Procedura : 2021/0022(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0263/2021

Testi presentati :

A9-0263/2021

Discussioni :

PV 14/09/2021 - 18
CRE 14/09/2021 - 18

Votazioni :

PV 15/09/2021 - 12

Testi approvati :

P9_TA(2021)0370

<Date>{03/09/2021}3.9.2021</Date>
<NoDocSe>A9‑0263/2021</NoDocSe>
PDF 149kWORD 48k

<TitreType>RELAZIONE</TitreType>

<Titre>concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 dell'Unione europea per l'esercizio 2021 – Riserva di adeguamento alla Brexit</Titre>

<DocRef>(10945/2021 – C9-0000/2021 – 2021/0022(BUD))</DocRef>


<Commission>{BUDG}Commissione per i bilanci</Commission>

Relatore: <Depute>Pierre Larrouturou</Depute>

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 INFORMAZIONI SULL’APPROVAZIONE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 dell'Unione europea per l'esercizio 2021 – Riserva di adeguamento alla Brexit

(10945/2021 – C9-0000/2021 – 2021/0022(BUD))

Il Parlamento europeo,

 visto l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

 visto l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

 visto il regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012[1], in particolare l'articolo 44,

 visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2021, definitivamente adottato il 18 dicembre 2020[2],

 visto il regolamento (UE, Euratom) 2020/2093 del Consiglio, del 17 dicembre 2020, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2021-2027[3],

 visto l'accordo interistituzionale del 16 dicembre 2020 tra il Parlamento europeo, il Consiglio dell'Unione europea e la Commissione europea sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria, nonché su nuove risorse proprie, compresa una tabella di marcia verso l'introduzione di nuove risorse proprie[4],

 vista la decisione 2020/2053/UE, Euratom del Consiglio, del 14 dicembre 2020, relativa al sistema delle risorse proprie dell'Unione europea[5],

 vista la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce la riserva di adeguamento alla Brexit del 25 dicembre 2020[6] (regolamento BAR),

 visto il progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 adottato dalla Commissione il 22 gennaio 2021 (COM(2021)0030),

 vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 adottata dal Consiglio il 19 luglio 2021 e comunicata al Parlamento europeo il ... (00000/2021 – C9-0000/2021),

 visti gli articoli 94 e 96 del suo regolamento,

 vista la relazione della commissione per i bilanci (A9‑0263/2021),

A. considerando che il 25 dicembre 2020 la Commissione ha presentato una proposta di regolamento che istituisce la riserva di adeguamento alla Brexit ("la riserva") nell'ambito degli strumenti speciali tematici che non rientrano nei massimali di bilancio dell'Unione nel QFP, in modo da "contrastare le conseguenze negative impreviste negli Stati membri e nei settori maggiormente colpiti" dal recesso del Regno Unito dall'Unione, così da attenuare l'impatto di tale recesso sulla coesione economica, sociale e territoriale;

B. considerando che le risorse massime per l'attuazione della riserva ammontano a 5 000 000 000 EUR ai prezzi del 2018 (5 370 994 000 EUR a prezzi correnti);

C. considerando che lo scopo del progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 è iscrivere nel bilancio annuale dell'Unione per il 2021 4 244 832 000 EUR a prezzi correnti (4 000 000 000 EUR ai prezzi del 2018), in stanziamenti di impegno e di pagamento, per soddisfare il fabbisogno di prefinanziamenti derivante dall'attuazione della riserva di adeguamento alla Brexit nel 2021;

D. considerando che, dopo l'adozione del regolamento BAR, gli stanziamenti saranno stornati all'articolo "16 02 03" del bilancio; considerando che il contributo finanziario a carico della riserva a favore di uno Stato membro sarà quindi eseguito nell'ambito della gestione concorrente conformemente all'articolo 63 del regolamento finanziario;

1. prende atto del progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021 quale presentato dalla Commissione, che ha lo scopo di rendere disponibili 4 244 832 000 EUR in stanziamenti di impegno e di pagamento per soddisfare il fabbisogno di prefinanziamenti della riserva di adeguamento alla Brexit;

2. sottolinea che la riserva è uno degli strumenti speciali tematici nell'ambito del regolamento sul QFP 2021-2027 e che gli stanziamenti corrispondenti sono quindi iscritti in bilancio oltre i massimali di spesa del QFP 2021-2027;

3. approva la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2021;

4. incarica il suo Presidente di constatare che il bilancio rettificativo n. 3/2021 è definitivamente adottato e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

5. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione e ai parlamenti nazionali.


INFORMAZIONI SULL’APPROVAZIONE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

31.8.2021

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

33

0

4

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Rasmus Andresen, Robert Biedroń, Anna Bonfrisco, Olivier Chastel, Lefteris Christoforou, David Cormand, Paolo De Castro, José Manuel Fernandes, Alexandra Geese, Vlad Gheorghe, Valentino Grant, Elisabetta Gualmini, Francisco Guerreiro, Valérie Hayer, Eero Heinäluoma, Niclas Herbst, Monika Hohlmeier, Mislav Kolakušić, Moritz Körner, Joachim Kuhs, Zbigniew Kuźmiuk, Hélène Laporte, Pierre Larrouturou, Janusz Lewandowski, Margarida Marques, Siegfried Mureşan, Victor Negrescu, Andrey Novakov, Jan Olbrycht, Dimitrios Papadimoulis, Karlo Ressler, Bogdan Rzońca, Nicolae Ştefănuță, Nils Torvalds, Nils Ušakovs, Rainer Wieland, Angelika Winzig

 


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALE IN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

33

+

ECR

Zbigniew Kuźmiuk, Bogdan Rzońca

ID

Hélène Laporte

PPE

Lefteris Christoforou, José Manuel Fernandes, Niclas Herbst, Monika Hohlmeier, Janusz Lewandowski, Siegfried Mureşan, Andrey Novakov, Jan Olbrycht, Karlo Ressler, Rainer Wieland, Angelika Winzig

Renew

Olivier Chastel, Vlad Gheorghe, Valérie Hayer, Moritz Körner, Nicolae Ştefănuță, Nils Torvalds

S&D

Robert Biedroń, Paolo De Castro, Elisabetta Gualmini, Eero Heinäluoma, Pierre Larrouturou, Margarida Marques, Victor Negrescu, Nils Ušakovs

The Left

Dimitrios Papadimoulis

Verts/ALE

Rasmus Andresen, David Cormand, Alexandra Geese, Francisco Guerreiro

 

0

-

 

4

0

ID

Anna Bonfrisco, Valentino Grant, Joachim Kuhs

NI

Mislav Kolakušić

 

Significato dei simboli utilizzati:

+ : favorevoli

- : contrari

0 : astenuti

 

 

[1] GU L 193 del 30.7.2018, pag. 1.

[2] GU L 93 del 17.3.2021.

[3] GU L 433I del 22.12.2020, pag. 11.

[4] GU L 433I del 22.12.2020, pag. 28.

[5] GU L 424 del 15.12.2020, pag. 1.

Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2021Note legali - Informativa sulla privacy