RACCOMANDAZIONE PER LA SECONDA LETTURA relativa alla posizione del Consiglio in prima lettura in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma "corpo europeo di solidarietà" e abroga i regolamenti (UE) n. 2018/1475 e (UE) n. 375/2014

11.5.2021 - (14153/1/2020 – C9-0000/2021 – 2018/0230(COD)) - ***II

Commissione per la cultura e l'istruzione
Relatrice: Michaela Šojdrová

Procedura : 2018/0230(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento :  
A9-0156/2021
Testi presentati :
A9-0156/2021
Discussioni :
Votazioni :
Testi approvati :

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla posizione del Consiglio in prima lettura in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma "corpo europeo di solidarietà"

e abroga i regolamenti (UE) n. 2018/1475 e (UE) n. 375/2014

(14153/1/2020 – C9-0000/2021 – 2018/0230(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: seconda lettura)

Il Parlamento europeo,

 vista la posizione del Consiglio in prima lettura (14153/1/2020 – C9-0000/2021),

 visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 17 ottobre 2018[1],

 visto il parere del Comitato delle regioni del 6 dicembre 2018[2],

 vista la sua posizione in prima lettura[3] sulla proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2018),

 visto l'articolo 294, paragrafo 7, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

 visto l'accordo provvisorio approvato dalla commissione competente a norma dell'articolo 74, paragrafo 4, del regolamento,

 visto l'articolo 67 del suo regolamento,

 vista la raccomandazione per la seconda lettura della commissione per la cultura e l'istruzione (A9‑0156/2021),

1. approva la posizione del Consiglio in prima lettura;

2. prende atto della dichiarazione della Commissione allegata alla presente risoluzione;

3. constata che l'atto è adottato in conformità della posizione del Consiglio;

4. incarica il suo Presidente di firmare l'atto congiuntamente al Presidente del Consiglio, a norma dell'articolo 297, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea;

5. incarica il suo Segretario generale di firmare l'atto, previa verifica che tutte le procedure siano state debitamente espletate, e di procedere, d'intesa con il Segretario generale del Consiglio, a pubblicarlo nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

6. incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.


ALLEGATO ALLA RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Dichiarazione della Commissione europea sul numero di attori locali che applicano le conoscenze, i principi e gli approcci assimilati grazie alle attività umanitarie cui hanno partecipato il volontario e gli esperti

 

La Commissione europea prende nota della proposta del Parlamento europeo di tenere in considerazione "il numero di attori locali che applicano le conoscenze, i principi e gli approcci assimilati grazie alle attività umanitarie cui hanno partecipato il volontario e gli esperti" al momento di inserire nel regolamento disposizioni riguardanti l'istituzione di un quadro di monitoraggio e valutazione.


 

BREVE MOTIVAZIONE

1. Corpo europeo di solidarietà – l'iniziativa dell'UE per il volontariato giovanile

Lanciato nel 2017, il corpo europeo di solidarietà mira a rafforzare la partecipazione di giovani e organizzazioni giovanili attraverso attività di solidarietà accessibili e di elevata qualità, principalmente il volontariato. L'obiettivo generale del corpo europeo di solidarietà è di rafforzare la coesione, la solidarietà e la democrazia in Europa e all'estero affrontando le esigenze sociali e le sfide umanitarie sul campo, con particolare attenzione alla promozione dell'inclusione sociale.

2. Negoziati interistituzionali e accordo politico

A seguito dell'adozione della posizione del Parlamento in prima lettura del 28 marzo 2019, i negoziati interistituzionali si sono svolti dall’ottobre 2019 al dicembre 2020. Dopo quattro cicli di triloghi, l'11 dicembre 2020 è stato raggiunto un accordo provvisorio con la presidenza tedesca del Consiglio.

L'accordo provvisorio sul corpo europeo di solidarietà è stato un successo per la squadra del PE, che è riuscita a garantire un programma ambizioso e ben strutturato, che ha il potenziale per mobilitare un gran numero di giovani nel periodo 2021-2027 in attività di solidarietà diversificate e significative.

3. Sintesi dei principali elementi dell'accordo politico sul corpo europeo di solidarietà:

 Il CES proporrà solo attività di volontariato per i giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni;

 Ripartizione indicativa del bilancio per tipo di volontariato (volontariato e progetti di solidarietà 94 %, 6 % volontariato nel settore degli aiuti umanitari);

 Un massimale del 20 % per le attività all'interno del paese;

 Disposizioni in materia di governance – rafforzamento del legame tra i programmi di lavoro della Commissione europea e le disposizioni del regolamento;

 Rafforzamento della misura di inclusione – è stato inserito un articolo specifico sull'inclusione;

 Rafforzamento della sicurezza e della protezione dei partecipanti e dei gruppi vulnerabili – rafforzamento delle disposizioni in materia di assicurazione e requisiti in materia di nulla osta quando lavorano con gruppi vulnerabili;

 Aumento del bilancio – 1009 milioni di EUR a prezzi correnti (aumento del 15 % rispetto al precedente programma ESC 2018-2020);

 Sezione dedicata agli aiuti umanitari – innalzamento del limite di età per i partecipanti alla sezione umanitaria e possibilità di coinvolgere esperti e allenatori senza limite di età massima; il carattere specifico della sezione è stato mantenuto e sono state stabilite forti sinergie con le azioni esterne dell'UE;

4. Raccomandazione per l'adozione definitiva

Il testo dell'accordo provvisorio è stato presentato alla commissione per la cultura e l'istruzione e successivamente confermato da quest'ultima l'11 gennaio 2021. Sulla base dell'approvazione della commissione, il presidente della commissione CULT, in una lettera alla Presidenza del Consiglio, ha indicato che raccomanderà alla plenaria di approvare la posizione del Consiglio senza emendamenti, a condizione che sia conforme all'accordo provvisorio raggiunto tra le due istituzioni. In seguito alla verifica giuridico-linguistica, il Consiglio ha formalmente adottato la sua posizione conformemente all'accordo provvisorio.

Dal momento che la posizione del Consiglio è conforme all'accordo provvisorio raggiunto durante i negoziati interistituzionali, il relatore ne raccomanda l'approvazione senza modifiche.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Istituzione del programma “corpo europeo di solidarietà”

Riferimenti

14153/1/2020 – C9-0143/2021 – 2018/0230(COD)

Prima lettura del PE – Numero P

12.3.2019 T8-0150/2019

Proposta della Commissione

COM(2018)0440 - C8-0264/2018

Annuncio in Aula del ricevimento della posizione del Consiglio in prima lettura

26.4.2021

Commissione competente per il merito

 Annuncio in Aula

CULT

26.4.2021

 

 

 

Relatori

 Nomina

Michaela Šojdrová

17.7.2019

 

 

 

Esame in commissione

5.11.2019

4.12.2019

21.1.2020

 

Approvazione

10.5.2021

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

28

0

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Asim Ademov, Ilana Cicurel, Gilbert Collard, Gianantonio Da Re, Laurence Farreng, Tomasz Frankowski, Romeo Franz, Alexis Georgoulis, Hannes Heide, Irena Joveva, Petra Kammerevert, Niyazi Kizilyürek, Ryszard Antoni Legutko, Dace Melbārde, Victor Negrescu, Niklas Nienaß, Peter Pollák, Marcos Ros Sempere, Domènec Ruiz Devesa, Monica Semedo, Andrey Slabakov, Michaela Šojdrová, Sabine Verheyen, Maria Walsh, Salima Yenbou, Theodoros Zagorakis, Milan Zver

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Heléne Fritzon, Łukasz Kohut

Deposito

11.5.2021

 


 

VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

28

+

ECR

Ryszard Antoni Legutko, Dace Melbārde, Andrey Slabakov

ID

Gilbert Collard

PPE

Asim Ademov, Tomasz Frankowski, Peter Pollák, Michaela Šojdrová, Sabine Verheyen, Maria Walsh, Theodoros Zagorakis, Milan Zver

Renew

Ilana Cicurel, Laurence Farreng, Irena Joveva, Monica Semedo

S&D

Heléne Fritzon, Hannes Heide, Petra Kammerevert, Łukasz Kohut, Victor Negrescu, Marcos Ros Sempere, Domènec Ruiz Devesa

The Left

Alexis Georgoulis, Niyazi Kizilyürek

Verts/ALE

Romeo Franz, Niklas Nienaß, Salima Yenbou

 

0

-

 

 

 

1

0

ID

Gianantonio Da Re

 

Significato dei simboli utilizzati:

+ : favorevoli

- : contrari

0 : astenuti

 

 

Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2021
Note legali - Informativa sulla privacy