Procedura : 2010/0180(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0086/2020

Testi presentati :

A9-0086/2020

Discussioni :

Votazioni :

Testi approvati :

P9_TA(2020)0148

<Date>{23/04/2020}23.4.2020</Date>
<NoDocSe>A9‑0086/2020</NoDocSe>
PDF 167kWORD 50k

<TitreType>RACCOMANDAZIONE</TitreType>     <RefProcLect>***</RefProcLect>

<Titre>concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo euromediterraneo nel settore del trasporto aereo tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altro</Titre>

<DocRef>(14209/2019 – C9-0193/2019 – 2010/0180(NLE))</DocRef>


<Commission>{TRAN}Commissione per i trasporti e il turismo</Commission>

Relatore: <Depute>Andris Ameriks</Depute>

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo euromediterraneo nel settore del trasporto aereo tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altro

(14209/2019 – C9-0193/2019 – 2010/0180(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

 visto il progetto di decisione del Consiglio (14209/2019),

 visto il progetto di accordo euromediterraneo nel settore del trasporto aereo fra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altro (14366/2010),

 vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 100, paragrafo 2 e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), punto v), e dell'articolo, 218, paragrafo 7, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C9-0193/2019),

 visti l'articolo 105, paragrafi 1 e 4, e l'articolo 114, paragrafo 7, del suo regolamento,

 vista la raccomandazione della commissione per i trasporti e il turismo (A9‑0086/2020),

1. dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo;

2. incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e al Regno di Giordania.


MOTIVAZIONE

L'accordo euromediterraneo nel settore del trasporto aereo disciplina le relazioni nel settore dell'aviazione tra l'Unione europea e i suoi Stati membri e il Regno hascemita di Giordania. L'accordo si inserisce nel contesto della politica di vicinato dell'Unione europea, che ha tra i suoi obiettivi anche la creazione di uno spazio aereo comune tra l'Unione europea e i suoi vicini del Mediterraneo.

 

Procedura

 

L'accordo è stato negoziato dalla Commissione sulla base dell'autorizzazione ricevuta dal Consiglio nel giugno 2007 ed è stato firmato il 15 dicembre 2010, fatta salva la sua conclusione in una data successiva, in conformità alla decisione 2012/750/UE[1]. Il Parlamento europeo ha approvato la conclusione dell'accordo il 15 novembre 2011[2]. A seguito dell'adesione della Croazia all'Unione europea, il pertinente protocollo di adesione della Repubblica di Croazia all'accordo è stato firmato il 3 maggio 2016[3].

 

Tuttavia, al fine di tener conto dell'entrata in vigore del trattato di Lisbona e delle modifiche giuridiche introdotte dalla sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea[4] relativa alla formulazione della decisione 2012/750/UE, il Consiglio ha presentato, in data 25 giugno 2019, la nuova decisione per ottenere l'approvazione del Parlamento.

 

Ai sensi dell'articolo 218 TFUE, il Consiglio necessita l'approvazione del Parlamento europeo per concludere l'accordo.

 

In conformità dell'articolo 105 e dell'articolo 114, paragrafi 5, 7 e 8, del regolamento del Parlamento, la commissione competente per il merito presenta una raccomandazione volta ad approvare o a respingere l'atto proposto. Il Parlamento decide con una sola votazione e non può essere presentato alcun emendamento. Gli emendamenti in commissione sono ricevibili solo se sono intesi a invertire la raccomandazione proposta dal relatore.

 

Principali disposizioni dell'accordo

 

L'accordo si inserisce nel contesto della politica di vicinato dell'Unione europea. Esso sviluppa e sostituisce il quadro degli accordi bilaterali sul trasporto aereo tra gli Stati membri e la Giordania attraverso la creazione di uno spazio aereo euromediterraneo tra l'UE e i suoi partner mediterranei. Introduce una progressiva apertura del mercato, su base reciproca, per quanto concerne l'accesso alle rotte e la capacità, garantisce parità di condizioni per gli operatori economici, in base ai principi dell'Unione, e prevede l'allineamento della legislazione in materia di aviazione della Giordania a quella dell'UE in questioni come la sicurezza e la gestione del traffico aereo.

 

Posizione del relatore

 

La presente procedura di approvazione è puramente tecnica, volta a tener conto delle conseguenze giuridiche dell'entrata in vigore del trattato di Lisbona e della sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (causa C-28/12) del 2015. Il Parlamento aveva approvato già nel 2011 la sostanza dell'accordo e dovrebbe mantenere la sua posizione.

 

Alla luce di quanto precede, il relatore propone che la commissione per i trasporti e il turismo (TRAN) formuli una raccomandazione favorevole alla conclusione dell'accordo.

 


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Accordo euromediterraneo UE/Giordania nel settore del trasporto aereo

Riferimenti

14209/2019 – C9-0193/2019 – 09189/2011 – C7-0122/2011 – 2010/0180(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

17.5.2011

 

 

 

Commissione competente per il merito

 Annuncio in Aula

TRAN

19.12.2019

 

 

 

Relatori

 Nomina

Andris Ameriks

9.1.2020

 

 

 

Approvazione

21.4.2020

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

47

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Magdalena Adamowicz, Andris Ameriks, José Ramón Bauzá Díaz, Izaskun Bilbao Barandica, Marco Campomenosi, Ciarán Cuffe, Andor Deli, Karima Delli, Anna Deparnay-Grunenberg, Ismail Ertug, Gheorghe Falcă, Giuseppe Ferrandino, Mario Furore, Søren Gade, Isabel García Muñoz, Jens Gieseke, Elsi Katainen, Kateřina Konečná, Elena Kountoura, Julie Lechanteux, Bogusław Liberadzki, Peter Lundgren, Benoît Lutgen, Elżbieta Katarzyna Łukacijewska, Marian-Jean Marinescu, Tilly Metz, Giuseppe Milazzo, Cláudia Monteiro de Aguiar, Caroline Nagtegaal, Jan-Christoph Oetjen, Philippe Olivier, Rovana Plumb, Tomasz Piotr Poręba, Dominique Riquet, Massimiliano Salini, Sven Schulze, Vera Tax, Barbara Thaler, István Ujhelyi, Petar Vitanov, Elissavet Vozemberg-Vrionidi, Lucia Vuolo, Roberts Zīle, Kosma Złotowski

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Clare Daly, Maria Grapini, Maximilian Krah

Deposito

23.4.2020

 


 

VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

47

+

ECR

Peter Lundgren, Tomasz Piotr Poręba, Roberts Zīle, Kosma Złotowski

GUE/NGL

Clare Daly, Kateřina Konečná, Elena Kountoura

ID

Marco Campomenosi, Maximilian Krah, Julie Lechanteux, Philippe Olivier, Lucia Vuolo

NI

Mario Furore

PPE

Magdalena Adamowicz, Andor Deli, Gheorghe Falcă, Jens Gieseke, Benoît Lutgen, Marian‑Jean Marinescu, Giuseppe Milazzo, Cláudia Monteiro de Aguiar, Massimiliano Salini, Sven Schulze, Barbara Thaler, Elissavet Vozemberg‑Vrionidi, Elżbieta Katarzyna Łukacijewska

RENEW

José Ramón Bauzá Díaz, Izaskun Bilbao Barandica, Søren Gade, Elsi Katainen, Caroline Nagtegaal, Jan‑Christoph Oetjen, Dominique Riquet

S&D

Andris Ameriks, Ismail Ertug, Giuseppe Ferrandino, Isabel García Muñoz, Maria Grapini, Bogusław Liberadzki, Rovana Plumb, Vera Tax, István Ujhelyi, Petar Vitanov

VERTS/ALE

Ciarán Cuffe, Karima Delli, Anna Deparnay‑Grunenberg, Tilly Metz

 

0

-

 

0

0

 

Significato dei simboli utilizzati:

+ : favorevoli

- : contrari

0 : astenuti

 

 

[1] Decisione 2012/750/UE del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 15 ottobre 2010, concernente la firma e l'applicazione provvisoria dell'accordo euromediterraneo nel settore del trasporto aereo tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altro (GU L 334 del 6.12.2012, pag. 1).

[3] Decisione (UE) 2016/803 del Consiglio, del 7 maggio 2015, relativa alla firma, a nome dell'Unione e dei suoi Stati membri, e all'applicazione provvisoria del protocollo che modifica l'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da una parte, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea (GU L 132 del 21.5.2016, pag. 79).

[4] Causa C-28/12 del 28.4.2015.

Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy