Procedura : 2020/0140(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0171/2020

Testi presentati :

A9-0171/2020

Discussioni :

Votazioni :

Testi approvati :

P9_TA(2020)0244

<Date>{30/09/2020}30.9.2020</Date>
<NoDocSe>A9-0171/2020</NoDocSe>
PDF 157kWORD 47k

<TitreType>RELAZIONE</TitreType>     <RefProcLect>***I</RefProcLect>

<Titre>sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la procedura di disimpegno</Titre>

<DocRef>(COM(2020)0309 – C9-0202/2020 – 2020/0140(COD))</DocRef>


<Commission>{LIBE}Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni</Commission>

Relatore: <Depute>Joachim Stanisław Brudziński</Depute>

(Procedura semplificata – articolo 52, paragrafo 1, del regolamento)

ERRATA/ADDENDA
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) n. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la procedura di disimpegno

(COM(2020)0309 – C9-0202/2020 – 2020/0140(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

 vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2020)0309),

 visti l'articolo 294, paragrafo 2, l'articolo 78, paragrafo 2, l'articolo 79, paragrafi 2 e 4, l'articolo 82, paragrafo 1, l'articolo 84 e l'articolo 87, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C9-0202/2020),

 visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

 visto l'impegno assunto dal rappresentante del Consiglio, con lettera del 22 settembre 2020, di approvare la posizione del Parlamento europeo, conformemente all'articolo 294, paragrafo 4, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

 visti l'articolo 59 e l'articolo 52, paragrafo 1, del suo regolamento,

 vista la relazione della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (A9-0171/2020),

1. adotta la sua posizione in prima lettura facendo propria la proposta della Commissione;

2. chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

3. incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.


MOTIVAZIONE

La proposta di regolamento che modifica il regolamento (UE) n. 514/2014 fa riferimento all'attuazione dei programmi nazionali nell'ambito del Fondo Asilo, migrazione e integrazione (AMIF) e del Fondo Sicurezza interna (ISF) per il periodo 2014-2020. Il suo obiettivo è garantire che, a fronte degli effetti della pandemia di COVID-19, tutti gli Stati membri si avvalgano appieno della regola N+2 e dispongano di tempo sufficiente per attuare le loro dotazioni e dichiarare le spese alla Commissione.

 

Più specificamente, l'obiettivo è quello di garantire che la regola del disimpegno (N+2) tenga conto della richiesta di pagamento per l'intero anno N+2 presentata dagli Stati membri. A tal fine, è necessario allineare il termine del disimpegno con quello per la presentazione dei conti.

 

Inoltre, al fine di garantire un approccio coerente al disimpegno e di concedere agli Stati membri un periodo di attuazione conforme alla regola N+2, si propone di allineare il disimpegno delle dotazioni aggiuntive assegnate ai programmi nazionali nel 2018 e nel 2019 con le norme applicabili alla dotazione di base dei programmi nazionali.

 

Si propone, pertanto, di modificare il regolamento (UE) n. 514/2014 per garantire che tutte le richieste di pagamento relative all'anno N+2 presentate da uno Stato membro entro i termini regolamentari di cui all'articolo 44 del regolamento (UE) n. 514/2014 siano prese in considerazione al momento del calcolo del disimpegno. Si propone inoltre di modificare il regolamento (UE) n. 514/2014 per garantire che il periodo di attuazione per gli importi corrispondenti alle dotazioni aggiuntive assegnate ai programmi nazionali nel 2018 e nel 2019 sia allineato con il periodo di attuazione della dotazione iniziale.

 

In base al regolamento in vigore, il termine previsto per il disimpegno è il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in cui è stato stanziato l'impegno di bilancio in questione. In base alla nuova disposizione, il termine previsto per il disimpegno è fissato al 15 febbraio dell'anno successivo al secondo anno in cui è stato stanziato l'impegno di bilancio. In sintesi, la proposta è volta a prorogare il termine entro il quale la Commissione stabilisce l'importo da disimpegnare.

 

La situazione senza precedenti dovuta alla pandemia di COVID-19 in molti casi ha impedito ai beneficiari dei fondi AMIF e ISF di attuare pienamente il progetto previsto.

 

Il relatore ritiene pertanto che la nuova proposta della Commissione consentirà ai beneficiari dei fondi per gli affari interni di portare a termine le attività interrotte ed eliminare i ritardi nell'attuazione dei progetti dovuti alla pandemia.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Modifica del regolamento (UE) n. 514/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la procedura di disimpegno

Riferimenti

COM(2020)0309 – C9-0202/2020 – 2020/0140(COD)

Presentazione della proposta al PE

13.7.2020

 

 

 

Commissione competente per il merito

 Annuncio in Aula

LIBE

23.7.2020

 

 

 

Commissioni competenti per parere

 Annuncio in Aula

BUDG

23.7.2020

 

 

 

Pareri non espressi

 Decisione

BUDG

3.9.2020

 

 

 

Relatori

 Nomina

Joachim Stanisław Brudziński

2.9.2020

 

 

 

Relatori sostituiti

Joachim Stanisław Brudziński

Procedura semplificata - decisione

16.7.2020

Esame in commissione

2.9.2020

 

 

 

Approvazione

21.9.2020

 

 

 

Deposito

30.9.2020

 

 

Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2020Note legali - Informativa sulla privacy