Procedura : 2019/2022(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0004/2019

Testi presentati :

A9-0004/2019

Discussioni :

Votazioni :

PV 18/09/2019 - 9.2
CRE 18/09/2019 - 9.2

Testi approvati :

P9_TA(2019)0012

<Date>{09/09/2019}9.9.2019</Date>
<NoDocSe>A9-0004/2019</NoDocSe>
PDF 162kWORD 54k

<TitreType>RELAZIONE</TitreType>

<Titre>concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019 dell'Unione europea per l'esercizio 2019 – Rafforzamento di programmi essenziali per la competitività dell'UE: Orizzonte 2020 ed Erasmus+</Titre>

<DocRef>(11731/2019 – C9-0112/2019 – 2019/2022(BUD))</DocRef>


<Commission>{BUDG}Commissione per i bilanci</Commission>

Relatore: <Depute>John Howarth</Depute>

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LA CULTURA E L'ISTRUZIONE
 INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019 dell'Unione europea per l'esercizio 2019 – Rafforzamento di programmi essenziali per la competitività dell'UE: Orizzonte 2020 ed Erasmus+

(11731/2019 – C9-0112/2019 – 2019/2022(BUD))

Il Parlamento europeo,

 visto l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

 visto l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

 visto il regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012[1], in particolare gli articoli 18, paragrafo 3, e 44,

 visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2019, definitivamente adottato il 12 dicembre 2018[2],

 visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020[3],

 visto l'accordo interistituzionale, del 2 dicembre 2013, tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria[4],

 vista la decisione 2014/335/UE, Euratom del Consiglio, del 26 maggio 2014, relativa al sistema delle risorse proprie dell'Unione europea[5],

 visto il progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019 adottato dalla Commissione il 15 maggio 2019 (COM(2019)0320),

 vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019 adottata dal Consiglio il 3 settembre 2019 e comunicata al Parlamento europeo lo stesso giorno (11731/2019 – C9-0112/2019),

 visti gli articoli 94 e 96 del suo regolamento,

 vista la relazione della commissione per i bilanci (A9-0004/2019),

A. considerando che, su insistenza del Parlamento, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno deciso, nel quadro della procedura di bilancio 2019, di iscrivere 100 milioni di EUR in un bilancio rettificativo nel 2019 al fine di rafforzare Orizzonte 2020 e Erasmus+; che il Parlamento e il Consiglio hanno invitato la Commissione a presentare tale bilancio rettificativo, che non avrebbe contenuto altri elementi, non appena l'adeguamento tecnico del quadro finanziario pluriennale per il 2020, compreso il calcolo del margine globale per gli impegni, si sarebbe concluso nella primavera del 2019;

B. considerando che la Commissione ha di conseguenza proposto di modificare il bilancio 2019 per tener conto dell'accordo di cui sopra;

C. considerando che la Commissione ha proposto di stanziare altri 80 milioni di EUR per rafforzare Orizzonte 2020 e altri 20 milioni di EUR da assegnare al bilancio del programma Erasmus+; che l'accordo sul bilancio 2019 non contiene indicazioni quanto alla ripartizione dell'importo del rafforzamento globale tra i singoli strumenti;

D. considerando che, per quanto riguarda il rafforzamento di Orizzonte 2020, la Commissione ha proposto di stanziare un ulteriore importo di 34,6 milioni di EUR a favore della voce di bilancio 08 02 03 04 Realizzare un sistema di trasporto europeo efficiente sotto il profilo delle risorse, rispettoso dell'ambiente, sicuro e senza soluzione di continuità – con l'obiettivo di rafforzare le azioni del 2019 contro i cambiamenti climatici, in particolare per quanto concerne le batterie, i veicoli verdi e l'ecosostenibilità dell'aviazione, e un ulteriore importo di 45,4 milioni di EUR a favore della voce di bilancio 08 02 01 02 Rafforzare la ricerca nelle tecnologie future ed emergenti – per aumentare l'importo a sostegno della "produzione rivoluzionaria di energia a emissioni zero per la piena decarbonizzazione" e delle "tecnologie connesse all'energia e ai cambiamenti climatici";

E. considerando che, per quanto riguarda Erasmus+, la Commissione ha proposto di rafforzare il sostegno finanziario alle attività fondamentali di mobilità del programma, in particolare nel settore dell'istruzione superiore e dell'istruzione e della formazione professionale, nonché ai centri di eccellenza professionale; che la Commissione ha altresì proposto che parte del rafforzamento vada all'iniziativa Università europee, un'iniziativa fondamentale messa a punto di recente nel quadro della creazione, entro il 2025, dello spazio europeo dell'istruzione per promuovere l'eccellenza, l'innovazione e l'inclusione nell'istruzione superiore in tutta Europa;

1. prende atto del progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019 presentato dalla Commissione, inteso ad assegnare stanziamenti d'impegno supplementari per 100 milioni di EUR ai programmi Orizzonte 2020 ed Erasmus+ per tener conto dell'accordo raggiunto tra Parlamento europeo e Consiglio nel quadro dei negoziati sul bilancio 2019; rileva che in questa fase non è stato proposto alcun rafforzamento degli stanziamenti di pagamento;

2. osserva che, dati i profili dei programmi, mentre potrebbe non essere necessario rafforzare gli stanziamenti di pagamento per Orizzonte 2020 entro la fine del 2019, il rafforzamento degli stanziamenti d'impegno per Erasmus + dovrà probabilmente essere affiancato già quest'anno da un aumento degli stanziamenti di pagamento; invita la Commissione a informare l'autorità di bilancio circa il modo in cui intende far fronte al maggior fabbisogno di pagamenti;

3. approva la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2019;

4. incarica il suo Presidente di constatare che il bilancio rettificativo n. 2/2019 è definitivamente adottato e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

5. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione nonché alle altre istituzioni e agli organi interessati e ai parlamenti nazionali.

ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LA CULTURA E L'ISTRUZIONE

 


<Titre>Lettera di Sabine Verheyen, presidente della commissione per la cultura e l'istruzione, a Johan Van Overtveldt, presidente della commissione per i bilanci</Titre>

 

 

Traduzione

 

Signor Presidente,

 

il 15 maggio 2019 la Commissione ha pubblicato il progetto di bilancio rettificativo (PBR) n. 2 al bilancio generale 2019 dell'Unione. Il PBR n. 2/2019 è espressione dell'accordo raggiunto durante la conciliazione e volto a rendere disponibili 100 milioni di EUR aggiuntivi, nel 2019, per i programmi Orizzonte 2020 ed Erasmus +. Con la presente lettera, la commissione per la cultura e l'istruzione desidera pertanto trasmettere alla commissione BUDG la sua valutazione del PBR n. 2/2019.

La Commissione propone di dividere gli stanziamenti supplementari tra Orizzonte 2020 ed Erasmus+ applicando la chiave 80-20. La commissione CULT ritiene che ciò rispecchi approssimativamente il rapporto tra gli stanziamenti di bilancio dei due programmi, dal momento che la dotazione finanziaria di Orizzonte 2020 è circa cinque volte superiore a quella di Erasmus+. Inoltre, dalle discussioni avute con la Commissione è emerso che, data la natura dei finanziamenti a titolo di Erasmus+, sarebbe estremamente difficile per il programma, in una fase così avanzata dell'esercizio, assorbire finanziamenti superiori ai 20 milioni di EUR supplementari proposti nel PBR n. 2/2019. La commissione CULT può pertanto sottoscrivere la ripartizione dei finanziamenti proposta.

Il PBR n. 2/2019 illustra inoltre, nella relazione, le azioni alle quali la Commissione intende destinare le risorse aggiuntive. La commissione CULT plaude incondizionatamente alla scelta di utilizzare i finanziamenti per promuovere attività fondamentali di mobilità nel settore dell'istruzione superiore e dell'istruzione e della formazione professionale. Desideriamo tuttavia esprimere la nostra inquietudine per la volontà della Commissione di utilizzare parte delle risorse supplementari per rafforzare il finanziamento di iniziative pilota relative alle università europee e ai centri di eccellenza professionale.

A fini di chiarezza, tale inquietudine non va intesa come una critica della fondatezza delle due iniziative, né della validità di sperimentare nuove idee. È invece importante sottolineare che entrambe le iniziative vengono proposte per la prossima generazione del programma Erasmus+ (2021-2027), ma non figurano nel programma esistente. Esse sono tuttavia finanziate attraverso il programma di lavoro 2019, nel caso dell'iniziativa Università europee con ben 30 milioni di EUR, già prima degli importi aggiuntivi previsti dal PBR. La decisione di finanziarle – presa con il programma di lavoro – rappresenta una chiara scelta politica supplementare che integra l'atto di base.

Come Lei sa, tali scelte politiche devono essere adottate solo attraverso atti delegati con poteri di controllo per entrambi i legislatori, e non attraverso atti di esecuzione, in quanto non riguardano esclusivamente l'attuazione. La commissione CULT intende porre rimedio a questa situazione nella prossima generazione di programmi garantendo che, come previsto dal trattato, le priorità politiche siano decise dai legislatori.

Confidiamo che le considerazioni di cui sopra risultino chiare e restiamo a Sua disposizione per qualsiasi domanda o seguito da dare.

 

 

(Formula di saluto e firma)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cc:  relatore per il bilancio 2019 (da confermare)

 

INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

3.9.2019

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

31

7

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Rasmus Andresen, Clotilde Armand, Robert Biedroń, Anna Bonfrisco, Jonathan Bullock, Olivier Chastel, Lefteris Christoforou, David Cormand, Paolo De Castro, José Manuel Fernandes, Eider Gardiazabal Rubial, Alexandra Geese, Valentino Grant, Elisabetta Gualmini, Valerie Hayer, Niclas Herbst, Monika Hohlmeier, John Howarth, Moritz Körner, Joachim Kuhs, Zbigniew Kuźmiuk, Hélène Laporte, Pierre Larrouturou, Margarida Marques, Siegfried Mureşan, Jan Olbrycht, Henrik Overgaard Nielsen, Karlo Ressler, Bogdan Rzońca, Nicolae Ştefănuță, Nils Torvalds, Nils Ušakovs, Johan Van Overtveldt, Rainer Wieland, Angelika Winzig

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Damian Boeselager, Herbert Dorfmann, Jake Pugh

 


 

VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

31

+

ECR

Zbigniew Kuźmiuk, Bogdan Rzońca, Johan Van Overtveldt

PPE

Lefteris Christoforou, Herbert Dorfmann, José Manuel Fernandes, Niclas Herbst, Monika Hohlmeier, Siegfried Mureşan, Jan Olbrycht, Karlo Ressler, Rainer Wieland, Angelika Winzig

RENEW

Clotilde Armand, Olivier Chastel, Valerie Hayer, Moritz Körner, Nicolae Ştefănuță, Nils Torvalds

S&D

Robert Biedroń, Paolo De Castro, Eider Gardiazabal Rubial, Elisabetta Gualmini, John Howarth, Pierre Larrouturou, Margarida Marques, Nils Ušakovs

VERTS/ALES

Rasmus Andresen, Damian Boeselager, David Cormand, Alexandra Geese

 

7

-

ID

Anna Bonfrisco, Valentino Grant, Joachim Kuhs, Hélène Laporte

NI

Jonathan Bullock, Henrik Overgaard Nielsen, Jake Pugh

 

1

0

NI

Mislav Kolakušić

 

Significato dei simboli utilizzati:

+ : favorevoli

- : contrari

0 : astenuti

 

 

[1] GU L 193 del 30.7.2018, pag. 1.

[2] GU L 67 del 7.3.2019.

[3] GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.

[4] GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1.

[5] GU L 168 del 7.6.2014, pag. 105.

Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2019Avvertenza legale - Informativa sulla privacy