RACCOMANDAZIONE concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, dell'accordo di cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda

    22.2.2018 - (07712/2016 – C8-0237/2017 – 2016/0006(NLE)) - ***

    Commissione per il commercio internazionale
    Relatore: Daniel Caspary

    Procedura : 2016/0006(NLE)
    Ciclo di vita in Aula
    Ciclo del documento :  
    A8-0029/2018
    Testi presentati :
    A8-0029/2018
    Discussioni :
    Testi approvati :

    PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

    concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, dell'accordo di cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda

    (07712/2016 – C8-0237/2017 – 2016/0006(NLE))

    (Approvazione)

    Il Parlamento europeo,

    –  visto il progetto di decisione del Consiglio (07712/2016),

    –  visto il progetto di accordo di cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda (07682/2016),

    –  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 207 e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0237/2017),

    –  visti l'articolo 99, paragrafi 1 e 4, nonché l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

    –  vista la raccomandazione della commissione per il commercio internazionale (A8-0029/2018),

    1.  dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo;

    2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e della Nuova Zelanda.

    MOTIVAZIONE

    Nell'ottobre 2017 il Parlamento europeo ha approvato le raccomandazioni sul mandato a negoziare un accordo di libero scambio (ALS) tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda, a favore di un ALS moderno, approfondito, ambizioso, equilibrato, equo e completo che consenta di approfondire e rafforzare ulteriormente le già mature relazioni bilaterali esistenti in materia di commercio e investimenti tra i due partner.

    Pur non essendo direttamente collegato a futuri negoziati relativi a un ALS, l'accordo di cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda, che è l'oggetto della presente relazione, può essere considerato un altro passo avanti nell'approfondimento delle relazioni economiche e commerciali tra l'UE e la Nuova Zelanda mediante la creazione di un ambiente doganale più favorevole agli scambi e sicuro. Pertanto, la conclusione del presente accordo rappresenterebbe, secondo il relatore, un passo avanti positivo in vista di un futuro ALS.

    L'accordo in questione è stato firmato il 3 luglio 2017, dopo che i negoziati erano stati avviati ufficialmente nel 2013, e il Parlamento europeo è stato ora chiamato a dare la sua approvazione prima della conclusione.

    L'obiettivo generale dell'accordo è sviluppare e intensificare la cooperazione e l'assistenza amministrativa reciproca in ambito doganale con la Nuova Zelanda. In particolare, stabilisce la base giuridica di un quadro di cooperazione inteso a garantire la sicurezza della catena di approvvigionamento e ad agevolare gli scambi commerciali legittimi, nonché a consentire lo scambio di informazioni al fine di assicurare la corretta applicazione della normativa doganale e prevenire, accertare e combattere le violazioni di tale normativa.

    Nel dettaglio, l'accordo è inteso a:

    - sostenere il commercio legittimo, creando scambi maggiormente prevedibili e favorevoli al commercio;

    - consentire l'ulteriore scambio di informazioni e la cooperazione tra le autorità doganali al fine di facilitare l'uso di nuovi strumenti o di aumentare l'efficacia degli strumenti esistenti;

    - promuovere procedure moderne e semplici al fine di risparmiare tempo e denaro nel passaggio delle merci attraverso le dogane, pienamente in linea con gli impegni assunti nell'ambito dell'accordo sull'agevolazione degli scambi, creando in tal modo condizioni di parità per gli operatori economici di entrambe le parti;

    - aiutare a prevenire, accertare e combattere le violazioni della normativa doganale, contribuendo in tal modo a tutelare i consumatori impedendo che beni nocivi o illegali raggiungano il mercato europeo.

    L'UE ha già concluso numerosi accordi analoghi di reciproca assistenza amministrativa in materia doganale, tra gli altri con la Corea, il Canada, Hong Kong, gli Stati Uniti, l'India, la Cina e il Giappone. Il relatore ritiene che sia giunto il momento di concludere un accordo simile anche con un partner affidabile e stretto come la Nuova Zelanda, per consentire una cooperazione più efficace tra le autorità doganali nonché rafforzare ulteriormente e approfondire le relazioni con la Nuova Zelanda, e raccomanda pertanto di approvare l'accordo in esame.

    PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

    Titolo

    Accordo di cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale tra l'Unione europea e la Nuova Zelanda

    Riferimenti

    07712/2016 – C8-0237/2017 – COM(2016)00172016/0006(NLE)

    Consultazione / Richiesta di approvazione

    19.7.2017

     

     

     

    Commissione competente per il merito

           Annuncio in Aula

    INTA

    11.9.2017

     

     

     

    Relatori

           Nomina

    Daniel Caspary

    15.2.2016

     

     

     

    Esame in commissione

    23.11.2017

    23.1.2018

     

     

    Approvazione

    20.2.2018

     

     

     

    Esito della votazione finale

    +:

    –:

    0:

    32

    2

    0

    Membri titolari presenti al momento della votazione finale

    William (The Earl of) Dartmouth, Laima Liucija Andrikienė, David Campbell Bannerman, Daniel Caspary, Salvatore Cicu, Santiago Fisas Ayxelà, Christofer Fjellner, Karoline Graswander-Hainz, Heidi Hautala, Nadja Hirsch, Patricia Lalonde, Bernd Lange, David Martin, Anne-Marie Mineur, Sorin Moisă, Alessia Maria Mosca, Godelieve Quisthoudt-Rowohl, Marietje Schaake, Helmut Scholz, Joachim Schuster, Joachim Starbatty, Adam Szejnfeld, Hannu Takkula, Iuliu Winkler, Jan Zahradil

    Supplenti presenti al momento della votazione finale

    Bendt Bendtsen, Klaus Buchner, Nicola Danti, Agnes Jongerius, Sajjad Karim, Paul Rübig, Jarosław Wałęsa

    Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

    Mario Borghezio, Jacques Colombier

    Deposito

    23.2.2018

    VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

    32

    +

    ALDE

    Nadja Hirsch, Patricia Lalonde, Marietje Schaake, Hannu Takkula

    ECR

    David Campbell Bannerman, Sajjad Karim, Joachim Starbatty, Jan Zahradil

    EFDD

    William (The Earl of) Dartmouth

    GUE/NGL

    Anne-Marie Mineur, Helmut Scholz

    PPE

    Laima Liucija Andrikienė, Bendt Bendtsen, Daniel Caspary, Salvatore Cicu, Santiago Fisas Ayxelà, Christofer Fjellner, Sorin Moisă, Godelieve Quisthoudt-Rowohl, Paul Rübig, Adam Szejnfeld, Jarosław Wałęsa, Iuliu Winkler

    S&D

    Nicola Danti, Karoline Graswander-Hainz, Agnes Jongerius, Bernd Lange, David Martin, Alessia Maria Mosca, Joachim Schuster

    Verts/ALE

    Klaus Buchner, Heidi Hautala

    2

    -

    ENF

    Mario Borghezio, Jacques Colombier

    0

    0

     

     

    Significato dei simboli utilizzati:

    +  :  favorevoli

    -  :  contrari

    0  :  astenuti

    Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018
    Note legali - Informativa sulla privacy