Procedura : 2016/0322(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0174/2017

Testi presentati :

A8-0174/2017

Discussioni :

Votazioni :

PV 16/05/2017 - 6.3

Testi approvati :

P8_TA(2017)0203

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 368kWORD 55k
27.4.2017
PE 601.132v02-00 A8-0174/2017

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo tra l'Unione europea e il Regno di Norvegia su disposizioni complementari in relazione allo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti, nell'ambito del Fondo Sicurezza interna, per il periodo 2014-2020

(13710/2016 – C8-0005/2017 – 2016/0322(NLE))

Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni

Relatore: Tomáš Zdechovský

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 BREVE MOTIVAZIONE
 ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER GLI AFFARI ESTERI
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo tra l'Unione europea e il Regno di Norvegia su disposizioni complementari in relazione allo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti, nell'ambito del Fondo Sicurezza interna, per il periodo 2014-2020

(13710/2016 – C8-0005/2017 – 2016/0322(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (13710/2016),

–  visto il progetto di accordo tra l'Unione europea e il Regno di Norvegia su disposizioni complementari in relazione allo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti, nell'ambito del Fondo sicurezza interna, per il periodo 2014-2020 (13711/2016),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 77, paragrafo 2, e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), punto v), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0005/2017),

–  vista la lettera della commissione per gli affari esteri,

–  visto l'articolo 99, paragrafo 1 e 4 e l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (A8-0174/2017),

1.  dà la sua approvazione al progetto di decisione del Consiglio;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e del Regno di Norvegia.


BREVE MOTIVAZIONE

Nel 2014 il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato, nell'ambito del Fondo sicurezza interna, lo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti (ISF - Frontiere e visti) per il periodo 2014-2020 (regolamento (UE) n. 515/2014).

L'obiettivo principale dell'ISF - Frontiere e visti è quello di garantire un elevato livello di sicurezza nell'Unione e, al contempo, facilitare i viaggi legittimi, attraverso un livello uniforme ed elevato di controllo delle frontiere esterne e il trattamento efficace dei visti Schengen. I finanziamenti per il periodo fino al 2020, che ammontano a circa 2,8 miliardi di EUR, saranno impiegati per lo più attraverso programmi nazionali per, tra l'altro, costruire le infrastrutture necessarie ai valichi di frontiera e per la sorveglianza delle frontiere, finanziare i sistemi informatici necessari al sistema europeo di sorveglianza delle frontiere (Eurosur) nonché adottare misure volte a facilitare una gestione efficiente dei flussi migratori, il trattamento delle domande di visto e la cooperazione consolare.

In virtù dell'articolo 5, paragrafo 7, del regolamento (UE) n. 515/2014, i paesi associati all'attuazione, all'applicazione e allo sviluppo dell'acquis di Schengen partecipano allo strumento a norma del regolamento stesso e sono conclusi accordi contenenti le disposizioni relative al contributo finanziario di tali paesi e le disposizioni complementari necessarie in relazione a detta partecipazione. Scopo del progetto di accordo con il Regno di Norvegia è concludere esattamente tali accordi, consentendo alla Commissione di assumere la responsabilità per l'esecuzione del bilancio dello strumento in tale paese associato e definendo il contributo del Regno di Norvegia al bilancio dell'Unione in relazione allo strumento (circa 19,8 milioni di EUR all'anno).

Il relatore appoggia la proposta. L'ISF - Frontiere e visti istituisce un meccanismo di solidarietà che vincola gli Stati partecipanti, nell'interesse e per conto gli uni degli altri, alle medesime norme europee in materia di controllo delle frontiere esterne. Il relatore ritiene che la proposta contribuirà a conseguire un obiettivo strategico dell'acquis di Schengen, ossia condividere la responsabilità di garantire un livello efficace, elevato e uniforme di controllo alle frontiere esterne, nel rispetto degli impegni dell'Unione in materia di libertà fondamentali e diritti umani.


ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER GLI AFFARI ESTERI

Rif.: D (2017)16766

On. Claude Moraes

Presidente

Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni

Signor presidente,

Il 30 marzo 2017 la commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE) ha tenuto uno scambio di opinioni sul progetto di raccomandazione del relatore, on. Tomáš Zdechovský, sul progetto di decisione del Consiglio relativo alla conclusione, a nome dell'Unione europea, di un accordo tra l'Unione europea e il Regno di Norvegia su disposizioni complementari in relazione allo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti, nell'ambito del Fondo Sicurezza interna, per il periodo 2014-2020 (2016/0322 NLE).

Nella riunione del 13 dicembre 2016, i coordinatori della commissione per gli affari esteri (AFET) hanno deciso di fornire al relatore e alla commissione che Lei presiede un parere della commissione AFET sul suddetto accordo sotto forma di lettera. In veste di presidente, sono lieto di trasmetterLe la posizione della commissione AFET.

Come indicato nella proposta, lo scopo dell'ISF-Frontiere e visti è istituire un meccanismo di solidarietà che vincoli gli Stati partecipanti, nell'interesse e per conto gli uni degli altri, alle medesime norme europee in materia di controllo delle frontiere esterne. Di conseguenza, l'intento è quello di ripartire equamente la responsabilità di garantire un "livello efficace, elevato ed uniforme di controllo alle frontiere esterne", come previsto all'articolo 15 del regolamento (UE) n. 2016/399 del Parlamento europeo e del Consiglio, conseguendo così un obiettivo fondamentale dell'acquis di Schengen.

Distinti saluti.

David McAllister


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Accordo tra l’Unione europea e il Regno di Norvegia su disposizioni complementari in relazione allo strumento di sostegno finanziario per le frontiere esterne e i visti, nell’ambito del Fondo Sicurezza interna, per il periodo 2014-2020

Riferimenti

13710/2016 – C8-0005/2017 – COM(2016)06582016/0322(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

20.12.2016

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

LIBE

16.1.2017

 

 

 

Commissioni competenti per parere

       Annuncio in Aula

AFET

16.1.2017

BUDG

16.1.2017

 

 

Pareri non espressi

       Decisione

AFET

13.12.2016

BUDG

9.11.2016

 

 

Relatori

       Nomina

Tomáš Zdechovský

5.12.2016

 

 

 

Esame in commissione

30.3.2017

 

 

 

Approvazione

25.4.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

48

2

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Heinz K. Becker, Malin Björk, Michał Boni, Agustín Díaz de Mera García Consuegra, Cornelia Ernst, Tanja Fajon, Raymond Finch, Monika Flašíková Beňová, Nathalie Griesbeck, Sylvie Guillaume, Jussi Halla-aho, Filiz Hyusmenova, Sophia in ‘t Veld, Eva Joly, Dietmar Köster, Cécile Kashetu Kyenge, Marju Lauristin, Monica Macovei, Roberta Metsola, Alessandra Mussolini, József Nagy, Péter Niedermüller, Soraya Post, Birgit Sippel, Branislav Škripek, Csaba Sógor, Helga Stevens, Traian Ungureanu, Bodil Valero, Marie-Christine Vergiat, Udo Voigt, Josef Weidenholzer, Kristina Winberg, Tomáš Zdechovský, Auke Zijlstra

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Pál Csáky, Maria Grapini, Jeroen Lenaers, Angelika Mlinar, Morten Helveg Petersen, Salvatore Domenico Pogliese, Emil Radev, Barbara Spinelli, Jaromír Štětina, Axel Voss

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Karoline Graswander-Hainz, Stefano Maullu, Momchil Nekov, Dariusz Rosati, Marco Valli, Julie Ward

Deposito

27.4.2017


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

48

+

ALDE

Nathalie Griesbeck, Filiz Hyusmenova, Angelika Mlinar, Morten Helveg Petersen, Sophia in 't Veld

ECR

Jussi Halla-aho, Monica Macovei, Branislav Škripek, Helga Stevens

EFDD

Marco Valli

GUE/NGL

Malin Björk, Cornelia Ernst, Barbara Spinelli, Marie-Christine Vergiat

NI

Udo Voigt

EPP

Heinz K. Becker, Michał Boni, Pál Csáky, Agustín Díaz de Mera García Consuegra, Jeroen Lenaers, Stefano Maullu, Roberta Metsola, Alessandra Mussolini, József Nagy, Salvatore Domenico Pogliese, Emil Radev, Dariusz Rosati, Jaromír Štětina, Csaba Sógor, Traian Ungureanu, Axel Voss, Tomáš Zdechovský

S&D

Tanja Fajon, Monika Flašíková Beňová, Maria Grapini, Karoline Graswander-Hainz, Sylvie Guillaume, Cécile Kashetu Kyenge, Dietmar Köster, Marju Lauristin, Momchil Nekov, Péter Niedermüller, Soraya Post, Birgit Sippel, Julie Ward, Josef Weidenholzer

VERTS/ALE

Eva Joly, Bodil Valero

2

-

EFDD

Raymond Finch

ENF

Auke Zijlstra

1

0

EFDD

Kristina Winberg

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy