisi migratoria e le questioni relative alla sicurezza

Se la tendenza alla diminuzione della disoccupazione giovanile rilevata dal 2013 dovesse invertirsi nuovamente, dovrebbe essere preso in considerazione l'aumento dei finanziamenti per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile oltre l'importo di 1,2 miliardi di EUR concordato nel quadro del riesame/revisione intermedia del quadro finanziario pluriennale (QFP) 2014-2020 utilizzando i margini disponibili nel quadro del margine globale per gli impegni in conformità dell'articolo 14 del regolamento relativo al QFP. A tal fine, la Commissione riferirà regolarmente sulle tendenze statistiche rilevate e, se opportuno, presenterà un progetto di bilancio rettificativo.

Fatto salvo quanto precede, i margini aggiuntivi disponibili dovrebbero essere presi in considerazione, in via prioritaria, per investire nei giovani in tutta Europa e per misure volte ad affrontare la dimensione interna ed esterna della crisi migratoria e le questioni di sicurezza, se dovessero emergere nuove esigenze non coperte dai finanziamenti esistenti o concordati. La Commissione presenterà proposte a tal fine, se opportuno, tenendo conto nel contempo della necessità di mantenere margini sufficienti per eventi inattesi e per l'agevole attuazione dei programmi già approvati.

(1)

Una parte delle integrazioni complessive è già stata concordata nell'ambito della procedura di bilancio 2017. Il bilancio per il 2017 include pertanto 200 milioni di EUR nella rubrica 1a e 725 milioni di EUR nella rubrica 4. Inoltre il Parlamento europeo e il Consiglio hanno convenuto di prevedere, mediante un bilancio rettificativo nel 2017, un importo di 500 milioni di EUR nella rubrica 1b per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile nel 2017 da finanziare tramite il margine globale per gli impegni. Infine, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno anche invitato la Commissione a chiedere gli stanziamenti necessari in un bilancio rettificativo nel 2017 al fine di provvedere al finanziamento dell'EFSD a titolo del bilancio dell'UE non appena la base giuridica sarà adottata.


INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

27.3.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

21

3

2

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Nedzhmi Ali, Jean Arthuis, Reimer Böge, Lefteris Christoforou, Eider Gardiazabal Rubial, Iris Hoffmann, Bernd Kölmel, Zbigniew Kuźmiuk, Clare Moody, Siegfried Mureşan, Jan Olbrycht, Paul Rübig, Eleftherios Synadinos, Tiemo Wölken, Stanisław Żółtek

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Nicola Caputo, Heidi Hautala, Ivana Maletić, Marco Valli

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Iratxe García Pérez, Ramón Jáuregui Atondo, Arndt Kohn, Luigi Morgano, Inmaculada Rodríguez-Piñero Fernández, Fernando Ruas, Ramón Luis Valcárcel Siso


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

21

+

ALDE

Nedzhmi Ali, Jean Arthuis

ECR

Zbigniew Kuźmiuk

PPE

Reimer Böge, Lefteris Christoforou, Ivana Maletić, Siegfried Mureşan, Jan Olbrycht, Fernando Ruas, Paul Rübig, Ramón Luis Valcárcel Siso, Arndt Kohn

S&D

Nicola Caputo, Iratxe García Pérez, Eider Gardiazabal Rubial, Iris Hoffmann, Ramón Jáuregui Atondo, Clare Moody, Luigi Morgano, Inmaculada Rodríguez-Piñero Fernández, Tiemo Wölken

3

-

ENF

Stanisław Żółtek

NI

Eleftherios Synadinos

Verts/ALE

Heidi Hautala

2

0

ECR

Bernd Kölmel

EFDD

Marco Valli

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy