Procedura : 2017/0219(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0373/2017

Testi presentati :

A8-0373/2017

Discussioni :

Votazioni :

PV 17/04/2018 - 6.7
CRE 17/04/2018 - 6.7

Testi approvati :

P8_TA(2018)0098

RELAZIONE     ***I
PDF 529kWORD 84k
24.11.2017
PE 612.066v02-00 A8-0373/2017

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, relativo allo statuto e al finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee

(COM(2017)0481 – C8-0307/2017 – 2017/0219(COD))

Commissione per gli affari costituzionali

Relatori: Mercedes Bresso, Rainer Wieland

ERRATA/ADDENDA
EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, relativo allo statuto e al finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee

(COM(2017)0481 – C8-0307/2017 – 2017/0219(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2017)0481),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 224 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C8-0307/2017),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la sua risoluzione del 15 giugno 2017 sul finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni politiche a livello europeo(1),

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per gli affari costituzionali e il parere sotto forma di emendamenti della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0373/2017),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

Emendamento    1

Proposta di regolamento

Considerando 5

 

Testo della Commissione

Emendamento

(5)  Per ragioni di trasparenza e al fine di rafforzare il controllo e la responsabilità democratica dei partiti politici europei e il legame tra la società civile europea e le istituzioni dell'Unione, in particolare il Parlamento europeo, l'accesso ai finanziamenti a carico del bilancio generale dell'Unione europea dovrebbe essere subordinato alla pubblicazione, da parte dei partiti membri, del programma e del logo del partito politico europeo interessato, nonché di informazioni sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati del Parlamento europeo.

(5)  Per ragioni di trasparenza e al fine di rafforzare il controllo e la responsabilità democratica dei partiti politici europei e il legame tra la società civile europea e le istituzioni dell'Unione, in particolare il Parlamento europeo, l'accesso ai finanziamenti a carico del bilancio generale dell'Unione europea dovrebbe essere subordinato alla pubblicazione, in modo esaustivo, affidabile e di facile uso, da parte dei partiti membri, del programma e del logo del partito politico europeo interessato, nonché di informazioni sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati del Parlamento europeo.

Emendamento    2

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto -1 (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Considerando 12

 

Testo in vigore

Emendamento

 

(-1)  il considerando 12 è sostituito dal seguente:

(12)  I partiti politici europei e le fondazioni politiche europee a essi affiliate che desiderino ottenere tale riconoscimento a livello dell'Unione in virtù dello status giuridico europeo che detengono e beneficiare di finanziamenti pubblici a carico del bilancio generale dell'Unione europea dovrebbero rispettare alcuni principi e soddisfare determinate condizioni. In particolare, è necessario che i partiti politici europei e le fondazioni politiche europee a essi affiliate rispettino i valori sui quali si fonda l'Unione, quali enunciati nell'articolo 2 TUE.

(12)  I partiti politici europei e le fondazioni politiche europee a essi affiliate che desiderino ottenere tale riconoscimento a livello dell'Unione in virtù dello status giuridico europeo che detengono e beneficiare di finanziamenti pubblici a carico del bilancio generale dell'Unione europea dovrebbero rispettare alcuni principi e soddisfare determinate condizioni. In particolare, è necessario che i partiti politici europei e le fondazioni politiche europee a essi affiliate rispettino, specialmente nel loro programma e nelle loro attività, i valori sui quali si fonda l'Unione, quali enunciati nell'articolo 2 TUE, vale a dire il rispetto per la dignità umana, la libertà, la democrazia, l'uguaglianza, lo stato di diritto e i diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze."

Emendamento    3

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto -1 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Considerando 30 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

  È inserito il seguente considerando:

 

(30 bis)   In conformità con le disposizioni e le procedure stabilite dal regolamento (UE) 2017/1939 del Consiglio, la Procura europea (EPPO) è chiamata a indagare sui presunti reati nell'ambito del finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee che ledono gli interessi finanziari dell'UE, ai sensi della direttiva (UE) 2017/1371 del Parlamento europeo e del Consiglio. L'obbligo di cui all'articolo 24 del regolamento (UE) 2017/1939 del Consiglio di comunicare alla Procura europea qualsiasi condotta che potrebbe costituire un reato di sua competenza si applica anche all'Autorità per i partiti politici europei e le fondazioni politiche europee.

Emendamento    4

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 1 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 3 – paragrafo 1 – lettera b bis (nuova)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

(1 bis)   all'articolo 3, paragrafo 1, è aggiunta la seguente lettera:

 

"b bis)  i suoi partiti membri non devono essere membri di un altro partito politico europeo;";

Emendamento    5

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 1 ter (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 10 – paragrafo 3 – comma 1

 

Testo in vigore

Emendamento

 

(1 ter)   all'articolo 10, paragrafo 3, il primo comma è sostituito dal seguente:

"Il Parlamento europeo, il Consiglio o la Commissione possono presentare all'Autorità una richiesta di verifica del rispetto, da parte di un partito politico europeo o di una fondazione politica europea specifici, delle condizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 1, lettera c), e all'articolo 3, paragrafo 2, lettera c). In tali casi, così come nei casi di cui all'articolo 16, paragrafo 3, lettera a), l'Autorità invita il comitato di personalità indipendenti istituito dall'articolo 11 a esprimere un parere in proposito. Il comitato esprime un parere entro due mesi.

"Il Parlamento europeo, di propria iniziativa o a seguito di una richiesta motivata da parte di un gruppo di cittadini presentata conformemente alle pertinenti disposizioni del suo regolamento, il Consiglio o la Commissione possono presentare all'Autorità una richiesta di verifica del rispetto, da parte di un partito politico europeo o di una fondazione politica europea specifici, delle condizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 1, lettera c), e all'articolo 3, paragrafo 2, lettera c). In tali casi, così come nei casi di cui all'articolo 16, paragrafo 3, lettera a), l'Autorità invita il comitato di personalità indipendenti istituito dall'articolo 11 a esprimere un parere in proposito. Il comitato esprime un parere entro due mesi."

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32014R1141&from=it

Emendamento    6

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 3

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 18 – paragrafo 3 bis

 

Testo della Commissione

Emendamento

3 bis.  Un partito politico europeo correda la domanda degli elementi comprovanti che i suoi partiti membri hanno pubblicato continuativamente sui loro siti web, nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, il programma politico e il logo del partito politico europeo nonché informazioni, inerenti a ciascuno dei partiti membri del partito politico europeo, sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati al Parlamento europeo.

3 bis.  Un partito politico europeo correda la domanda degli elementi comprovanti che la maggioranza dei suoi partiti membri, e in ogni caso almeno sette di essi, hanno pubblicato continuativamente sui loro siti web, in modo esaustivo, affidabile e di facile uso, nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, il programma politico e il logo del partito politico europeo. Inoltre, i partiti politici europei sono incoraggiati a includere nelle loro domande informazioni, inerenti a ciascuno dei partiti membri del partito politico europeo, sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati al Parlamento europeo

Emendamento    7

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 4

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 19 – paragrafo 1 – trattino 1

 

Testo della Commissione

Emendamento

–  il 5% è ripartito in parti uguali tra i partiti politici europei beneficiari;

–  il 10% è ripartito in parti uguali tra i partiti politici europei beneficiari;

Emendamento    8

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 4

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 19 – paragrafo 1 – trattino 2

 

Testo della Commissione

Emendamento

—   il 95% è suddiviso tra i partiti politici europei beneficiari in ragione della rispettiva quota di deputati eletti al Parlamento europeo.

—   il 90% è suddiviso tra i partiti politici europei beneficiari in ragione della rispettiva quota di deputati eletti al Parlamento europeo che sono membri di un partito politico europeo.

Emendamento    9

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 5 – lettera b

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 27 – paragrafo 1 – lettera b bis

 

Testo della Commissione

Emendamento

b bis)   qualora il partito o la fondazione in questione non soddisfi una o più delle condizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 1, o all'articolo 3, paragrafo 2, al momento della sua registrazione e qualora il partito o la fondazione abbia indotto la decisione di registrazione presentando informazioni false o incomplete relative a tali condizioni; la decisione di cancellare dal registro il partito o la fondazione è adottata entro un termine ragionevole a partire dal momento in cui l'Autorità avrebbe potuto accertare che il partito o la fondazione in questione non soddisfaceva la condizione o le condizioni in questione;

b bis)   qualora la decisione di registrare il partito o la fondazione in questione si basi su informazioni errate o fuorvianti di cui è responsabile il richiedente o qualora la decisione sia stata ottenuta con frode.

Emendamento    10

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 5 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 30 – paragrafo 2 – comma 2

 

Testo in vigore

Emendamento

 

(5 bis)  all'articolo 30, paragrafo 2, il comma 2 è sostituito dal seguente:

In caso di tale cessazione, i pagamenti dell'ordinatore del Parlamento europeo si limitano alle spese ammissibili effettivamente sostenute dal partito politico europeo o dalla fondazione politica europea sino alla data in cui ha effetto la decisione di cessazione.

"In caso di tale cessazione, i pagamenti dell'ordinatore del Parlamento europeo si limitano alle spese rimborsabili sostenute dal partito politico europeo o alle spese ammissibili effettivamente sostenute dalla fondazione politica europea sino alla data in cui ha effetto la decisione di cessazione;"

Motivazione

L'espressione "spese rimborsabili" è utilizzata all'articolo 204 octies del regolamento finanziario e agli articoli 17, 4 e 5 del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014, ed è il concetto adeguato da utilizzare nel quadro del recupero.

Emendamento    11

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 6 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 32 – paragrafo 1 – lettera j bis (nuova)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

(6 bis)  all'articolo 32, paragrafo 1, è inserita la lettera seguente:

 

"j bis)  un elenco aggiornato dei deputati al Parlamento europeo che sono membri di un partito politico europeo.";

Emendamento    12

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 7

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 38 – paragrafo 1 – comma 1

 

Testo della Commissione

Emendamento

Previa consultazione dell'Autorità, il Parlamento europeo pubblica, cinque anni dopo l'entrata in applicazione del presente regolamento, una relazione sull'applicazione del presente regolamento e sulle attività finanziate. La relazione indica, se del caso, le eventuali modifiche da apportare allo statuto e ai sistemi di finanziamento.

Previa consultazione dell'Autorità, il Parlamento europeo pubblica, alla fine del terzo anno dopo l'entrata in applicazione del presente regolamento e in seguito ogni cinque anni, una relazione sull'applicazione del presente regolamento e sulle attività finanziate. La relazione indica, se del caso, le eventuali modifiche da apportare allo statuto e ai sistemi di finanziamento.

Emendamento    13

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 8

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 40 bis – paragrafo 1

 

Testo della Commissione

Emendamento

In deroga all'articolo 18, paragrafo 3 bis, e per quanto riguarda le domande di finanziamento per l'esercizio 2019, prima di decidere in merito a una domanda di finanziamento, l'ordinatore del Parlamento europeo chiede al partito politico europeo di fornire elementi comprovanti che i suoi partiti membri hanno pubblicato continuativamente sui loro siti web, per un periodo che inizia un mese dopo l'entrata in vigore del regolamento (UE, EURATOM) n. XX/2018, il programma politico e il logo del partito politico europeo nonché informazioni, inerenti a ciascuno dei partiti membri del partito politico europeo, sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati al Parlamento europeo.

In deroga all'articolo 18, paragrafo 3 bis, e per quanto riguarda le domande di finanziamento per l'esercizio 2019, prima di decidere in merito a una domanda di finanziamento, l'ordinatore del Parlamento europeo chiede al partito politico europeo di fornire elementi comprovanti che la maggioranza dei suoi partiti membri, e in ogni caso almeno sette di essi, hanno pubblicato continuativamente sui loro siti web, per un periodo che inizia un mese dopo l'entrata in vigore del regolamento (UE, EURATOM) n. XX/2018, il programma politico e il logo del partito politico europeo nonché informazioni, inerenti a ciascuno dei partiti membri del partito politico europeo, sulla rappresentanza di genere tra i candidati alle ultime elezioni del Parlamento europeo e tra i deputati al Parlamento europeo.

Emendamento    14

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 8

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 40 bis – paragrafo 1 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

1 bis.  I partiti politici europei registrati prima del [data di applicazione del regolamento (UE) 2018 / ... (regolamento di modifica)] presentano, entro il 31 dicembre 2018, documenti comprovanti che essi soddisfano le condizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 1, lettere b) e b bis).

Emendamento    15

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 8

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 40 bis – paragrafo 1 ter (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

1 ter.  L'Autorità cancella dal registro un partito politico europeo e la fondazione politica europea ad esso affiliata quando il partito in questione non dimostra entro il termine fissato al paragrafo 1 bis di soddisfare le condizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 1, lettere b) e b bis)."

Emendamento    16

Proposta di regolamento

Articolo 2 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

Articolo 2 bis

 

Tuttavia, le disposizioni del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014 applicabili prima dell'entrata in vigore del presente regolamento continuano ad applicarsi nella loro versione originale agli atti e agli impegni attinenti al finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni politiche a livello europeo per l'esercizio 2018.

Motivazione

L'emendamento mira a garantire la certezza giuridica. Le procedure già avviate nel 2017 dovrebbero essere soggette al presente regolamento prima della sua revisione.

23.11.2017

POSIZIONE SOTTO FORMA DI EMENDAMENTI

della commissione per il controllo dei bilanci

destinato alla commissione per gli affari costituzionali

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, relativo allo statuto e al finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee

(COM(2017)0481 – C8-0307/2017 – 2017/0219(COD))

Per la commissione per il controllo dei bilanci: Ingeborg Gräßle (presidente)

EMENDAMENTI

La commissione per il controllo dei bilanci presenta alla commissione per gli affari costituzionali, competente per il merito, i seguenti emendamenti:

Emendamento    1

Proposta di regolamento

Considerando 11 bis (nuovo)

Testo della Commissione

Emendamento

 

(11 bis)  La competenza materiale della Procura europea è limitata ai reati che ledono gli interessi finanziari dell'Unione conformemente al regolamento che istituisce la Procura. I compiti dell’EPPO dovrebbero pertanto essere quelli di individuare, perseguire e rinviare a giudizio gli autori di reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione di cui alla direttiva (UE) n. 2017/1371 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 20171bis e dei reati che vi sono indissolubilmente connessi.

 

_________________

 

1bis Direttiva (EU) 2017/1371 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2017, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale (GU L 198 del 28.7.2017, pag. 29).

Emendamento    2

Proposta di regolamento

Considerando 11 ter (nuovo)

Testo della Commissione

Emendamento

 

(11 ter)  Onde garantire l'osservanza degli obblighi stabiliti dal presente regolamento in materia di finanziamento e spese dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee, come pure in altri ambiti, è necessario stabilire efficaci meccanismi di controllo. A tal fine l'Autorità, l'ordinatore del Parlamento europeo e gli Stati membri dovrebbero cooperare e scambiarsi tutte le informazioni necessarie. Essi dovrebbero inoltre concordare disposizioni pratiche che prevedano regole comuni concernenti le modalità di protezione di chi segnala irregolarità. Dovrebbe inoltre essere incoraggiata la collaborazione reciproca tra le autorità degli Stati membri onde garantire il controllo efficace ed efficiente degli obblighi derivanti dal diritto nazionale applicabile. L'OLAF e la Procura europea sono tenuti a partecipare alla condivisione di informazioni qualora debba essere dato seguito alla decisione dell'Autorità.

Emendamento    3

Proposta di direttiva

Articolo 1 – punto 4 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 25 – paragrafo 7 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

4 bis)  All'articolo 25, è inserito il paragrafo seguente:

 

7 bis.  Quando i reati che ledono gli interessi finanziari dell'Unione, ai sensi della direttiva (UE) 2017/1371 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2017, sono perpetrati in uno o più Stati membri che partecipano alla cooperazione rafforzata sull'istituzione della Procura europea (EPPO), quest'ultima è chiamata a indagare secondo le condizioni stabilite dal regolamento (UE) n. xxx/xxxx [GU, inserire il numero del regolamento relativo alla Procura];

Emendamento    4

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 5 bis (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 28 – paragrafo 2

 

Testo in vigore

Emendamento

 

5 bis)   All'articolo 28, il paragrafo 2 è sostituito dal seguente:

2.  Essi concordano altresì le modalità pratiche di tale scambio di informazioni, comprese le norme riguardanti la divulgazione di prove o di informazioni riservate e la cooperazione tra Stati membri.

2.  Essi concordano altresì le modalità pratiche di tale scambio di informazioni, comprese le norme riguardanti la divulgazione di prove o di informazioni riservate, la protezione di chi segnala irregolarità e la cooperazione tra Stati membri.

Emendamento    5

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 5 ter (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 28 – paragrafo 4

 

Testo in vigore

Emendamento

 

5 ter)   All'articolo 28, il paragrafo 4 è sostituito dal seguente:

4.  L'Autorità informa l'ordinatore del Parlamento europeo delle decisioni che ha adottato in materia di sanzioni, per consentirgli di trarre le debite conseguenze a norma del regolamento finanziario.

4.  L'Autorità informa l'ordinatore del Parlamento europeo delle decisioni che ha adottato in materia di sanzioni, per consentirgli di trarre le debite conseguenze a norma del regolamento finanziario. Se del caso, l'Autorità informa anche l'OLAF e la Procura europea, per consentire a tali organismi di procedere di conseguenza alla relativa indagine;

Emendamento    6

Proposta di regolamento

Articolo 1 – punto 5 quater (nuovo)

Regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014

Articolo 30 – paragrafo 2 – comma 2

 

Testo in vigore

Emendamento

 

5 quater)   All'articolo 30, paragrafo 2, il secondo comma è sostituito dal seguente:

In caso di tale cessazione, i pagamenti dell'ordinatore del Parlamento europeo si limitano alle spese ammissibili effettivamente sostenute dal partito politico europeo o dalla fondazione politica europea sino alla data in cui ha effetto la decisione di cessazione

In caso di tale cessazione, i pagamenti dell'ordinatore del Parlamento europeo si limitano alle spese rimborsabili sostenute dal partito politico europeo o alle spese ammissibili effettivamente sostenute dalla fondazione politica europea sino alla data in cui ha effetto la decisione di cessazione.

Motivazione

L'espressione "spese rimborsabili" è utilizzata all'articolo 204 octies del regolamento finanziario e agli articoli 17, 4 e 5 del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014, ed è il concetto adeguato da utilizzare nel quadro del recupero.

Emendamento    7

Proposta di regolamento

Articolo 2 bis (nuovo)

Testo della Commissione

Emendamento

 

Articolo 2 bis

 

Tuttavia, le disposizioni del regolamento (UE, Euratom) n. 1141/2014, applicabili prima dell'entrata in vigore del presente regolamento, continuano ad applicarsi nella loro versione originale agli atti effettuati e agli impegni assunti per l'esercizio 2018 in materia di finanziamento dei partiti politici e delle fondazioni politiche a livello europeo.

Motivazione

L'emendamento mira a garantire la certezza giuridica. Le procedure già avviate nel 2017 dovrebbero essere soggette al presente regolamento prima della sua revisione.

PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER PARERE

Titolo

Statuto e finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee

Riferimenti

COM(2017)0481 – C8-0307/2017 – 2017/0219(COD)

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

AFCO

2.10.2017

 

 

 

Parere espresso da

       Annuncio in Aula

CONT

2.10.2017

Relatore per parere

       Nomina

Ingeborg Gräßle

16.10.2017

Relatore per parere sostituito

Ingeborg Gräßle

Approvazione

26.10.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

11

7

5

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Nedzhmi Ali, Jonathan Arnott, Inés Ayala Sender, Ryszard Czarnecki, Dennis de Jong, Ingeborg Gräßle, Cătălin Sorin Ivan, Jean-François Jalkh, Arndt Kohn, Georgi Pirinski, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, Petri Sarvamaa, Claudia Schmidt, Bart Staes, Hannu Takkula, Indrek Tarand, Derek Vaughan, Tomáš Zdechovský

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Richard Ashworth, Brian Hayes, Andrey Novakov, Julia Pitera

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Jean-Paul Denanot

VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER PARERE

11

+

ALDE

PPE

Greens

Nedzhmi Ali, Hannu Takkula

Ingeborg Gräßle, Brian Hayes, Andrey Novakov, Julia Pitera, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, Petri Sarvamaa, Claudia Schimdt, Tomáš Zdechovský

Bart Staes

7

-

S&D

ENF

Inés Ayala Sender, Jean-Paul Denanot, Cătălin Sorin Ivan, Arndt Kohn, Georgi Pirinski, Derek Vaughan

Jean-François Jalkh

5

0

ECR

EFDD

GUE/NGL

Greens

Richard Ashworth, Ryszard Czarnecki

Jonathan Arnott

Dennis de Jong

Indrek Tarand

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

(1)

Testi approvati, P8_TA(2017)0274.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Statuto e finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee

Riferimenti

COM(2017)0481 – C8-0307/2017 – 2017/0219(COD)

Presentazione della proposta al PE

13.9.2017

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

AFCO

2.10.2017

 

 

 

Commissioni competenti per parere

       Annuncio in Aula

BUDG

2.10.2017

CONT

2.10.2017

JURI

2.10.2017

 

Pareri non espressi

       Decisione

BUDG

26.9.2017

JURI

9.10.2017

 

 

Relatori

       Nomina

Mercedes Bresso

28.9.2017

Rainer Wieland

28.9.2017

 

 

Esame in commissione

11.10.2017

23.10.2017

21.11.2017

 

Approvazione

21.11.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

19

2

2

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Gerolf Annemans, Mercedes Bresso, Elmar Brok, Pascal Durand, Danuta Maria Hübner, Diane James, Ramón Jáuregui Atondo, Alain Lamassoure, Jo Leinen, Morten Messerschmidt, Maite Pagazaurtundúa Ruiz, Markus Pieper, Paulo Rangel, Helmut Scholz, György Schöpflin, Pedro Silva Pereira, Barbara Spinelli, Claudia Țapardel, Josep-Maria Terricabras, Kazimierz Michał Ujazdowski

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Jérôme Lavrilleux, Cristian Dan Preda, Viviane Reding, Jasenko Selimovic

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Ramón Luis Valcárcel Siso

Deposito

24.11.2017


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

19

+

ALDE

Maite Pagazaurtundúa Ruiz, Jasenko Selimovic

GUE/NGL

Helmut Scholz, Barbara Spinelli

PPE

Elmar Brok, Danuta Maria Hübner, Alain Lamassoure, Jérôme Lavrilleux, Paulo Rangel, Viviane Reding, György Schöpflin, Ramón Luis Valcárcel Siso

S&D

Mercedes Bresso, Ramón Jáuregui Atondo, Jo Leinen, Claudia Țapardel, Pedro Silva Pereira

Verts/ALE

Pascal Durand, Josep-Maria Terricabras

2

-

ECR

Kazimierz Michał Ujazdowski

NI

Diane James

2

0

ECR

Morten Messerschmidt

ENF

Gerolf Annemans

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Note legali - Informativa sulla privacy